Nathalie Rapti Gomez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nathalie Rapti Gomez (Barranquilla, 21 dicembre 1984) è un'attrice colombiana che vive e lavora in Italia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Colombia[1] da padre greco e madre colombiana, ha vissuto tra Roma e Palermo fino all'età di 5 anni, per poi trascorrere il resto dell'infanzia a Salonicco, in Grecia.[1] Dopo essersi diplomata presso la scuola americana Pinewood The International School di Salonicco,[1] s'iscrive alla facoltà di Farmacia al King's College di Londra, seguendo le orme paterne[1] e lavorando saltuariamente come modella. Tuttavia interrompe gli studi per tornare a Roma e iscriversi alla Scuola nazionale di cinema (Centro Sperimentale di Cinematografia).

Partecipa alla campagna pubblicitaria di Alessandro D'Alatri per la Repubblica[2] e a quella di Ricky Tognazzi e Simona Izzo per la Smart,[2] ma è grazie allo spot del Kinder Cereali[2] che Nathalie ottiene una certa popolarità.

Nel 2005 appare su Canale 5 nella serie televisiva R.I.S. - Delitti imperfetti. In seguito compare anche nella miniserie televisiva di Rai 1 La provinciale (2006), nel cortometraggio Il quarto sesso (2006) e nel film L'abbuffata (2007). Sempre nel 2007 ritorna su Rai 1 con la serie TV Medicina generale, e nel 2008 con la miniserie TV Una madre di Massimo Spano. Ancora nello stesso anno è protagonista del film Ultimi della classe, che le vale un Globo d'Oro come migliore attrice esordiente.[3] Nel 2009 ritorna sul grande schermo con il film Ex di Fausto Brizzi. Inoltre partecipa alle miniserie Bakhita di Giacomo Campiotti, e Piper di Francesco Vicario.

Nel 2010 è protagonista insieme a Daniele Liotti nella serie Le due facce dell'amore. Nel 2013 lavora nelle serie Baciamo le mani - Palermo New York 1958 insieme a Virna Lisi, e I segreti di Borgo Larici con Giulio Berruti. Negli anni seguenti prende parte nel film corale L'estate sta finendo di Stefano Tummolini, e inoltre partecipa in vari film internazionali come Romeo and Juliet di Carlo Carlei, Black Butterfly di Brian Goodman e Titanium White di Piotr Smigasiewicz.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Biografia - Life, su nathalieraptigomez.com. URL consultato l'8 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2011).
  2. ^ a b c Biografia - Work [collegamento interrotto], su nathalieraptigomez.com. URL consultato l'8 ottobre 2011.
  3. ^ a b Simone Pinchiorri, I vincitori del "Globi d'Oro" 2008, su cinemaitaliano.info, 3 luglio 2008. URL consultato l'8 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]