I fobici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I fobici
Paese di produzioneItalia
Anno1999
Durata100 min
Generecomico
RegiaGiancarlo Scarchilli
SoggettoGiancarlo Scarchilli, Liliana Eritrei (racconti)
SceneggiaturaGiancarlo Scarchilli, Liliana Eritrei, Giovanni Veronesi
Casa di produzioneSeven Film, Medusa Film
Distribuzione in italianoMedusa Film
FotografiaRoberto Meddi
MontaggioUgo De Rossi
MusichePivio e Aldo De Scalzi
ScenografiaMariangela Capuano
CostumiCorrado Colabucci
Interpreti e personaggi
Turno di notte

Tutto'n tic

Ho chiuso il gas

Frutto proibito

Doppiatori italiani
Ho chiuso il gas
Episodi
  • Turno di notte
  • Tutto'n tic
  • Ho chiuso il gas
  • Frutto proibito

I fobici è un film del 1999 diretto da Giancarlo Scarchilli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film è composto da quattro episodi distinti, ma accomunati dal tema delle fobie.

Turno di notte[modifica | modifica wikitesto]

Ogni notte Luca si sveglia e sale su diversi autobus di Roma. Informa le persone che incontra degli orari del servizio e delle linee notturne da prendere per arrivare a destinazione interloquendo coi vari passeggeri e autisti. Cena con una guardia notturna e offre uno spuntino a Guido, un cane randagio che lo attende puntualmente. Solo all'alba rientra a casa per dormire.

Tutto'n tic[modifica | modifica wikitesto]

Andrea è affetto da un tic ma la sua vita scorre serena, lavora come postino e la sera suona il pianoforte in un locale. Un giorno conosce Caterina, i due si innamorano e Andrea decide di andare da un medico per farsi somministrare un farmaco che gli fa perdere temporaneamente il suo fastidioso tic ma questo ha delle ripercussioni sulla sua personalità. Trova infine come soluzione quella di non prendere il farmaco durante il weekend.

Ho chiuso il gas[modifica | modifica wikitesto]

Carlo sta per partire per un lungo viaggio ma quando ha già le valigie pronte e sta per chiudere la porta di casa gli viene il terribile dubbio di non aver chiuso il gas, così rientra in casa ed una serie di altri contrattempi ne impediscono la partenza.

Frutto proibito[modifica | modifica wikitesto]

Alvaro è un meccanico e recentemente ha comprato a rate una nuova auto, una Nissan Terrano II rossa, di cui è molto geloso. Una sera va ad una festa insieme ad un amico e qui incontra una donna bellissima che, a poco a poco, con la scusa di essere perseguitata da malintenzionati, si fa accompagnare a casa. Una volta giunti nell'appartamento tra i due si preannuncia una notte bollente. Per "scaldare" l'atmosfera, la donna si fa ammanettare al proprio letto e si fa mettere una mela in bocca quando all'improvviso sentono suonare un allarme. Alvaro si precipita in strada per controllare l'auto e, una volta appurato che non c'è stato alcun furto, si rende conto di essere rimasto chiuso fuori dal cancello. Vorrebbe suonare il campanello ma si accorge di non conoscere né il nome né il cognome della donna, inoltre lei non può muoversi o gridare perché ammanettata al letto e con la mela in bocca. Impotente, si dispera...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell'episodio "Frutto proibito", Laganà risponde a una domanda riguardante Venezia in maniera sportiva. La domanda posta era: "Scusi, secondo lei Venezia affonda?" e la risposta è stata: "Ma secondo me non è messo tanto male perché se prende tre punti a Matera si rialza." In realtà, quella partita non è mai stata giocata perché i lagunari militavano in Serie B mentre i biancazzurri erano addirittura in Eccellenza.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema