Panathīnaïkos Athlītikos Omilos (pallacanestro maschile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Panathinaikos Basketball Club)
Panathinaikos A.O.
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Campione di Grecia in carica Campione di Grecia in carica
Detentore della Coppa di Grecia Detentore della Coppa di Grecia
Logo pana.gif
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinsidesonwhite.png
Kit body basketball.png
Kit shorts blanksides.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body blackshoulders.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Verde con trifoglio Verde su cerchio Bianco.png Bianco e verde
Dati societari
Città Atene
Paese Grecia Grecia
Confederazione FIBA Europe
Federazione HEBA
Campionato A1 Ethniki
Fondazione 1922
Denominazione Panathinaikos A.O.
(1922-presente)
Presidente Grecia Manos Papadopoulos
Proprietario Grecia Dimitrios Giannakopoulos
Allenatore Spagna Xavi Pascual
Impianto OAKA Arena
(19.250 posti)
Sito web www.paobc.gr
Palmarès
EurolegaEurolegaEurolegaEurolegaEurolegaEurolega
Titoli nazionali 35 A1 Ethniki
Coppe nazionali 18 Coppa di Grecia
Coppe Intercont. 1
Euroleghe 6

Il Panathinaikos A.O. (in greco: Κ.Α.Ε. Παναθηναϊκός - K.A.E. Panathinaïkós) è la squadra di pallacanestro della società polisportiva Panathinaikos A.O., club con sede ad Atene, in Grecia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1922 e di proprietà dei magnati della farmaceutica Pavlos e Thanassis Giannakopoulos, il Panathinaikos è il migliore team cestistico di tutta la Grecia, ed uno dei migliori in Europa. Nella sua bacheca figurano 35 campionati nazionali, 18 Coppe di Grecia, 6 tra Coppe dei Campioni ed Euroleghe, ed una Coppa Intercontinentale.

Celebrazioni per i 100 anni del club.

Numerosi giocatori di fama internazionale hanno vestito la maglia bianco verde (Dominique Wilkins, Fragkiskos Alvertīs, Byron Scott, Dino Rađa, Dejan Bodiroga, Nikos Galīs, Panagiōtīs Giannakīs, Stojko Vranković, Žarko Paspalj, Fanīs Christodoulou, Antonio Davis, Željko Rebrača tra gli altri). Questi campioni, insieme con la fortunata gestione del presidente Pavlos Giannakopoulos, hanno fatto del Panathinaikos una delle squadre più vincenti e conosciute del continente negli ultimi quindici anni, e l'unica capace di vincere quattro Euroleghe dopo la creazione delle Final Four.

Nell'aprile del 1996, alle Final Four di Parigi, il Panathinaikos è stato il primo club greco a vincere la Coppa dei Campioni, oggi Eurolega, battendo il Barcellona in finale 67-66. Nel settembre dello stesso anno il team ha vinto la Coppa Intercontinentale, battendo la squadra argentina dell'Olimpia Venado Tuerto con i punteggi di 83-89, 83-78 e 101-76 (2-1 totale). Nel 2000, alle Final Four di Salonicco, il Panathinaikos è diventato campione d'Europa per la seconda volta, battendo il Maccabi Tel-Aviv per 73-67 in finale. Nel 2002, a Bologna, è arrivato il terzo alloro europeo, a spese della Kinder Bologna, battuta 89-83. Nel 2007, nelle Final Four giocate in casa, il Panathinaikos è diventato per la quarta volta campione battendo il CSKA Mosca, detentore del trofeo, con il risultato di 93-91.

Il Panathinaikos ha preso parte alle Final Four di Eurolega altre quattro volte: a Tel Aviv nel 1994 (3º posto), a Saragozza nel 1995 (3°), a Parigi nel 2001 (2°) e a Mosca nel 2005 (3º posto). Altri successi da sottolineare sono le due semifinali di Coppa delle Coppe raggiunte (1969 e 1998), le semifinali di Coppa dei Campioni 1971-72 (eliminato dall'Ignis Varese con i punteggi di 78-70 e 55-69). Infine, nella stagione 1981-82, la squadra raggiunse la finale del massimo torneo europeo, eliminando anche CSKA Mosca e Levski Sofia.

Il 3 maggio 2009 il club, battendo in finale il CSKA Mosca per 73-71, vinse l'Eurolega 2008-2009[1].

Il team, noto anche per il calore con cui è seguito dai suoi tifosi, ha detenuto il record di spettatori per una singola gara di Eurolega, 20.000 tifosi, cifra fatta registrare all'OAKA Arena in occasione di un match contro la Benetton Treviso il 29 marzo 2006, incontro valido per la seconda fase dell'Eurolega 2005-06. Il numero di 18.900 spettatori inoltre si è registrato in altri tre match della squadra greca, uno contro l'Efes Pilsen nel 2005 e due contro il TAU Ceramica nel 2006.

Roster 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 16 agosto 2017.

I giocatori nell' Eurolega 2007-2008.
I tifosi del Panathinaikos, OAKA arena.
Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso
0 Stati Uniti C Chris Singleton 1989 206 104
3 Stati Uniti AP K.C. Rivers 1987 196 92
7 Grecia P Leuterīs Mpochōridīs 1994 196 91
11 Grecia G Nikos Pappas 1990 195 98
14 Stati Uniti AG James Gist 1986 206 105
16 Grecia G Georgios Kalaitzakis 1999 195 73
20 Grecia P Michalīs Lountzīs 1998 195 86
21 Stati Uniti AG Kenny Gabriel 1989 203 95
33 Stati UnitiGrecia P Nick Calathes 1989 198 97 Captain sports.svg
Grecia AP Thanasīs Antetokounmpo 1992 201 98
Stati UnitiGrecia AC Zach Auguste 1993 203 110
Stati Uniti G Marcus Denmon 1990 190 84
Lituania P Lukas Lekavičius 1994 180 76
Stati UnitiBelgio AP Matt Lojeski 1985 198 92
Grecia AG Konstantinos Mitoglou 1996 210 116
Grecia C Ian Vougioukas 1985 212 122

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Spagna Xavier Pascual Vives
Assistenti: Grecia Georgios Vovoras, Spagna Iñigo Zorzano

Roster precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Cestisti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti del Panathīnaïkos A.O.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Panathīnaïkos A.O. (pallacanestro maschile)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

I banner celebrativi appesi al tetto dell' OAKA arena.

Maschile[modifica | modifica wikitesto]

1945-46, 1946-47, 1949-50, 1950-51, 1953-54, 1960-61, 1961-62, 1966-67, 1968-69, 1970-71, 1971-72, 1972-73, 1973-74, 1974-75, 1976-77, 1979-80, 1980-81, 1981-82, 1983-84, 1997-98, 1998-99, 1999-2000, 2000-01, 2002-03, 2003-04, 2004-05, 2005-06, 2006-07, 2007-08, 2008-09, 2009-10, 2010-11, 2012-13, 2013-14, 2016-17
1979, 1982, 1983, 1986, 1993, 1996, 2003, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017
1995-96, 1999-2000, 2001-02, 2006-07, 2008-09, 2010-11
1996(informalità)[2]

Femminile[modifica | modifica wikitesto]

1998, 2000, 2005, 2013
2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN143310280