Košarkaški klub Split

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Košarkaški klub Split
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinblacksides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body thinyellowsides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px HEX-FFFF00 Black bordered.svg Giallo, nero
Dati societari
Città Spalato
Nazione Croazia Croazia
Confederazione FIBA Europe
Federazione HKS
Campionato A1 Liga
Fondazione 1945
Denominazione
  • K.K. Hajduk Split (1945-49)
  • K.K. Split (1949-67)
  • K.K. Jugoplastika (1967-90)
  • K.K. Slobodna Dalmacija (1991-93)
  • K.K. Croatia Osiguranje 1993-97)
  • K.K. Split (1997-presente)
Presidente Croazia Ilija Naletilić
Allenatore Croazia Srđan Subotić
Impianto Arena Gripe
(6 000 posti)
Sito web www.kk-split.com
Palmarès
EurolegaEurolegaEurolega
Titoli nazionali
Coppe nazionali
Euroleghe 3
Coppe europee 2 Coppa Korać

Il Košarkaški Klub Split o K.K. Split è un club cestistico croato di Spalato. Formatosi nel 1945, e noto negli anni settanta e ottanta del XX secolo come K.K. Jugoplastika, nome a cui sono legate le sue più significative vittorie, fu uno dei migliori club di pallacanestro dell'ex RSF Jugoslavia, del quale vinse 6 campionati e 5 Coppe nazionali. Sempre in rappresentanza della Jugoslavia vinse tre Coppe dei Campioni consecutive tra il 1989 e il 1991 nonché due Coppe Korać, anch'esse a seguire, nel 1976 e 1977.

Dopo lo scioglimento della Jugoslavia, dal 1992 ha vinto un campionato e cinque Coppe di Croazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club nasce nel 1945 come una sezione della polisportiva Hajduk Split. Dopo tre anni di attività sporadica, nel 1948 si separa dalla polisportiva e l'anno successivo cambia nome in K.K. Split. Dopo diversi campionati nelle serie minori, nella stagione 1963-64 raggiunge la massima serie del campionato jugoslavo dove giocherà fino alla fine dello stato federale jugoslavo (con una parentesi nel campionato 1981-82 dopo l'unica retrocessione, dovuta al cambio generazionale).

Nel 1967 la squadra adotta il nome KK Jugoplastika e lo mantiene fino al 1990: è sotto questo nome che, grazie all'apporto di giocatori del calibro di Dino Rađa, Toni Kukoč, Velimir Perasović, Duško Ivanović, Zoran Savić, Žan Tabak e altri, vince le sue tre Coppe dei Campioni consecutive - impresa riuscita solo all'ASK Rīga 30 anni prima. Inoltre, il club ha raggiunto la finale nel 1972 perdendo con Varese, ed ha vinto la Coppa Korać nel 1976 e nel 1977.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Košarkaški klub Split
  • 1945 · Nasce la sezione cestistica del Košarkaški klub Hajduk con sede a Spalato.
  • 1946 · 3ª nel campionato croato.
  • 1947 · 2ª nel campionato croato, 2ª nel girone promozione.
  • 1949 · 4ª nel campionato croato.
  • 1949 · Diventa Košarkaški klub Split.
  • 1949 · 6ª nel campionato croato.

  • 1950 · 3ª nel campionato croato.
  • 1951 · 4ª nel campionato croato.
  • 1952 · 2ª nel girone finale del campionato croato.
  • 1957 · 4ª nel girone Rijeka del campionato croato.
  • 1958 · 8ª nel campionato croato.
  • 1959 · 6ª nel campionato croato.

Finale di Coppa di Jugoslavia.

Vince la Coppa di Jugoslavia (1º titolo).
Finale di Coppa dei Campioni.
Finale di Coppa delle Coppe.
4ª in Coppa Intercontinentale.
Vince la Coppa di Jugoslavia (2º titolo).
Semifinali di Coppa Korać.
Finale di Coppa di Jugoslavia.
Semifinali di Coppa delle Coppe.
Vince la Coppa Korać (1º titolo).
  • 1976-1977 · 1ª in YUBA liga, vince lo spareggio scudetto, campione di Jugoslavia (2º titolo).
Vince la Coppa di Jugoslavia (3º titolo).
Vince la Coppa Korać (2º titolo).
Semifinali di Coppa dei Campioni.
Semifinali di Coppa Korać.
Semifinali di Coppa Korać.

Quarti di finale di Coppa Korać.
Finale di Coppa di Jugoslavia.
Quarti di finale di Coppa delle Coppe.
Quarti di finale di Coppa Korać.
  • 1987-1988 · 1ª in YUBA liga, vince i play-off scudetto, campione di Jugoslavia (3º titolo).
Finale di Coppa di Jugoslavia.
Quarti di finale di Coppa Korać.
  • 1988-1989 · 2ª in YUBA liga, vince i play-off scudetto, campione di Jugoslavia (4º titolo).
Finale di Coppa di Jugoslavia.
Icona Euroleague.png Vince la Coppa dei Campioni (1º titolo).
  • 1989-1990 · 1ª in YUBA liga, vince i play-off scudetto, campione di Jugoslavia (5º titolo).
2ª al McDonald's Open.
Vince la Coppa di Jugoslavia (4º titolo).
Icona Euroleague.png Vince la Coppa dei Campioni (2º titolo).

  • 1990-1991 · 1ª in YUBA liga, vince i play-off scudetto, campione di Jugoslavia (6º titolo).
2ª al McDonald's Open.
Vince la Coppa di Jugoslavia (5º titolo).
Icona Euroleague.png Vince la Coppa dei Campioni (3º titolo).
4ª al McDonald's Open.
Vince la Coppa di Croazia (1º titolo).
Ottavi di finale di Coppa dei Campioni.
Vince la Coppa di Croazia (2º titolo).
Quarti di finale di Coppa d'Europa.
Sedicesimi di finale di Coppa dei Campioni.
Vince la Coppa di Croazia (3º titolo).
Quarti di finale di Coppa d'Europa.
Sedicesimi di finale di Coppa dei Campioni.
Quarti di finale di Coppa d'Europa.
Secondo turno di Coppa Korać.
Finale di Coppa di Croazia.
Vince la Coppa di Croazia (4º titolo).
Seconda fase di Coppa dei Campioni.
Ottavi di finale di Coppa dei Campioni.
Finale di Coppa di Croazia.
Ottavi di finale di Coppa Saporta.
Ottavi di finale di Coppa Saporta.

Quarti di finale di Coppa dei Campioni.
Secondo turno preliminare di Eurolega.
Ottavi di finale di Coppa Saporta.
Regular season di Lega Adriatica.
Fase a gironi di FIBA Europe Champions Cup.
Regular season di Lega Adriatica.
Vince la Coppa di Croazia (5º titolo).
Regular season di ULEB Cup.
Regular season di Lega Adriatica.
Regular season di Lega Adriatica.
Regular season di Lega Adriatica.
Regular season di Lega Adriatica.
Regular season di Lega Adriatica.

Regular season di Lega Adriatica.
Regular season di ABA 2 Liga.
Quarti di finale di Coppa di Croazia.
Regular season di ABA 2 Liga.
Semifinali di Coppa di Croazia.
Regular season di ABA 2 Liga[2], Arrow Blue Up 001.svg ammesso in Lega Adriatica.

Finale di Coppa di Croazia.
Regular season di Lega Adriatica.
Secondo turno di Champions League.
Regular season di Lega Adriatica..

Roster 2021-2022[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 1º dicembre 2021.

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso
1 Croazia P Toni Perković 1998 191 83
6 Croazia AP Ivan Perasović 2002 200 90
7 Croazia AG Mateo Kedžo 1984 206 114
8 Croazia AP Lovre Runjić 2000 197
9 Croazia AG Karlo Žganec 1995 206 102
10 Croazia P Roko Ukić 1984 196 86
11 Croazia AG Tonko Vuko 1994 203 103
12 Bosnia ed Erzegovina P Sani Čampara 1999 189 84
13 Croazia AG Ante Perkušić 2002 201
17 Croazia A Darko Bajo 1999 206 103
21 Stati UnitiKosovo C Shawn Jones 1992 203 107
97 Slovenia P Nejc Barič 1997 183
Croazia C Josip Jukić 1996 205 101
Slovenia G Maj Kovačevič 1990 190 88

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Croazia Srđan Subotić
Assistente: Croazia Ante Marović, Croazia Hrvoje Radanović

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1970-71, 1976-77, 1987-88, 1988-89, 1989-90, 1990-91
2002-03
1972, 1974, 1977, 1990, 1991
1992, 1993, 1994, 1997, 2004

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1988-89, 1989-90, 1990-91
1975-76, 1976-77

Finali disputate[modifica | modifica wikitesto]

1972 vs. Pallacanestro Varese
1973 vs. Spartak Leningrado
1989, 1990, 1991

Cestisti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestisti del K.K. Split

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del K.K. Split

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Posizione in classifica al momento dell'interruzione del campionato a causa del diffondersi della pandemia di COVID-19 in Croazia
  2. ^ Torneo interrotto, con la squadra in 2ª posizione nella regular season, a causa dell'emergenza dovuta alla pandemia di COVID-19

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305759807
  Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro