Euroleague Basketball 2019-2020

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Euroleague Basketball 2019-2020
Logo della competizione
Competizione Euroleague Basketball
Sport Basketball pictogram.svg Pallacanestro
Edizione 20ª
Organizzatore Euroleague Basketball
Date dal 3 ottobre 2019
al 24 maggio 2020
Partecipanti 18
Formula Regular season + play-off + Final Four
Sede finale Lanxess Arena
Colonia
Sito web www.euroleague.net
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2018-2019 2020-2021 Right arrow.svg

L'Eurolega di pallacanestro 2019-2020 (chiamata per il 10º anno Turkish Airlines Euroleague per motivi di sponsorizzazione) è la 20ª edizione del massimo campionato tra club europei organizzato da Euroleague Basketball. In totale si tratta della 63ª stagione della principale competizione Europea per club di pallacanestro.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

In questa edizione la competizione è stata estesa da 16 a 18 squadre, con i tedeschi del Bayern Monaco e i francesi dell'ASVEL Lyon-Villeurbanne che hanno ricevuto una wild-card per questa e la prossima stagione.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Licenza Città Allenatore Capitano Stadio Capacità
Alba Berlino 2P Germania Berlino Spagna Aíto García Reneses Germania Niels Giffey Mercedes-Benz Arena 14.500
Anadolu Efes Istanbul LC Turchia Istanbul Turchia Ergin Ataman Turchia Doğuş Balbay Sinan Erdem Dome 16.000
AX Armani Exchange Olimpia Milano LC Italia Milano Italia Ettore Messina Italia Andrea Cinciarini Mediolanum Forum 12.700
FC Barcellona Lassa LC Spagna Barcellona Serbia Svetislav Pešić Croazia Ante Tomić Palau Blaugrana 7.585
Bayern Monaco WC Germania Monaco di Baviera Montenegro Dejan Radonjić Germania Danilo Barthel Audi Dome 6.700
Crvena zvezda mts ABA Serbia Belgrado Serbia Milan Tomić Serbia Branko Lazić Štark Arena 18.368
CSKA Mosca LC Russia Mosca Grecia Dīmītrīs Itoudīs Stati Uniti Kyle Hines Megasport Arena 13.344
Fenerbahce Beko LC Turchia Istanbul Serbia Željko Obradović Turchia Melih Mahmutoğlu Ülker Sports Arena 13.059
Chimki 2P Russia Chimki Lituania Rimas Kurtinaitis Russia Sergej Monja Mytišči Arena 7.280
KIROLBET Baskonia LC Spagna Vitoria-Gasteiz Croazia Velimir Perasović Georgia Tornik'e Shengelia Fernando Buesa Arena 15.504
LDLC ASVEL WC Francia Villeurbanne Montenegro Zvezdan Mitrović Francia Charles Kahudi Astroballe 5.560
Maccabi FOX Tel Aviv LC Israele Tel Aviv Grecia Giannīs Sfairopoulos Israele John DiBartolomeo Menora Mivtachim Arena 11.060
Olympiakos LC Grecia Il Pireo Israele David Blatt Grecia Vasilīs Spanoulīs Peace and Friendship Stadium 11.640
Panathinaikos OPAP LC Grecia Atene Grecia Argyrīs Pedoulakīs Grecia Nick Calathes O.A.K.A. Olympic Indoor Hall 18.989
Real Madrid LC Spagna Madrid Spagna Pablo Laso Spagna Felipe Reyes WiZink Center 15.000
Valencia EC Spagna Valencia Spagna Jaume Ponsarnau Font de San Lluís 9.000
Zalgiris Kaunas LC Lituania Kaunas Lituania Šarūnas Jasikevičius Lituania Paulius Jankūnas Žalgirio Arena 15.552
Zenit San Pietroburgo WC[1] Russia San Pietroburgo Spagna Joan Plaza Russia Evgenij Voronov Yubileyny Sports Palace 7.044
Note
LC: Qualificato attraverso il possesso della licenza.
EC: Campione della EuroCup.
ABA: Campione della Lega Adriatica
2P: Seconda posizione nel campionato dopo i play-off
WC: Wild card

Localizzazione delle squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Cambi di allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore uscente Motivo Data Posto in classifica Allenatore entrante Data
Italia AX Armani Exchange Olimpia Italia Simone Pianigiani Rescissione consensuale 11 giugno 2019[2] Pre-season Italia Ettore Messina 11 giugno 2019[3]
Grecia Panathinaikos Stati Uniti Rick Pitino Rescissione consensuale 21 giugno 2019[4] Grecia Argyrīs Pedoulakīs 21 giugno 2019[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Poiché il Valencia ha vinto l'Eurocup 2018-2019, il numero massimo di quattro squadre spagnole ammesse è stato raggiunto. A causa di questo, il posto riservato alla miglior squadra al termine della Liga ACB 2018-2019 è stato convertito in un'altra wild card
  2. ^ (EN) Milan, Pianigiani part ways, in Euroleague Basketball, 11 giugno 2019. URL consultato l'8 luglio 2019.
  3. ^ (EN) Legend Messina takes reins in Milan, in Euroleague Basketball, 11 giugno 2019. URL consultato l'8 luglio 2019.
  4. ^ (EN) Coach Pitino leaves Panathinaikos, in Euroleague Basketball, 21 giugno 2019. URL consultato l'8 lulgio 2019.
  5. ^ (EN) Panathinaikos hands coaching reins to Pedoulakis, in Euroleague Basketball, 24 giugno 2019. URL consultato l'8 lulgio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]