Paciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paciano
comune
Paciano – Stemma Paciano – Bandiera
Paciano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Amministrazione
SindacoRiccardo Bardelli (centrosinistra) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate43°01′N 12°04′E / 43.016667°N 12.066667°E43.016667; 12.066667 (Paciano)Coordinate: 43°01′N 12°04′E / 43.016667°N 12.066667°E43.016667; 12.066667 (Paciano)
Altitudine391 m s.l.m.
Superficie16,91 km²
Abitanti986[1] (31-12-2017)
Densità58,31 ab./km²
Comuni confinantiCastiglione del Lago, Città della Pieve, Panicale, Piegaro
Altre informazioni
Cod. postale06060
Prefisso075
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT054036
Cod. catastaleG212
TargaPG
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantipacianesi
Patronosan Michele arcangelo (santa Bonosa compatrona)
Giorno festivo13 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Paciano
Paciano
Paciano – Mappa
Posizione del comune di Paciano all'interno della provincia di Perugia
Sito istituzionale

Paciano è un comune italiano di 986 abitanti della provincia di Perugia in Umbria.

Inserita tra i borghi più belli d'Italia, la città medievale è posta sul monte Petrarvella (391 m s.l.m.) dove, in antichità, si trovava un tempio consacrato al dio Giano. Vi si può accedere da tre porte: la Fiorentina, la Perugina e Porta Rastrella.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Paciano fa parte di:

Il territorio comune di Paciano è ricompreso nel bacino del fiume Arno.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Di origine medievale (XIV secolo), il paese fu dato in feudo da Carlo IV a Guglielmo di Beaufort e successivamente incorporato allo Stato della Chiesa (prima metà del XVI secolo).

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Dentro le mura[modifica | modifica wikitesto]

  • il palazzo comunale (XIII secolo)
  • le porte Rastrella e Fiorentina (XIII secolo)
  • la Torre d'Orlando
  • la Chiesa di San Giuseppe all'interno della quale si trova una Madonna della Misericordia, dipinto della fine del XV secolo di Fiorenzo di Lorenzo
  • la Confraternita del Santo Sacramento dove si possono ammirare due tavole lignee del XV secolo ed un affresco di Francesco di Castel della Pieve, pittore ritenuto maestro del Perugino.
  • la Chiesa di San Carlo Borromeo, in particolare il suo portale ed un Crocifisso ligneo del XVII secolo
  • la Chiesa di Santa Maria
  • Nell'antica sede della Confraternita del Santo Sacramento si trova la Collezione di San Giuseppe con oggetti d'arte dall'età etrusca sino all'inizio del XVII secolo, in particolare:
    • una Crocifissione di Francesco Nicolò di Città della Pieve (1452)
    • affreschi risalenti al XIV secolo
    • numerosi cofanetti contenenti reliquie in oro ed argento del XVI secolo
    • quattro statue della Vergine del XVIII secolo
    • delle tele del pittore Castelletti (Paciano, 1790)

Fuori le mura[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[6] al 31 dicembre 2015 la popolazione straniera residente era di 120 persone (12,31%). Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa dell'Olio - si svolge durante la prima decade di dicembre.
  • Corsa dei carretti "La discesa a bestia" - 14 agosto
  • Trasimeno Blues - concerti durante il periodo estivo
  • Mille & una Umbria - pranzo itinerante per le vie del borgo - una domenica della prima metà di settembre

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Paciano è gemellata con:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Umbria
Controllo di autoritàVIAF (EN133824755 · BNF (FRcb12419178q (data)