Josef Terboven

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Josef Terboven
Terboven statsakten.jpg
Josef Terboven nel 1942.

Gauleiter di Essen
Durata mandato 1928 –
8 maggio 1945
Predecessore nessuno
Successore Fritz Schlessmann

Reichskommissar per i Territori occupati norvegesi
Durata mandato 24 aprile 1940 –
7 maggio 1945
Predecessore carica istituita
Successore Franz Böhme

Oberpräsident della Provincia del Reno
Durata mandato 1940 –
8 maggio 1945
Predecessore Hermann Freiherr von Lünick
Successore carica abolita

Dati generali
Partito politico Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori

Josef Antonius Heinrich Terboven (Essen, 23 maggio 1898Oslo, 8 maggio 1945) è stato un politico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A partire da sinistra Quisling, Himmler, Terboven e Falkenhorst.

Partecipò alla prima guerra mondiale e successivamente completò gli studi a Freiburg e a Monaco di Baviera. Nel 1923 entrò nel Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori, prendendo parte al putsch di Monaco. Impiegato di banca, fece parte delle Sturmabteilung e nel 1931 divenne Gauleiter di Essen e nel 1936 presidente della provincia del Reno, raggiungendo gli apici della gerarchia nazista.

Deputato al Reichstag dal 1930, vi rimase ininterrottamente fino alla fine della guerra. Fu commissario nazista per la Norvegia dal 1940 al 1945, quando, al momento della liberazione, preferì suicidarsi.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di I classe
Croce di Ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di II classe
Insegna d'Oro del Partito Nazional Socialista dei Lavoratori Tedeschi - nastrino per uniforme ordinaria Insegna d'Oro del Partito Nazional Socialista dei Lavoratori Tedeschi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • B.P. Boschesi, Il chi è della Seconda Guerra Mondiale - Vol. II, Mondadori Editore, 1975 – pag. 208

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN52482403 · ISNI (EN0000 0000 3146 6293 · LCCN (ENn94017609 · GND (DE118621343