Provincia del Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provincia del Reno
Wappen Preußische Provinzen - Rheinland.png Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1826-1911).svg
Informazioni generali
Nome ufficiale Rheinprovinz
Nome completo Provincia del Reno
Capoluogo Coblenza
Popolazione 6.435.778 (1905)
7.931.942 (1939)
Suddiviso in 5 distretti governativi
Evoluzione storica
Inizio 1822
Fine 1946
Preceduto da Succeduto da
Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1826-1911).svg Basso Reno
Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1826-1911).svg Jülich-Kleve-Berg
Flag of Saar 1920-1935.svg Saar
Flag of North Rhine-Westphalia.svg Renania Settentrionale-Vestfalia
Flag of Rhineland-Palatinate.svg Renania-Palatinato
Flag of Hesse.svg Assia
Cartografia
German Empire - Prussia - Rhine (1871).svg

La provincia del Reno (in tedesco Rheinprovinz) fu una provincia del Regno di Prussia e dello Stato Libero di Prussia dal 1822 al 1946. Fu creata dalle province del Granducato del Basso Reno e di Jülich-Cleves-Berg. La capitale era Coblenza e nel 1939 la popolazione della provincia ammontava a 8 milioni di abitanti.

Nel 1920 la Saar fu separata dalla Provincia del Reno e amministrata dalla Società delle Nazioni fino a un plebiscito avvenuto nel 1935, a seguito del quale la regione fu restituita alla Germania. Allo stesso tempo, nel 1920, i distretti di Eupen e Malmedy furono trasferiti al Belgio.

Nel 1937 la cosiddetta "legge sulla Grande Amburgo" decretò la cessione del territorio di Birkenfeld, fino ad allora enclave di Oldenburg, alla Prussia, e la sua inclusione nella provincia del Reno con la denominazione di "circondario di Birkenfeld".[1]

Nel 1946, per decreto dell'occupante britannico, i distretti governativi di Aquisgrana, Düsseldorf e Colonia vennero distaccati dalla Prussia e uniti al nuovo Land di Renania Settentrionale-Vestfalia.[2] Il resto della provincia divenne parte della Renania-Palatinato.[senza fonte]

Provincia del Reno, 1905

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]