Provincia del Granducato del Basso Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provincia del Granducato del Basso Reno
Informazioni generali
Nome ufficiale Großherzogtum Niederrhein
Nome completo Provincia del Granducato del Basso Reno
Capoluogo Coblenza
Popolazione 951.998 (1816)
1.042.724 (1822)
Suddiviso in 5 distretti governativi (Aquisgrana, Coblenza, Treviri)
Evoluzione storica
Inizio 1815
Fine 1822
Preceduto da Succeduto da
Elettorato di Treviri
Manderscheid
Malmedy
Libera Città di Aquisgrana
Elettorato Palatino
Lussemburgo
Ducato di Limburgo
Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1826-1911).svg Provincia del Reno
Cartografia
Map-Prussia-LowerRhine.svg

Il Granducato del Basso Reno (in tedesco: Großherzogtum Niederrhein), o semplicemente Provincia del Basso Reno (Provinz Niederrhein) fu una provincia del Regno di Prussia esistita dal 1815 al 1822.

La provincia fu istituita dopo il Congresso di Vienna del 1815, quando fu assegnata la Renania a Federico Guglielmo II di Prussia, e con essa il titolo di Granduca del Basso Reno. Questo permise alla Prussia di consolidare i territori a ridosso del Reno posseduti sin dal 1803, come l'Elettorato di Treviri, Manderscheid, Malmedy, l'ex Città Libera Imperiale di Aquisgrana (Aachen), gran parte del Palatinato, parti del Granducato di Lussemburgo e il Ducato di Limburgo, come anche altri piccoli territori. Il 22 aprile 1816 questi territori furono uniti a formare il Granducato del Basso Reno, con la capitale provinciale situata a Coblenza.

Il 22 giugno 1822, per ordine del governo prussiano, la provincia fu fusa insieme alla confinante Provincia di Jülich-Kleve-Berg a formare la Provincia del Reno. La decisione provocò sommovimenti popolari da parte degli autonomisti locali.