Fulgoridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Fulgoridae
Pyrops candelaria.jpg
Pyrops candelaria
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Paraneoptera
Sezione Rhynchotoidea
Ordine Rhynchota
Sottordine Homoptera
Sezione Auchenorrhyncha
Infraordine Fulgoromorpha
Superfamiglia Fulgoroidea
Famiglia Fulgoridae
Latreille, 1807?
Sinonimi

Fulgoridae
Duméeril, 1820?

Fulgorinae Odontoptera carrenoi

I Fulgoridi (Fulgoridae Latreille, 1807?) sono una Famiglia comprendente insetti dell'Ordine dei Rincoti Omotteri, Superfamiglia dei Fulgoroidei.

Nomenclatura zoologica[modifica | modifica wikitesto]

L'indicazione dell'Autore è incerta, in quanto differenti fonti attribuiscono una diversa paternità alla descrizione della famiglia e con date non uniformemente citate:

  • alcune fonti indicano come Autore LATREILLE[1][2].
  • Altre fonti attribuiscono la paternità della descrizione a DUMÉRIL[3][4].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I Fulgoridi sono insetti di medie o grandi dimensioni, dal corpo lungo oltre un centimetro. L'aspetto bizzarro della conformazione del capo di molte specie e le livree spesso appariscenti per i colori e disegni vivaci, conferiscono a questa famiglia una certa spettacolarità sotto l'aspetto morfologico.

Il capo è provvisto di due ocelli disposti sotto gli occhi e lateralmente rispetto alle carene laterali e antenne con flagello filiforme e non segmentato. Come nella generalità dei Fulgoroidei, i due articoli prossimali sono vistosamente ingrossati. Il rostro ha il segmento terminale più lungo che largo. Il carattere morfologico più evidente nella generalità della famiglia è il marcato prolungamento della regione fronto-clipeale in un vistoso processo, in alcuni generi di particolare lunghezza, generalmente rivolto verso l'alto.

Le ali anteriori hanno la regione costale priva di nervature trasversali e la superficie del clavo priva di granulazioni e percorsa da numerose vene trasversali. La sutura clavale non incontra il margine anale delle ali anteriori, perciò il clavo è aperto posteriormente. In fase di riposo sono ripiegate a tetto sull'addome. Le ali posteriori hanno un aspetto reticolato nella regione anale per la presenza di numerose vene trasversali. Questo carattere è importante ai fini della determinazione sistematica della famiglia.

Le zampe presentano, come in tutti i Fulgoroidei, le coxe allungate. Quelle posteriori hanno il secondo tarsomero poco sviluppato e terminante con una corona di denti.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende 570 specie ripartite in circa 110 generi[2] e distribuite in otto sottofamiglie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Name details - Fulgoridae, in ION: Index to Organism Names, Thomson Scientific. URL consultato l'11-08-2008.
  2. ^ a b (ENESFRPT) Family Fulgoridae Latreille, 1820 [collegamento interrotto], su FLOW, Fulgoromorpha Lists On the Web. URL consultato l'11 agosto 2008.
  3. ^ (EN) Name details - Fulgoridae, in ION: Index to Organism Names, Thomson Scientific. URL consultato l'11-08-2008.
  4. ^ Australian Faunal Directory. Vedi collegamenti esterni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi