Eurybrachyidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eurybrachyidae
Paropioxys jucundus.jpg
Paropioxys jucundus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Paraneoptera
Sezione Rhynchotoidea
Ordine Rhynchota
Sottordine Homoptera
Sezione Auchenorrhyncha
Infraordine Fulgoromorpha
Superfamiglia Fulgoroidea
Famiglia Eurybrachyidae
Stål, 1862
Sinonimi

Eurybrachidae

Generi

Eurybrachyidae o Eurybrachidae Stål, 1862, è una piccola Famiglia comprendente insetti dell'Ordine dei Rincoti Omotteri, Superfamiglia dei Fulgoroidei.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli Eurybrachyidae hanno capo tanto largo quanto lungo, con regione fronto-clipeale ampia e carenata lateralmente e 1-3 carene longitudinali mediane. Il margine della regione fronto-clipeale forma un angolo all'altezza delle antenne, carattere che differenzia questa famiglia da quella dei Ricaniidae.

Le ali anteriori presentano i caratteri più evidenti della famiglia: sono molto larghe e più lunghe dell'addome e presentano disegni variegati che conferiscono a questi insetti proprietà mimetiche.

Le zampe presentano, come in tutti i Fulgoroidei, le coxe allungate. Quelle posteriori hanno il secondo tarsomero poco sviluppato e privo di denti nel margine apicale.

L'addome è generalmente di colore vivace, rosso o arancio, oppure bruno.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Eurybrachyidae sono in generale associati alla vegetazione arborea. Diverse specie australiane sono associate agli Eucalyptus o alle Acacie. Sono insetti fugaci, sia per la capacità di mimetizzarsi restando immobili, sia per la facilità con cui fuggono se disturbati, spiccando salti.

Le femmine depongono le uova sulla corteccia proteggendole con una copertura di cera.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende circa 180 specie ripartite in 34 generi[1]:

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è rappresentata in Africa, Asia e Australia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ENESFRPT) Family Eurybrachidae StåL, 1862, su FLOW, Fulgoromorpha Lists On the Web. URL consultato l'8 agosto 2008.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Murray J. Fletcher, Family Eurybrachidae - Eurybrachid planthoppers, su Agricultural Scientific Collections Unit: Identification Keys and Checklists for the leafhoppers, planthoppers and their relatives occurring in Australia and neighbouring areas, New South Wales Department of Primary Industries. URL consultato l'8 agosto 2008.
  • (EN) Family Eurybrachyidae Stål, 1862, in Australian Faunal Directory, Australian Government, Department of the Environment, Water, Heritage and the Arts. URL consultato il 12 marzo 2009.
  • (EN) Eurybrachyidae - Plant Hoppers, gvcocks.homeip.net. URL consultato il 9 agosto 2008.
  • (EN) Hoppers - family Eurybrachyidae, su Lifeunseen.com. URL consultato il 9 agosto 2008.
Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi