Elisa Longo Borghini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elisa Longo Borghini
Elisa Longo Borghini 20220423.jpg
Elisa Longo Borghini nel 2022
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 59 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Trek-Segafredo
Fiamme Oro[1]
Carriera
Squadre di club
2010Cristoforetti
2011Top Girls Fassa B.
2012-2014Hitec Products
2015-2018Wiggle
2019-Trek-Segafredo
Nazionale
2011-Italia Italia
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Bronzo Rio de Janeiro 2016 In linea
Bronzo Tokyo 2020 In linea
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Bronzo Limburgo 2012 In linea Elite
Bronzo Imola 2020 In linea Elite
Bronzo Fiandre 2021 Staffetta
Argento Wollongong 2022 Staffetta
Wikiproject Europe (small).svg Europei su strada
Bronzo Goes 2012 Crono U23
Bronzo Plumelec 2016 In linea Elite
Bronzo Alkmaar 2019 Staffetta
Argento Plouay 2020 In linea Elite
Oro Trento 2021 Staffetta
Statistiche aggiornate al 24 settembre 2022

Elisa Longo Borghini (Verbania, 10 dicembre 1991) è una ciclista su strada italiana che corre per il team Trek-Segafredo. Attiva tra le Elite dal 2011, è stata medaglia di bronzo olimpica in linea nel 2016 e nel 2021 e mondiale in linea nel 2012 e nel 2020. In carriera è stata capace di vincere un Giro delle Fiandre (nel 2015) e una Parigi-Roubaix (nel 2022), nonché nove titoli nazionali, sei a cronometro e tre in linea.

È sorella di Paolo Longo Borghini, ciclista professionista, e figlia di Guidina Dal Sasso, ex sciatrice di fondo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Elisa Longo Borghini nasce nel 1991 a Verbania e cresce nella vicina Ornavasso, dove vive ancora oggi.[2] Nel 2010 debutta con la squadra veneto-trentina Cristoforetti-Cordioli gareggiando come Under-21[3]. Per il 2011 passa alla Top Girls Fassa Bortolo di Lucio Rigato, facendo così il suo esordio tra le Elite, mentre nel 2012 viene messa sotto contratto dalla formazione norvegese Hitec Products-Mistral Home, capitanata da Emma Johansson.

Proprio nel 2012 ottiene i primi successi nella massima categoria, vincendo la Woman's Bike Race di Montignoso e una tappa al Thüringen Rundfahrt in Germania. In stagione si aggiudica anche la maglia bianca della classifica giovani al Giro d'Italia, concludendo la gara al nono posto, e la medaglia di bronzo in linea ai campionati del mondo di Valkenburg, preceduta da Marianne Vos e Rachel Neylan. Conclude la stagione con la vittoria della Norges Cup a Grenland, in Norvegia[4].

Nel 2013, ancora in maglia Hitec Products, si aggiudica il Trofeo Alfredo Binda-Comune di Cittiglio, prima prova di Coppa del mondo. Si piazza poi seconda alla Freccia Vallone, altra gara di Coppa, e nella Emakumeen Euskal Bira, vincendo anche una tappa, e quarta al Giro delle Fiandre e al Giro del Trentino; è quindi costretta a saltare il Giro d'Italia per una frattura alla cresta iliaca rimediata in una caduta ai campionati italiani[5]. Nel finale di stagione si classifica ottava in linea ai campionati del mondo di Firenze.

Nel 2014 gareggia sempre con la Hitec Products. In primavera ottiene diversi piazzamenti in Coppa del mondo: è sesta al Trofeo Alfredo Binda, quarta al Giro delle Fiandre e terza alla Freccia Vallone. Laureatasi campionessa italiana a cronometro, in estate conclude al quinto posto (unica azzurra nella Top 10) il Giro d'Italia, vincendo poi due tappe e la classifica finale del Tour de Bretagne, e una tappa e la graduatoria finale del Trophée d'Or. Ai successivi campionati del mondo di Ponferrada non coglie invece risultati di rilievo.

Per il 2015 si trasferisce tra le file della Wiggle-Honda, raggiungendo la connazionale Giorgia Bronzini. In primavera, dopo il terzo posto alla Strade Bianche e il quarto al Trofeo Alfredo Binda, si aggiudica il Giro delle Fiandre in solitaria, cogliendo così il secondo successo in Coppa del mondo. Tra giugno e luglio è quindi seconda alla Philadelphia Cycling Classic (valida anch'essa per la Coppa del mondo) e ai campionati nazionali in linea, e ottava e miglior italiana al Giro d'Italia. In agosto vince due tappe e la classifica finale della Route de France; si piazza poi quarta in volata nella prova in linea dei campionati del mondo di Richmond, chiudendo quindi la stagione con il successo al Giro dell'Emilia. Nel maggio dello stesso anno viene inoltre tesserata dal Gruppo Sportivo Fiamme Oro per gareggiare nelle gare nazionali; inaugura così la sezione di ciclismo femminile del corpo sportivo della Polizia di Stato[1].

Il 7 agosto 2016 vince la medaglia di bronzo nella corsa in linea ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro, un risultato che poi riesce a ripetere il 25 luglio 2021 ai successivi Giochi olimpici di Tokyo.

Il 16 aprile 2022, al termine di una fuga di oltre 30 km, si aggiudica la seconda edizione della Parigi-Roubaix femminile.[6] Nello stesso anno conquista il Women's Tour, piazzandosi poi quarta al Giro d'Italia e sesta al Tour de France.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 (Hitec Products-Mistral Home, una vittoria)
5ª tappa Thüringen Rundfahrt (Schmölln > Schmölln)
  • 2013 (Hitec Products-UCK, due vittorie)
Trofeo Alfredo Binda - Comune di Cittiglio
5ª tappa Emakumeen Euskal Bira (Fruiz > Gatika)
  • 2014 (Hitec Products, sei vittorie)
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)
Prologo Tour de Bretagne (Plédran, cronometro)
3ª tappa Tour de Bretagne (Guingamp > Yffiniac)
Classifica generale Tour de Bretagne
4ª tappa Trophée d'Or (Cosne-Cours-sur-Loire > Cosne-Cours-sur-Loire)
Classifica generale Trophée d'Or
  • 2015 (Wiggle-Honda, cinque vittorie)
Giro delle Fiandre
3ª tappa Route de France (Nevers > Avallon)
5ª tappa Route de France (Vesoul > Planche des Belles Filles)
Classifica generale Route de France
Giro dell'Emilia
  • 2016 (Wiggle-High5, due vittorie)
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)
Giro dell'Emilia
  • 2017 (Wiggle-High5, tre vittorie)
Strade Bianche
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)
Campionati italiani, Prova in linea (con le Fiamme Oro)
  • 2018 (Wiggle-High5, una vittoria)
Giochi del Mediterraneo, Prova in linea (con la Nazionale italiana)
  • 2019 (Trek-Segafredo, due vittorie)
4ª tappa Emakumeen Bira (Oñati > Oñati)
Classifica generale Emakumeen Bira
  • 2020 (Trek-Segafredo, tre vittorie)
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)
8ª tappa Giro d'Italia (Castelnuovo della Daunia > San Marco la Catola)
Campionati italiani, Prova in linea (con le Fiamme Oro)
  • 2021 (Trek-Segafredo, quattro vittorie)
Trofeo Alfredo Binda - Comune di Cittiglio
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)
Campionati italiani, Prova in linea (con le Fiamme Oro)
Grand Prix de Plouay
  • 2022 (Trek-Segafredo, quattro vittorie)
Parigi-Roubaix
5ª tappa The Women's Tour (Pembrey Country Park > Black Mountain)
Classifica generale The Women's Tour
Campionati italiani, Prova a cronometro (con le Fiamme Oro)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 (Hitec Products-Mistral Home)
Woman's Bike Race Montignoso
Classifica giovani Giro d'Italia
Classifica giovani Thüringen Rundfahrt
Classifica scalatrici Thüringen Rundfahrt
Norges Cup - Grenland
  • 2013 (Hitec Products-UCK)
Classifica scalatrici Emakumeen Euskal Bira
  • 2014 (Hitec Products)
Classifica italiane Giro d'Italia
Classifica scalatrici Tour de Bretagne
Classifica scalatrici Trophée d'Or
Classifica giovani Holland Tour
Classifica italiane Giro d'Italia
Classifica GPM Giro d'Italia
Classifica italiane Giro d'Italia
Classifica scalatrici The Women's Tour
Classifica italiane Giro d'Italia
  • 2019 (Trek-Segafredo)
Classifica a punti Emakumeen Bira
Classifica scalatrici Emakumeen Bira
Vårgårda West Sweden TTT (cronosquadre)
  • 2020 (Trek-Segafredo)
1ª tappa Giro d'Italia (Grosseto > Grosseto, cronosquadre)
  • 2021 (Trek-Segafredo)
1ª tappa Giro d'Italia (Fossano > Cuneo, cronosquadre)
Campionati europei, Staffetta mista (con la Nazionale italiana)
  • 2022 (Trek-Segafredo)
1ª tappa Madrid Challenge by La Vuelta (Marina de Cudeyo > Marina de Cudeyo, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2011: 18ª
2012: 9ª
2014: 5ª
2015: 8ª
2016: 11ª
2017: 2ª
2018: 10ª
2019: 8ª
2020: 3ª
2021: 14ª
2022: 4ª

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Copenaghen 2011 - Cronometro Elite: 32ª
Copenaghen 2011 - In linea Elite: 57ª
Limburgo 2012 - Cronosquadre: 8ª
Limburgo 2012 - Cronometro Elite: 15ª
Limburgo 2012 - In linea Elite: 3ª
Toscana 2013 - Cronosquadre: 13ª
Toscana 2013 - Cronometro Elite: 13ª
Toscana 2013 - In linea Elite: 8ª
Ponferrada 2014 - Cronometro Elite: 15ª
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 14ª
Richmond 2015 - Cronosquadre: 4ª
Richmond 2015 - In linea Elite: 4ª
Doha 2016 - In linea Elite: 89ª
Bergen 2017 - Cronometro Elite: 18ª
Bergen 2017 - In linea Elite: ritirata
Innsbruck 2018 - Cronometro Elite: 9ª
Innsbruck 2018 - In linea Elite: 13ª
Yorkshire 2019 - Staffetta mista: 4ª
Yorkshire 2019 - Cronometro Elite: 17ª
Yorkshire 2019 - In linea Elite: 5ª
Imola 2020 - In linea Elite: 3ª
Fiandre 2021 - Staffetta mista: 3ª
Fiandre 2021 - In linea Elite: 17ª
Wollongong 2022 - Staffetta mista: 2ª
Wollongong 2022 - In linea Elite: 10ª
Coppa del mondo 2011: 52ª (17 punti)
Coppa del mondo 2012: 28ª (36 punti)
Coppa del mondo 2013: 5ª (156 punti)
Coppa del mondo 2014: 8ª (255 punti)
Coppa del mondo 2015: 4ª (350 punti)
World Tour 2016: 5ª (523 punti)
World Tour 2017: 5ª (630 punti)
World Tour 2018: 11ª (649,43 punti)
World Tour 2019: 13ª (646,33 punti)
World Tour 2020: 2ª (1567,33 punti)[7]
World Tour 2021: 3ª (2509 punti)[8]

Competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Offida 2011 - Cronometro Under-23: 8ª
Offida 2011 - In linea Under-23: 6ª
Goes 2012 - Cronometro Under-23: 3ª
Plumelec 2016 - Cronometro Elite: 7ª
Plumelec 2016 - In linea Elite: 3ª
Herning 2017 - Cronometro Elite: 17ª
Herning 2017 - In linea Elite: 20ª
Glasgow 2018 - In linea Elite: 15ª
Glasgow 2018 - Cronometro Elite: 6ª
Alkmaar 2019 - Staffetta mista: 3ª
Alkmaar 2019 - In linea Elite: 17ª
Plouay 2020 - In linea Elite: 2ª
Trento 2021 - Staffetta mista: vincitrice
Trento 2021 - In linea Elite: 32ª

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Giro d'onore della Federazione Ciclistica Italiana nel 2012[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Con le vittorie di Elisa Longo Borghini il ciclismo entra nelle Fiamme oro, in Poliziadistato.it, 19 giugno 2015. URL consultato il 2 novembre 2015.
  2. ^ Paolo Marabini, Olimpiadi, la strana storia di Elisa Longo Borghini: dallo sci alle due ruote, in Gazzetta dello Sport, 8 agosto 2016.
  3. ^ La Cristoforetti Cordioli si presenta [collegamento interrotto], in Altoadigesport.it, 2 marzo 2010. URL consultato il 2 maggio 2013.
  4. ^ Norges Cup a Grenland[collegamento interrotto]
  5. ^ Domani da Giovinazzo scatta il 24º Giro Rosa [collegamento interrotto], su Girorosa.it, 29 giugno 2013. URL consultato l'11 gennaio 2015.
  6. ^ Parigi-Roubaix, trionfo per Elisa Longo Borghini, in la Repubblica, 16 aprile 2022.
  7. ^ (EN) Women’s WorldTour Ranking - Individuale Ranking 2020, su dataride.uci.ch. URL consultato l'11 dicembre 2021.
  8. ^ (EN) Women’s WorldTour Ranking - Individuale Ranking 2021, su dataride.uci.ch. URL consultato l'11 dicembre 2021.
  9. ^ SCALETTA PREMIATI GIRO D’ONORE 2012 (PDF), in Ciclonews.it. URL consultato il 23 dicembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]