Maria Cressari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Cressari
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Carriera
Nazionale
Italia Italia
 

Maria Cressari (Brescia, 1943) è un'ex ciclista su strada e pistard italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò nel 1962 e fu campionessa italiana di ciclismo su strada nel 1964, 1968, 1972 e 1973 e di inseguimento su pista nel 1973 e 1974. Giunse seconda ai campionati italiani su strada del 1969 e del 1975.

Nel 1972 ottenne a Città del Messico i record del mondo sui 5 km, 10 km, 20 km e sull'ora percorrendo 41,471 km ed infrangendo il record detenuto per 14 anni dalla lussemburghese Elsy Jacobs. Nel 1974 stabilisce al Velodromo Vigorelli di Milano il record del mondo sui 100 km.

Le tante affermazioni le valsero i soprannomi Merckx in gonnella, Mary supersprint, Mammina volante; l'ultimo dei quali fu ripreso anni dopo per Maria Canins.

Conclusa la carriera da atleta è stata direttore sportivo della nazionale femminile per quattro anni e direttore tecnico della pista per due.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Prova in linea
Campionati italiani, Prova in linea
Campionati italiani, Prova in linea
Campionati italiani, Prova in linea

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Inseguimento
Campionati italiani, Inseguimento

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Imola 1968 - In linea: 17ª
Zolder 1969 - In linea: 20ª
Leicester 1970 - In linea: 17ª
Gap 1972 - In linea: 12ª
Barcellona 1973 - In linea: 10ª

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'Oro al Valore Atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'Oro al Valore Atletico

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]