Tatiana Guderzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tatiana Guderzo
Tatiana Guderzo.jpg
Un primo piano di Tatiana Guderzo
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 54 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, pista
Squadra BePink
Fiamme Azzurre
Carriera
Squadre di club
2005-2006 Top Girls Fassa B.
2007 AA Drink
2008-2009 Gauss
2009 Michela Fanini
2010 Valdarno Women
2011-2013 MCipollini
2014 ALÉ-Cipollini
2015-2016 Hitec Products
2017 Lensworld-Kuota
2018 Hitec Products
2018- BePink
Nazionale
2002- Italia Italia
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Bronzo Pechino 2008 In linea
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Zolder 2002 Crono Jun.
Argento Verona 2004 In linea
Oro Mendrisio 2009 In linea
Bronzo Innsbruck 2018 In linea
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Bronzo Apeldoorn 2018 Ins. sq.
Wikiproject Europe (small).svg Europei su strada
Oro Otepää 2004 Crono U23
Argento Mosca 2005 Crono U23
Argento Valkenburg 2006 Crono U23
Argento Valkenburg 2006 In linea U23
Wikiproject Europe (small).svg Europei su pista
Oro St-Quentin-en-Yv. 2016 Ins. sq.
Oro Berlino 2017 Ins. sq.
Statistiche aggiornate al agosto 2018

Tatiana Guderzo (Marostica, 22 agosto 1984) è una ciclista su strada e pistard italiana che corre per il team BePink. Affiliata al Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, è stata medaglia di bronzo in linea ai Giochi olimpici di Pechino 2008 e campionessa del mondo in linea a Mendrisio nel 2009. Corre anche per il gruppo sportivo Fiamme Azzurre dal 9 Maggio 2008

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 si classificò seconda ai Campionati del mondo di ciclismo su strada di Verona a soli 20 anni, quando ancora correva nella categoria amatoriale. Passò professionista l'anno successivo nella Top Girls Fassa Bortolo-Raxy Line. Passò poi nella AA-Drink Cycling Team nel 2007, poi nella Gauss-RDZ-Ormu-Colnago nel 2008.

Nel 2005 e nel 2008 si laureò campionessa nazionale a cronometro. Nell'agosto del 2008 partecipò inoltre ai Giochi della XXIX Olimpiade a Pechino, ottenendo la medaglia di bronzo nella gara in linea. Il 26 settembre 2009 divenne quindi Campionessa del mondo in linea a Mendrisio.

Per la stagione 2010 passa al neonato Team Valdarno Women, rimanendo sempre legata al G.S. Fiamme Azzurre; quell'anno conclude il campionato del mondo a cronometro in Australia in decima posizione. L'anno dopo si trasferisce tra le file del nuovo sodalizio MCipollini-Giambenini. Nel 2015 passa alla formazione norvegese Hitec Products, e nel 2017 al sodalizio belga Lensworld-Kuota.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

5ª tappa Eko Tour Dookola Polski
Classifica generale Eko Tour Dookola Polski
Campionati europei, Prova a cronometro Under 23 (Otepää)
Campionati italiani, Prova a cronometro (Abruzzo)
2ª tappa Emakumeen Bira (Sopelana > Sopelana)
Classifica generale Westkerke
Campionati italiani, Prova a cronometro, Bergamo
Giro del Friuli
3ª tappa Giro della Toscana-Memorial Fanini (Lari > Volterra)
Campionati del mondo, Prova in linea (Mendrisio)
Campionati italiani, Prova a cronometro (Treviso)
Campionati italiani, Prova a cronometro (Valsugana)
Campionati italiani, Prova a cronometro
7ª tappa Thüringen Rundfahrt (Zeulenroda > Zeulenroda)
6ª tappa Holland Tour (Bunde > Berg en Terblijt)
1ª tappa Tour of Zhoushan Island (Shanghai > Shanghai)
Giro dell'Emilia

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica giovani Giro d'Italia
Classifica italiane Giro d'Italia
Classifica italiane Giro d'Italia
Classifica italiane Giro d'Italia

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani, Inseguimento individuale
Campionati italiani, Inseguimento individuale
Campionati italiani, Inseguimento a squadre (con Monia Baccaille e Marta Tagliaferro)
Campionati italiani, Inseguimento individuale
Campionati italiani, Inseguimento a squadre (con Monia Baccaille e Marta Bastianelli)
Campionati italiani, Scratch
Campionati italiani, Inseguimento individuale
Campionati italiani, Inseguimento a squadre (con Beatrice Bartelloni, Elena Cecchini e Marta Tagliaferro)
Campionati italiani, Corsa a punti
Campionati italiani, Inseguimento a squadre (con Beatrice Bartelloni, Elena Cecchini e Marta Tagliaferro)
Campionati italiani, Inseguimento a squadre (con Marta Bastianelli, Elena Cecchini, Simona Frapporti e Marta Tagliaferro)
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Elisa Balsamo, Simona Frapporti e Silvia Valsecchi)
Campionati europei, Inseguimento a squadre (con Elisa Balsamo, Letizia Paternoster e Silvia Valsecchi)
1ª prova Coppa del mondo 2017-2018, Inseguimento a squadre (Pruszków, con Elisa Balsamo, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2006: 7ª
2007: 5ª
2008: 4ª
2009: 7ª
2010: 3ª
2011: 4ª
2012: 7ª
2013: 2ª
2014: 36ª
2016: 6ª
2017: 35ª
2018: 47ª

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

Zolder 2002 - Cronometro Juniores: 2ª
Zolder 2002 - In linea Juniores: 45ª
Hamilton 2003 - In linea Elite: 60ª
Verona 2004 - Cronometro Elite: 10ª
Verona 2004 - In linea Elite: 2ª
Madrid 2005 - Cronometro Elite: 16ª
Madrid 2005 - In linea Elite: 34ª
Salisburgo 2006 - Cronometro Elite: 22ª
Salisburgo 2006 - In linea Elite: 39ª
Stoccarda 2007 - In linea Elite: ritirata
Varese 2008 - In linea Elite: 29ª
Mendrisio 2009 - In linea Elite: vincitrice
Mendrisio 2009 - Cronometro Elite: 18ª
Melbourne 2010 - In linea Elite: 24ª
Melbourne 2010 - Cronometro Elite: 10ª
Copenaghen 2011 - In linea Elite: 108ª
Limburgo 2012 - In linea Elite: 79ª
Toscana 2013 - Cronosquadre: 5ª
Toscana 2013 - In linea Elite: 7ª
Ponferrada 2014 - In linea Elite: 37ª
Richmond 2015 - Cronosquadre: 10ª
Richmond 2015 - In linea Elite: 62ª
Doha 2016 - In linea Elite: 74ª
Innsbruck 2018 - Cronosquadre: 9ª
Innsbruck 2018 - In linea Elite: 3ª

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 1º settembre 2008. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[1]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campionessa Mondiale 2009 Corsa su strada in linea individuale»
— 18 aprile 2012;[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig.ra Tatiana Guderzo, su quirinale.it. URL consultato il 17 aprile 2011.
  2. ^ collari d'oro cerimonia 2012, su coni.it. URL consultato il 14 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]