Dario Ambrosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dario Ambrosini
Dario Ambrosini at 1949 Nations motorcycle Grand Prix.jpg
Ambrosini al Gran Premio delle Nazioni 1949, sua prima vittoria nel motomondiale
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1949 in classe 250
Stagioni dal 1949 al 1951
Mondiali vinti 1
Gare disputate 8[1]
Gare vinte 5
Podi 8
Giri veloci 5
 

Dario Ambrosini (Cesena, 7 marzo 1918Albi, 14 luglio 1951) è stato un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera iniziò al Circuito di Verona 1939, vinto in sella ad una Benelli 250. In quell'anno, in sella alla quarto di litro pesarese, vinse anche a Roma, Terni e Spoleto. Passato alla Moto Guzzi (acerrima rivale della Benelli nella quarto di litro) nella stagione 1940, resterà a Mandello del Lario sino al 1947. Al termine della stagione ritornò a Pesaro, e con la 250 anteguerra aggiornata riuscì a vincere a Cesena, Lugano, al Gran Premio di Svizzera a Ginevra e in altre gare nazionali e internazionali.

Con la nascita nel 1949 del Motomondiale le Benelli non si dimostrarono così competitive nei confronti delle Guzzi: Ambrosini riuscirà a vincere solo l'ultima gara della stagione, il Gran Premio delle Nazioni a Monza, terminando l'annata al secondo posto nella classifica finale dietro a Bruno Ruffo.

Nel 1950, invece, Ambrosini riuscì a conquistare il mondiale, vincendo tre delle quattro gare in programma, tra cui l'impegnativo Tourist Trophy. Ambrosini conquistò anche il titolo italiano della 250.

Nella stagione successiva Ambrosini riuscirà a vincere la gara inaugurale al Bremgarten, per poi arrivare secondo al TT. Per la terza gara della stagione, il GP di Francia in programma sul circuito di Albi, ad Ambrosini fu affidata una nuova versione della Benelli 250 con sospensioni telescopiche. Durante le prove della gara, però, un incidente tolse la vita all'alfiere della Casa marchigiana.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

1949 Classe Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
250 Benelli Rit 2 NE NE 1 19
1950 Classe Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
250 Benelli 1 NE NE 1 2 1 24 1º
1951 Classe Moto Flag of Spain (1945–1977).svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
250 Benelli NE 1 2 NE NE 14
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

1949 Classe Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Ulster Banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
500 Gilera Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sono considerati solo quelli in cui sono stati conseguiti punti per il campionato mondiale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]