Conor O'Shea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conor O’Shea
Dati biografici
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 188 cm
Peso 101 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union IRFU flag.svg Irlanda
Ruolo Estremo
Ritirato 2001
Carriera
Attività provinciale
1990-1996 Leinster
Attività di club¹
1996-2001 London Irish 66 (195)
Attività da giocatore internazionale
1993-2000 Irlanda Irlanda 35 (44)
Attività da allenatore
2001-2005 London Irish
2010-2016 Harlequins
2016-2019 Italia Italia

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 25 marzo 2016

Conor Michael Patrick O’Shea (in irlandese Conchúir Ó Sé; Limerick, 21 ottobre 1970) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 irlandese, già estremo della provincia di Leinster e degli inglesi London Irish, nonché 39 volte internazionale per l'Irlanda con cui ha preso parte a due edizioni della Coppa del Mondo; da maggio 2016 al novembre 2019 ha ricoperto l'incarico di commissario tecnico dell'Italia.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conor O'Shea crebbe nelle file del Leinster, franchise provinciale irlandese in cui divenne professionista; sua è la prima meta europea del Leinster, marcata nel 1995 al Giuriati di Milano in un incontro di Heineken Cup contro il Milan[1][2].

Nel 1993 debuttò per la Nazionale irlandese contro la Romania e due anni più tardi prese parte alla Coppa del Mondo di rugby 1995 in Sudafrica; fu anche nella rosa della Nazionale alla Coppa del Mondo di rugby 1999 nel Regno Unito. Nel 1996 fu a Londra dove giocò nei London Irish in English Premiership; un incidente di gioco in campionato a novembre 2000 contro il Gloucester provocò a O'Shea problemi a una caviglia[3] che non si risolsero mai definitivamente e non gli permisero più di tornare in campo tanto che a un anno dall'incidente dovette dichiarare il ritiro definitivo dall'attività[3].

Dopo un periodo come allenatore proprio dei London Irish e cinque anni nel settore sviluppo della Rugby Football Union, nel 2010 assunse l'incarico di Director of rugby (allenatore) degli Harlequins[4], alla guida dei quali si aggiudicò nel 2011-12 il titolo di campione inglese, il primo per la formazione a maglie arlecchino[5].

Di gennaio 2016 è l'annuncio da parte di O'Shea di voler lasciare gli Harlequins alla fine della stagione[6]; nonostante la conferma di essere stato contattato dalla Federazione Italiana Rugby per succedere a Jacques Brunel alla guida della Nazionale a luglio 2016[6], O'Shea non aveva tuttavia confermato alcun impegno futuro[6]. Dopo il termine del Sei Nazioni 2016 e la fine del contratto di Brunel è altresì stata resa ufficiale la notizia del conferimento dell'incarico allo stesso O'Shea, il quale è destinato ad assumere la carica al termine della stagione di campionato con gli Harlequins[7][8].

Il 16 novembre 2019 ha rassegnato le sue dimissioni come commissario tecnico dell'Italia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Julian Bennetts, Favourite O’Shea not interested in Leinster job, in Irish Examiner, 21 maggio 2015. URL consultato il 22 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2015).
  2. ^ (EN) Ruaidhri O’Connor, Conor O’Shea: “Leinster are Europe’s best team for the last six seasons”, in Irish Independent, 5 dicembre 2014. URL consultato il 22 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2015).
  3. ^ a b (EN) O'Shea forced into retirement, in Irish Times, 31 ottobre 2001. URL consultato il 22 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2015).
  4. ^ (EN) Mark Evans, “Bloodgate” saga will forever haunt Quins, in BBC, 26 marzo 2010. URL consultato il 22 giugno 2015.
  5. ^ (EN) Michael Aylwin, Harlequins edge out Leicester to claim their first Premiership title, in The Guardian, 26 maggio 2012. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  6. ^ a b c (EN) Harlequins director of rugby Conor O’Shea to leave club at end of season, in The Guardian, 20 gennaio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  7. ^ (EN) Italy name Harlequins director of rugby Conor O’Shea as new head coach, in The Guardian, 25 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.
  8. ^ (EN) Conor O'Shea: Harlequins boss confirmed as new Italy coach, in BBC, 25 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]