Francesco Vinci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Vinci
Francesco vinci III rugby 1939.jpg
Francesco Vinci nel 1939
Dati biografici
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Familiari Eugenio Vinci
Paolo Vinci
Piero Vinci (fratelli)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Italia Italia
Ruolo Tre quarti centro
Ritirato 1940
Carriera
Attività di club¹
1927-30S.S. Lazio
1930-40Rugby Roma59 (?)
Attività da giocatore internazionale
1929-40Italia Italia15 (20)
Attività da allenatore
1946-50Rugby Roma
1950Italia Italia
1951-??S.S. Lazio

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 10 maggio 2013

Francesco Vinci, talvolta menzionato come Vinci III (New York, 2 maggio 1910 – ...), è stato un rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 italiano, tre quarti centro, membro fondatore del Rugby Roma e della S.S. Lazio Rugby, componente della formazione dell'incontro d’esordio della Nazionale italiana della quale fu, in seguito, anche allenatore.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato a New York (Stati Uniti), figlio del diplomatico Adolfo Vinci, Francesco era il terzo di quattro fratelli, tutti dediti al rugby; per tale ragione è conosciuto anche come Vinci III.

Insieme ai suoi fratelli Eugenio, Paolo e Piero fu tra i fondatori, nel 1927, della prima squadra di rugby a Roma, la branca rugbistica della Polisportiva Lazio[1], e scese in campo nella prima gara di tale disciplina disputata nella Capitale, contro il XIII Leonessa Brescia allo Stadio Nazionale[1]; prese, ancora, parte al primo campionato assoluto di rugby, giungendo fino alla finale persa contro l'Ambrosiana.

Nel 1929 a Barcellona fu, ancora insieme ai suoi tre fratelli, in campo per la partita d'esordio della Nazionale italiana di rugby, contro la Spagna, anch'essa al suo debutto internazionale.

Il 21 ottobre 1930, nell'appartamento di famiglia nella zona di villa Torlonia, i quattro fratelli Vinci furono tra i soci fondatori della Rugby Roma[2]: con tale squadra Francesco Vinci si aggiudicò due scudetti nel 1935 e nel 1937 e, dopo la guerra, divenutone allenatore[3][4], guidandola a ulteriori due titoli nel 1948 e 1949.

Francesco Vinci vanta il singolare primato di essere l'ultimo marcatore del rugby internazionale tra le due guerre: il 5 maggio 1940, data della sua quindicesima e ultima presenza in nazionale, realizzò infatti a Stoccarda contro la Germania un calcio in drop che diede all'Italia la vittoria finale per 4-0[5]. La seconda guerra mondiale interruppe qualsiasi attività internazionale, che riprese solo nel 1946.

Nel 1950 Vinci fu, per un breve periodo, allenatore della Nazionale e, nel 1951, fu l'artefice della rifondazione della sezione rugbistica della S.S. Lazio[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Storia del Club, su laziorugby.it, S.S. Lazio Rugby. URL consultato il 20 maggio 2013 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2017).
  2. ^ Eduardo Lubrano, Rugby Roma, 70 anni alla meta, in la Repubblica, 25 ottobre 2000. URL consultato il 31 gennaio 2019.
  3. ^ Vinci allenatore della Rugby Roma, in Corriere dello Sport, 13 dicembre 1946, p. 2. URL consultato il 16 aprile 2019.
  4. ^ Paolo Ricci Bitti, Rugby, la gloria Tartaglini, 90 anni, romano: «Sono il più anziano», in il Messaggero, 2 febbraio 2013. URL consultato il 20 maggio 2013.
  5. ^ Collins, p. 204.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]