Giuseppe Sessa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Sessa
Giuseppe Sessa.jpg
Giuseppe Sessa
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Carriera
Squadre di club
ASSI Milano
Internazionale
Nazionale
1927 Italia Italia 1 (0)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Seconda linea
Ritirato 1934 - giocatore
Carriera
Squadre di club
1925-1927Italia? (?)
1927-1928US Milanese? (?)
1928-1929Ambrosiana
1929-1934Amatori Milano
Nazionale
1930 Italia Italia 1 (0)
Carriera da allenatore
1936-????Amatori Milano
1938-1940Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Carriera
Squadre di club1
1912-1924Juventus Italia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Sessa (Milano, 25 ottobre 1895Milano, 25 maggio 1985) è stato un cestista, rugbista a 15, calciatore e allenatore di rugby a 15 italiano.

Ha militato nella Nazionale di pallacanestro ed in quella di rugby; di quest'ultima è stato anche allenatore. Ha inoltre giocato in Prima Categoria di calcio con la maglia della Juventus Italia. Ha vinto scudetti nella pallacanestro e nel rugby (da giocatore e da allenatore).

In carriera ha disputato circa 500 partite di pallacanestro, 350 di calcio, e 100 di rugby[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha vinto tre scudetti: il primo nel 1923 con l'ASSI Milano; i due successivi nel 1926 e nel 1927 con l'Internazionale Milano.

Vanta una presenza con la maglia della Nazionale. Il 18 aprile 1927 scese in campo contro la Francia, in occasione della seconda partita della storia dell'Italia; vinsero gl'italiani 22-18, ma Sessa non realizzò alcun punto.

L'intera squadra di rugbisti dello S.C. Italia. In piedi da sin.: Mapelli (col cappello), Binda, il conte Jacini (dietro), Sessa, Caccianiga, Stucchi, Bricchi, Rampoldi (il presidente), Salvi, Dott. Paselli, Dupont, Quaranta e dirigente. In ginocchio da sin: Centenari, Cesani, Pagetti, Campagna, Marimonti. A terra: Maffioli, Cordex, Agosti e il massaggiatore.

Rugby[modifica | modifica wikitesto]

Sessa disputò un incontro nella Nazionale di rugby a 15: il 29 maggio 1930 scese in campo a Milano contro la Spagna, in occasione del secondo incontro della storia della selezione italiana[2].

In carriera è stato giocatore e allenatore dell'Amatori Rugby Milano[1][3]. Ha vinto 5 campionati da giocatore, dalla stagione 1929-1930 a quella 1933-1934; è subentrato a Julien Saby alla guida della squadra, vincendo scudetti anche da allenatore[1].

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Sessa fu anche calciatore, di ruolo terzino destro; nel corso degli anni dieci militò infatti nella Juventus Italia Football Club, con cui disputò vari campionati di Prima Categoria per poi concludere la carriera in Prima Divisione 1923-1924[1][4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

Rugby a 15[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d L'Amatori vincerà quest'anno il suo XIII campionato di rugby?, in Il Littoriale, 4 novembre 1942, p. 4.
  2. ^ Marco Tiles, Manfredi Maria Giffone, Elogio del rugby. Sport degli ultimi guerrieri, Castelvecchi, 2005, p. 115, ISBN 978-88-7615-058-6.
  3. ^ Rugby - La selezione italiana nell'incontro di Perpignano, in Il Littoriale, 22 dicembre 1938, p. 3.
  4. ^ "Annuario Italiano del Football 1914-15" edito da Guido Baccani, scheda a pag. 103: alto m. 1,76 peso kg. 76 - "Annuario Italiano del Football 1919-20" edito da Guido Baccani, scheda a pag. 103: alto m. 1,76 peso kg. 76 - "Cent'anni di Atalanta 1907-2007 - L'atalantina" di Elio Corbani e Pietro Serina, tabellino di Atalanta-Juventus Italia 0-2 stagione 1923-24 pag. 38.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Giordani (a cura di), Almanacco Illustrato del basket '87, Modena, Edizioni Panini, 1987, p. 314.
  • Cinquant'anni di sport - Sport Club Italia 1908-1958, Milano, Sport Club Italia, 1958, p. 12.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]