Braam Steyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Braam Steyn
Braam Steyn 2017.jpg
Steyn a Parma durante un raduno della nazionale italiana (2017)
Dati biografici
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 192 cm
Peso 104 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Sudafrica Sudafrica
Italia Italia (dal 2016)
Ruolo Terza linea centro
Franchigia Benetton URC
Carriera
Attività giovanile
2009-12Natal Sharks
Attività provinciale
2012Natal Sharks2 (0)
Attività di club[1]
2012-13Mogliano13 (25)
2013-15Calvisano36 (135)
Attività in franchise
2013-15Zebre2 (0)
2015-Benetton66 (55)
Attività da giocatore internazionale
2016-Italia Italia44 (15)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 10 dicembre 2020

Abraham Jurgens "Braam" Steyn (Cradock, 2 maggio 1992) è un rugbista a 15 sudafricano, attivo nel ruolo di terza linea centro del Benetton in Pro14 ed internazionale per l'Italia.


Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente dalle giovanili del Natal Sharks, nel 2012, a 19 anni, giunse in Italia nelle file del Mogliano con cui vinse lo scudetto alla sua prima stagione; l'anno successivo fu a Calvisano dove divenne permit player della franchise delle Zebre e si laureò campione d'Italia per la seconda volta nel 2014.

Nel 2015 fu ingaggiato dal Benetton[1] e a dicembre di quell'anno divenne idoneo, per residenza, a rappresentare a livello internazionale l'Italia dopo che in patria aveva vinto, con la nazionale Under-20 sudafricana, il mondiale di categoria tre anni prima.

Debuttò con la nazionale azzurra a Roma nel Sei Nazioni 2016 contro l'Inghilterra mentre a Treviso consolidava la sua posizione di acquisto di sicuro affidamento; divenuto tra i protagonisti della crescita tecnica del club, nel 2019 riuscì a giungere al play-off per la semifinale di Pro14 segnalandosi come tra i migliori nel suo ruolo tanto da essere inserito nel XV ideale della stagione[2].

Nel corso dell'anno giunse anche la convocazione per la Coppa del Mondo 2019 in Giappone[3] con l'Italia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Calvisano: 2013-14, 2014-15
Mogliano: 2012-13
Calvisano: 2014-15

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Sudafrica Under-20: 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rugby: Campagnaro british. Treviso su Steyn, Ferrari, Filippetto, in la Tribuna di Treviso, 23 gennaio 2015. URL consultato il 29 ottobre 2019.
  2. ^ Pro 14, Crowley miglior coach: «Onorato, è frutto del lavoro», in la Tribuna di Treviso, 6 maggio 2019. URL consultato il 29 ottobre 2019.
  3. ^ O’Shea, ecco i 31 per il Giappone. Per Parisse quinto Mondiale, in La Gazzetta dello Sport, 18 agosto 2019. URL consultato il 26 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]