Mogliano Rugby 1969

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mogliano Veneto Rugby S.S.D. a r.l.
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Colori bianco e blu
Simboli leone
Dati societari
Città Mogliano Veneto
Paese Italia Italia
Sede via C. Colelli 2, 31021 Mogliano Veneto (TV)
Federazione Federazione Italiana Rugby
Campionato TOP10
Fondazione 1956
Rifondazione 1969
Sponsor tecnico Canterbury of New Zealand
Presidente Daniele Bovolato
Allenatore Salvatore Costanzo
Palmarès
Scudetto
1 Scudetti
Stadio
stadio Maurizio Quaggia
(786 posti)
Dati aggiornati al 1º aprile 2022

Il Mogliano Veneto Rugby SSD è un club italiano di rugby a 15 con sede a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso.

Costituitosi già nel 1956, è nel 1969 che venne ufficialmente fondata l'Associazione Sportiva Rugby Mogliano. Passato nel corso degli anni attraverso diversi assetti societari, tra cui la parentesi San Marco Rugby Club tra il 2004 e il 2009 per fusione col Rugby Silea, e già disputante la massima serie nazionale nella prima metà degli anni ottanta, al termine del campionato di Eccellenza 2012-13 si aggiudicò il suo primo storico scudetto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il rugby a Mogliano Veneto[modifica | modifica wikitesto]

Il rugby a Mogliano Veneto arrivò nel 1956 con la nascita dell'Associazione Sportiva Rugby Mogliano; due anni più tardi l'Associazione si iscrisse al campionato nazionale di rugby a 13, disputandovi due stagioni[1].

Nel 1960 il club tornò a disputare la disciplina del rugby a 15, ma dal 1962 alcune difficoltà di natura finanziaria non permisero per sette anni di svolgere le attività con continuità[1].

Nell'ottobre 1969 il Mogliano si iscrisse al campionato nazionale di serie C, esordendo contro il Casale; la stagione terminò con la retrocessione in serie D, ma l'anno successivo venne riconquistata la categoria[1]. Negli anni settanta arrivò il nuovo logo societario, direttamente dal Sudafrica, grazie a tale Giuseppe Alessandria: il leone che tutt'oggi il club porta come simbolo. Negli stessi anni, il Comune di Mogliano Veneto concesse i terreni di via Colelli all'Associazione e nel 1976-77 il Mogliano conquistò la prima promozione in serie B: davanti a un pubblico di casa di più di 2 000 persone, la squadra, allenata da Lorenzo Levorato e presieduta da Claudio Isetta, superò la formazione piemontese del Valledora Alpignano[1].

Negli anni ottanta, con Roberto De Nipoti presidente, al termine della stagione sportiva 1982-83 il Mogliano ottenne per la prima volta la promozione in serie A, la massima serie del campionato nazionale, dove disputò due stagioni nel 1983-84 e nel 1984-85[1]. La prima stagione la squadra, nota come Fido Mogliano per ragioni di sponsorizzazione, mantenne la categoria grazie al 1º posto nella poule salvezza; la stagione successiva la formazione, nota come Lee Jeans Mogliano, si posizionò ultima nel girone, retrocedendo in serie B. A quegli anni risale anche la formazione del settore giovanile all'interno del club.

La Società cercò una nuova promozione ,sfiorandola per tre anni di fila, fino alla retrocessione in serie C1 nel maggio 1991. Tornò in serie B nel 1994-95, approdando in serie A2 nel 1998-99; successivamente, dal 2001-02, il Mogliano giocò in serie A, in quegli anni divenuta la seconda divisione nazionale.

Il San Marco Rugby Club[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione di serie A 2003-04 i club di Mogliano Veneto e Silea si fusero per fondare il "San Marco Rugby Club"[2][3]. Mentre il Rugby Silea rinunciò al proprio diritto di partecipazione al campionato, il neonato assetto societario acquisì il titolo sportivo ceduto dal club moglianese[2]; gli sponsor principali del club furono Marchiol e colorificio San Marco, rispettivamente ex title sponsor di Silea e Mogliano[4]. Fatta eccezione per la prima squadra e la formazione Under-19, i due club continuarono a gestire separatamente i propri settori giovanili[5].

La squadra azzurro-blu-arancio, che disputava le proprie gare interne allo stadio comunale di Mogliano Veneto[5], si affermò stabilmente in serie A, raggiungendo i play-off al termine del biennio 2006-07, dove dovette cedere di misura al Veneziamestre nel doppio confronto di semifinale.

Il primo scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2009 terminò l'esperienza San Marco Rugby Club e le società moglianesi si ricostituirono nel Mogliano Rugby Società Sportiva Dilettantistica[6], mantenendo il diritto sportivo e recuperando gli storici colori sociali e le divise a strisce orizzontali bianco-blu.

Nella stagione di serie A1 2009-10 la formazione del Marchiol Mogliano concluse il campionato al 2º posto dietro al Noceto; durante i play-off la squadra cedette alla S.S. Lazio nelle semifinali, ma si impose largamente nella finale per il 3º posto contro il San Gregorio, guadagnandosi sul campo una seconda promozione in Eccellenza, la massima divisione[7]. Alla prima stagione in Eccellenza il club conquistò la salvezza, classificandosi in 7ª posizione, mentre l'anno seguente ottenne un sorprendente 3º posto in stagione regolare, qualificandosi per i play-off scudetto e per la partecipazione all'Amlin Challenge Cup 2012-13. In semifinale dovette abdicare a I Cavalieri sia nella gara d'andata sia in quella di ritorno[8]. Nel 2012-13 la formazione moglianese si piazzò al quarto posto, accedendo ai play-off. Dopo aver superato il Viadana nel doppio confronto, incontrò nuovamente i Cavalieri nella finale scudetto: il 25 maggio 2013, allo stadio Enrico Chersoni di Prato, il Mogliano vinse con il punteggio di 16-11, conquistando il primo scudetto tricolore[9]. La squadra, presieduta da Roberto Facchini ed allenata da Umberto Casellato, si impose grazie anche a due mete di Alessandro Onori ed ai calci piazzati di Troy Nathan e Niccolò Fadalti.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Mogliano Rugby 1969[10]
  • 1956 · Nascita della prima Società di rugby a Mogliano Veneto
  • 1958-61 · Attività nel rugby a 13
  • 1961 · Affiliazione alla Federazione Italiana Rugby
  • 1961-62 · in serie C
  • 1962-69 · Cessazione dell'attività causa problemi di natura finanziaria
  • 1969· Rifondazione come A.S. “G. Magnaguagno” Mogliano
  • 1969-70 · 10º girone C serie C
    Retrocessione retrocessione in serie D
  • 1970-71 · 1º girone B serie D
    1uparrow green.svg promozione in serie C
  • 1971-72 · 5º girone B serie C
  • 1972-73 · 4º girone B serie C
  • 1973-74 · 5º girone B serie C
  • 1974-75 · 6º girone D serie C
  • 1975-76 · 7º girone C serie C
  • 1976-77 · 1º girone D serie C; vittoria spareggi promozione
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1977-78 · 8º girone A serie B
  • 1978-79 · 6º girone A serie B
  • 1979-80 · 4º girone A serie B
  • 1980-81 · 5º girone A serie B
  • 1981-82 · 1º girone C serie B; 3º girone A seconda fase; 2º girone A salvezza
  • 1982-83 · 2º girone A serie B; 1º girone A promozione
    1uparrow green.svg promozione in serie A
  • 1983-84 · 8º girone B serie A; 1º poule salvezza
  • 1984-85 · 7º girone A serie A; 8º poule salvezza
    Retrocessione retrocessione in serie B
  • 1985-86 · 5º girone B serie B; 2º girone A salvezza
  • 1986-87 · 6º girone B serie B; 2º girone B salvezza
  • 1987-88 · 2º girone A serie B
  • 1988-89 · 2º girone A serie B
  • 1989-90 · 4º girone A serie B
  • 1990-91 · 8º girone B serie B
  • 1991-92 · 9º girone B serie B
    Retrocessione retrocessione in serie C
  • 1992-93 · 1º girone C serie C
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1993-94 · 4º girone B serie B; sconfitta spareggi promozione
  • 1994-95 · 1º girone C serie B; 6º girone A promozione
  • 1995-96 · 4º girone B serie B
  • 1996-97 · 5º girone B serie B
  • 1997-98 · 2º girone B serie B
    1uparrow green.svg ripescaggio in serie A2
  • 1998-99 · 5º girone B serie A2; 5º poule salvezza
    Retrocessione retrocessione in serie B
  • 1999-2000 · 2º girone B serie B
  • 2000-01 · 1º girone B serie B; vittoria spareggio promozione
    1uparrow green.svg promozione in serie A
  • 2001-02 · 6º serie A
  • 2002-03 · 4º serie A
  • 2003-04 · 7º girone A serie A
  • 2004 · Nascita del San Marco Rugby Club per fusione col Rugby Silea
  • 2004-05 · 4º girone A serie A
  • 2005-06 · 5º girone B serie A
  • 2006-07 · 2º girone B serie A; semifinali play-off
  • 2007-08 · 4º serie A1
  • 2008-09 · 5º serie A1
  • 2009 · Ricostituzione come Mogliano Rugby SSD
  • 2009-10 · 2º serie A1; 3º play-off promozione
    1uparrow green.svg promozione in Eccellenza
  • 2010-11 · 7º Eccellenza
  • 2011-12 · 3º Eccellenza; semifinali scudetto
  • 2012-13 · 4º Eccellenza
    Scudetto.svg Campione d’Italia (1º titolo)
  • 2013-14 · 3º Eccellenza; semifinali scudetto
  • 2014-15 · 3º Eccellenza; semifinali scudetto
  • 2015-16 · 4º Eccellenza; semifinali scudetto
  • 2016-17 · 8º Eccellenza
  • 2017-18 · 10º Eccellenza
  • 2018 · Cambio denominazione in Mogliano Rugby 1969 SSD
  • 2018-19 · 9º TOP12
  • 2019-20 · in TOP12; campionato sospeso per la pandemia di COVID-19 in Italia
  • 2020-21 · 6º TOP10
  • 2021-22 · 9º TOP10

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

I colori sociali del Mogliano sono da sempre il bianco ed il blu[10], solitamente disposti a strisce orizzontali alterne sulle prime uniformi delle varie formazioni del club.

Sullo stemma del club è presente un leone[10], che rimanda al Leone di San Marco, nome utilizzato dal sodalizio col Rugby Silea negli anni 2000, secolare simbolo della città di Venezia, della sua antica Repubblica e attuale simbolo del Comune e della Provincia di Venezia, nonché della Regione Veneto.

Divise storiche[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Mogliano
1956
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Mogliano
1969
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Mogliano
anni 1970
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Mogliano
anni 1980
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
San Marco
2004-08
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
San Marco
2008-09
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
San Marco
2008-09
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Marchiol Mogliano
scudetto 2012-13
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Marchiol Mogliano
scudetto 2012-13

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
Presidenti
  • 1956-1969 ...
  • 1969-1971 Italia Francesco Zanardo
  • 1971-1973 Italia Giuseppe Alessandra
  • 1973-1980 Italia Claudio Isetta
  • 1980-1984 Italia Roberto de Nipoti
  • 1984-1985 Italia Guglielmino Tortato
  • 1985-1987 Italia Federico Geremia
  • 1987-1990 Italia Vincenzo Pimpinelli
  • 1990-1992 Italia Claudio Isetta
  • 1992-1996 Italia Ennio Vesco
  • 1996-1999 Italia Federico Geremia
  • 1999-2009 Italia Paolo Ferraresi
  • 2009-2015 Italia Roberto Facchini
  • 2015-2016 Italia Lucio Marin
  • 2016-2018 Italia Armando Corò
  • 2018-2021 Italia Maurizio Piccin
  • 2021-2022 Italia Massimiliano Piccin
  • 2022- Italia Daniele Bovolato

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

La Società moglianese presenta un settore giovanile capillare, con rappresentative in tutte le categorie del vivaio sia nel settore junior sia in quello del mini rugby. In particolare, al termine della stagione sportiva 2014-15 il Marchiol Mogliano Under-18 si aggiudicò il titolo di campione d'Italia juniores superando in finale la Capitolina per 19-16[11][12].

Il mini rugby, invece, vanta svariate affermazioni nel celebre trofeo “Città di Treviso”, fino al 2016 noto come Trofeo Topolino; di seguito: Under-6/7 nel 2009 come Lions Mogliano, Under-8/9 nel 1994 e poi nel 2010 come Lions Mogliano, Under-10/11 nel 1992, 1995, 2011, e nel 2012 come Lions Mogliano, Under12/13 nel 1993 e 2014, Under-14/15 nel 1995, 2008 e nel 2016 ad ex aequo col Benetton[13].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Le stagioni sportive del club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega.

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Stagioni del Mogliano Veneto Rugby

Stagione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Mogliano Veneto Rugby 2022-2023.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Manuale informativo della Società stagione sportiva 2019-2020 – Storia della Società (PDF), su rugbymogliano.it, 28 agosto 2019, pp. 3-5. URL consultato il 21 gennaio 2021.
  2. ^ a b Tre squadre romane ripescate in serie A, in la tribuna di Treviso, 31 luglio 2004. URL consultato il 20 settembre 2020.
  3. ^ Rugby, rivoluzione nel torneo di A, in Messaggero Veneto, 31 luglio 2004. URL consultato il 20 settembre 2020.
  4. ^ Bresolin e Zaffalon, un tandem per il Marchiol San Marco, in la tribuna di Treviso, 31 luglio 2004. URL consultato il 20 settembre 2020.
  5. ^ a b Al Marchiol San Marco sprint fra Coppo e Zaffalon per la panchina della A, in la tribuna di Treviso, 28 luglio 2004. URL consultato il 20 settembre 2020.
  6. ^ Serie A: i tre... Mogliano diventano uno solo, in la tribuna di Treviso, 10 giugno 2009. URL consultato il 25 maggio 2020.
  7. ^ Festa Mogliano, Catania spazzato via, in la tribuna di Treviso, 24 maggio 2010. URL consultato il 25 maggio 2020.
  8. ^ Mogliano si ferma nella pioggia di Prato. Ma quanti rimpianti, in la tribuna di Treviso, 7 maggio 2012. URL consultato il 25 maggio 2020.
  9. ^ Rugby, Mogliano campione d'Italia: Prato ancora k.o., in la Repubblica, 25 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2020.
  10. ^ a b c Rugby 2022, p. 100.
  11. ^ Rugby 2022, p. 10.
  12. ^ Lorenzo Fracassi, Mogliano campione d’Italia Under 18, in la tribuna di Treviso, 8 giugno 2015. URL consultato il 26 maggio 2020.
  13. ^ Rugby 2022, p. 13.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Pacitti e Francesco Volpe, Rugby 2022, Roma, Zesi, 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby