Alan Quinlan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alan Quinlan
Dati biografici
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 191 cm
Peso 105 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union IRFU flag.svg Irlanda
Ruolo Terza linea ala
Ritirato 2011
Carriera
Attività provinciale
1996-2002 Munster 15 (5)
Attività di club¹
2001-2011 Munster 107 (90)
Attività da giocatore internazionale
1999-2008 Irlanda Irlanda 27 (30)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 4 marzo 2015

Alan Quinlan (in gaelige Ailín Ó Caoindealbhain; Tipperary, 13 luglio 1974) è un ex rugbista a 15, giornalista e commentatore televisivo irlandese, per 15 anni terza linea ala del Munster e internazionale per l'Irlanda, con cui prese parte a tre edizioni della Coppa del Mondo.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Tesserato per lo Shannon lungo tutta la sua carriera rugbistica, rappresentò l'Irlanda a livello Under-20 nel 1993 ed entrò nel 1996 nei ranghi della formazione provinciale di Munster, con la quale disputò il campionato interprovinciale irlandese; dopo la scuola si impiegò come meccanico presso un autosalone di Tipperary, ma lasciò il lavoro per impegnarsi a ottenere un ingaggio professionistico[1], che giunse nel 1997 proprio a opera del Munster.

Quinlan debuttò in Nazionale irlandese durante la Coppa del Mondo di rugby 1999, nel corso del girone che si tenne a Dublino, avversaria la Romania[2]. Il suo secondo incontro internazionale fu, tuttavia, più di un anno dopo, nel corso del Sei Nazioni 2001 a Roma contro l'Italia; nel corso della sua carriera internazionale, durata in totale 9 anni, totalizzò 27 presenze, incluse quelle alla Coppa del Mondo di rugby 2003 in Australia; convocato anche per la Coppa del Mondo di rugby 2007 in Francia[3] non fu, tuttavia, mai schierato in tale edizione di competizione.

Nel 2009 fu convocato dai British and Irish Lions per il loro tour in Sudafrica[4], ma una squalifica sopravvenuta per un incidente di gioco contro Leo Cullen del Leinster gli causò una sospensione di 12 settimane che gli fece perdere l'appuntamento con la selezione interbritannica, circostanza che anni dopo Quinlan definì causa di depressione fino alla soglia del suicidio[5].

Nell'aprile 2011 annunciò il suo ritiro dalle competizioni alla fine della stagione[1] e, dopo il termine della carriera agonistica, iniziò quella di giornalista, columnist e commentatore sportivo per Sky Sports e l'Irish Times[6].

Quinlan vanta anche un invito nella selezione dei Barbarians, nel 2010 a Twickenham contro un XV dell'Irlanda[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) “I Lived the Dream but now's Time to Call it a Day”, in Daily Mirror, 14 aprile 2011. URL consultato il 4 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Irish with back row trouble, in BBC, 14 ottobre 1999. URL consultato il 4 marzo 2015.
  3. ^ (EN) 2007 Rugby World Cup Squads, in The Daily Telegraph, 13 agosto 2007. URL consultato il 4 marzo 2015.
  4. ^ (EN) O'Connell named as captain in 37-man Lions squad, in The Guardian, 21 aprile 2009. URL consultato il 19 agosto 2013.
  5. ^ (EN) Ian Stafford, Quinlan: I felt suicidal over missing out on Lions… I hope Dylan gets the help he needs, in Daily Mail, 1º giugno 2013. URL consultato il 4 marzo 2014.
  6. ^ (EN) Irene Feighan, The Shape I'm In: Alan Quinlan, ex-Munster and Ireland rugby player, in Irish Examiner, 1º dicembre 2013. URL consultato il 4 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2015).
  7. ^ (EN) O'Kelly and Quinlan to face Ireland, in ESPN Scrum, 1º giugno 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN170241960 · LCCN: (ENn2011026933 · ISNI: (EN0000 0001 1909 2062