Châteauneuf-Villevieille

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castelnuovo
comune
(FR) Châteauneuf-Villevieille
Castelnuovo – Stemma
Castelnuovo – Veduta
Veduta dal colle di Castelnuovo
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneContes
Territorio
Coordinate43°48′33″N 7°17′50″E / 43.809167°N 7.297222°E43.809167; 7.297222 (Castelnuovo)Coordinate: 43°48′33″N 7°17′50″E / 43.809167°N 7.297222°E43.809167; 7.297222 (Castelnuovo)
Altitudine650 m s.l.m.
Superficie8,4 km²
Abitanti857[1] (2009)
Densità102,02 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale06390
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06039
Nome abitantiMadounencs (FR)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Castelnuovo
Castelnuovo
Sito istituzionale

Châteauneuf-Villevieille (in italiano Castelnuovo[2], ormai desueto) è un comune francese di 857 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Gli abitanti sono chiamati Madounencs.

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Sin dal 1388, con la Contea di Nizza, prima nella Contea di Savoia e poi nel Ducato di Savoia, ed infine nel regno di Sardegna e Piemonte fino al 1860, il comune si è sempre chiamato Castelnuovo o Castelnovo.

Per un secolo, dal 1861 al 1961, il comune ormai passato alla Francia, si è chiamato in francese Châteauneuf, e con decreto del 10 novembre dello stesso anno, è divenuto Châteauneuf-de-Contes e infine dal 1º settembre 1992 ha preso la denominazione attuale di Châteauneuf-Villevieille.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[3][4][5], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, che gestiva ampi territori anche nelle valli del nizzardo e che nel VIII secolo a Nizza fondarono il monastero di Cimiez.

Il villaggio è fondato nel Medioevo dagli abitanti di Conti che cercavano un sito al riparo dall'insicurezza che regnava all'epoca nella valle del Paglione (Vallée du Paillon).

Giovanni di Revesto (Jean de Revest) (?-1347), cavaliere, giudice d'Avignone nel 1314, "giudice maggiore" del Piemonte nel 1322, "giudice d'appello" del regno di Sicilia nel 1331, luogotenente del Siniscalco di Francia nel 1340, fu cosignore di Castelnuovo di Conti (Châteauneuf-de-Contes), originario di Nizza e poi abitante ad Aix.

Egli era rampollo d'una famiglia installata a Nizza fin dall'ultimo quarto del XIII secolo, con Rostagno di Revesto (Rostang de Revest)[6]. Nel 1309-1310, egli sposò Sibilla Chabaud, dama di Castelnuovo (Châteauneuf), figlia del nobile Bonifacio Chabaud.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Guglielmo Stefani, Dizionario generale geografico-statistico degli Stati sardi, Torino, Pomba, 1855, p. 271.
  3. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  4. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  5. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918
  6. ^ Venturini, Evolution, t.I, p.131

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173316692 · LCCN (ENn91065050 · BNF (FRcb121008882 (data)
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia