Colomars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colomars
comune
Colomars – Stemma
(dettagli)
Colomars – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneLevens
Territorio
Coordinate43°46′N 7°13′E / 43.766667°N 7.216667°E43.766667; 7.216667 (Colomars)Coordinate: 43°46′N 7°13′E / 43.766667°N 7.216667°E43.766667; 7.216667 (Colomars)
Superficie6,73 km²
Abitanti3 291[1] (2009)
Densità489 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale06670
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06046
Nome abitantiColomarsois (FR), Colomarsesi (IT)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Colomars
Colomars
Sito istituzionale

Colomars (Colomarte in italiano) è un comune francese di 3.291 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

Colomars fa parte dell'entroterra di Nizza. La lingua parlata localmente è il dialetto nizzardo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune rappresenta una "zona residenziale", posta tra la valle del Varo ad ovest ed il fianco del Monte Calvo (Mont Chauve) ad est, e si compone di numerose frazioni.

Il paese che si trova nel "medio entroterra di Nizza", appare in una zona collinare particolarmente avvallata e ricoperta di pini, ginestre, bellissimi oliveti e alcuni vigneti.

Tra le sue attrazioni turistiche, alcuni valloni ospitano riserve geologiche e botaniche, ingentiliti da cascate e viadotti che avevano alimentato vecchi frantoi, il forte che data dal 1880, la chiesa ricostruita nel 1830, la cappella della "Sirole" inaugurata nel 1857, numerosi calvari e fontane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'epoca longobarda nel territorio operarono i monaci bedettini di San Colombano che già avevano fondato nel cuneese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, nel VII secolo l'abbazia di Taggia e nel VIII secolo a Nizza il monastero di Cimiez. Essi operavano in raccordo e con scambio di merci attraverso i valichi con i monaci dell'abbazia di Lerino, che da monaci eremiti avevano accolto in epoca longobarda la regola cenobitica di san Colombano diffondendosi anche fuori dall'isola, dalla costa da Ventimiglia fino a Seborga; furono monaci famosi per la cultura, lo studio ed il lavoro, e per la riapertura di vie commerciali, la coltivazione intensiva con nuove tecniche agricole, bonifiche terriere e terrazzamenti, e la conservazione degli alimenti; tutte le fondazioni accoglieranno verso il IX secolo la regola benedettina. Nell'XI secolo come per il monastero di Cimiez, passa alle dipenzenze dell'abbazia di Saint-Pons di Nizza.

Colomars è stata fondata nel 1070, al tempo della garanzia dei beni al monastero di Saint-Pons di Nizza da parte dei figli di Rambaldo di Nizza e Rostagno (Rostaing) di Gréolières, poi diviene dipendenza di Aspromonte.

Il comune di Colomars, fin dal 1388, ha seguito con tutta la contea di Nizza, le vicende storiche prima della Contea di Savoia e del Ducato di Savoia, e poi dopo il Congresso di Vienna, dal 1815 al 1860, le sorti del Regno di Sardegna-Piemonte.

Il decreto datato 2 giugno 1874 e firmato dal maresciallo Patrice de Mac-Mahon separa Colomars, Aspromonte e Castagnera in tre comuni distinti. La Municipalità ha celebrato in pompa magna i 125 anni del comune il 19 settembre 1999.

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma ufficiale del comune di Colomars è un blasone d'oro, a monte di fauci sommato d'un gallo del medesimo color rosso.

Cultura locale e patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233857261
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia