Moulinet (Alpi Marittime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Molinetto" rimanda qui. Se stai cercando la frazione italiana di Mazzano in provincia di Brescia, vedi Molinetto (Mazzano).
Moulinet
comune
Commune de Moulinet
Moulinet – Stemma
Moulinet – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoBlason département fr Alpes-Maritimes.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneContes
Amministrazione
SindacoGuy Bonvallet (csx) dal 2008
Territorio
Coordinate43°57′N 7°25′E / 43.95°N 7.416667°E43.95; 7.416667 (Moulinet)Coordinate: 43°57′N 7°25′E / 43.95°N 7.416667°E43.95; 7.416667 (Moulinet)
Superficie41,07 km²
Abitanti215[1] (2009)
Densità5,23 ab./km²
Comuni confinantiBreglio, Sospello, Lucéram, Lantosque, La Bollène-Vésubie
Altre informazioni
Cod. postale6380
Prefisso04
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06086
Targa06
Nome abitantiMoulinois (FR) Molinettesi (IT)
Parte diComunità della Riviera francese
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Moulinet
Moulinet
Sito istituzionale

Moulinet (in italiano, desueto, Molinetto) è un comune francese di 215 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Il dialetto parlato a Moulinet è il mentonasco, dialetto ligure con influssi occitani, e tratto roiaschi.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Moulinet è un piccolo villaggio situato a 32 km da Mentone, nel Parco nazionale del Mercantour, è attraversato dal torrente Bevera, che ha la sorgente nel Massiccio dell'Authion, a 2075 metri d'altitudine, e si getta nel fiume Roia, ad un chilometro a monte di Ventimiglia, in Italia, dopo un percorso movimentato di 38 km. La pratica della canoa è totalmente interdetta, su tutta la parte francese con divieto prefettizio.

Il paese ha visto spesso passare il Rally automobilistico di Montecarlo, di cui Moulinet è una tappa, a metà cammino dal Colle di Turini e da Sospel, situati ciascuno a 12 km.

La strada dipartimentale 2566 tra Sospel e Moulinet, è in effetti un'opera monumentale, sorretta da muri d'una decina di metri di altezza in certi punti, con curve impressionanti. La strada è sormontata a strapiombo dalla Cappella di Notre Dame de la Menour, con la Madonna delle Grazie, costruita su un costone roccioso al di sopra delle gole del Bevera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[2][3][4], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona, che gestiva ampi territori anche nelle valli del nizzardo e che nel VIII secolo a Nizza fondarono il monastero di Cimiez.

Molinetto era compreso nella Contea di Nizza ed è stato ceduto dal Regno di Sardegna alla Francia nel 1860. Il comune è stato decorato della "Medaglia d'Argento" dei villaggi di Francia negli anni 1930.

Nel corso della seconda guerra mondiale, la totalità della popolazione è stata spostata dalle truppe d'occupazione tedesche fino a Cuneo in Italia, tra il 29 settembre 1944 ed il 12 aprile 1945, per cui tale periodo è tradizionalmente evocato come quello della "deportazione" del villaggio. Questo episodio del conflitto nelle Alpi Marittime è stato oggetto di una tesi di laurea in storia contemporanea, redatta da Goulven Godon, preparata sotto la direzione di Jean-Louis Panicacci, sostenuta dinanzi all'Università di Nizza "Sophia-Antipolis" nel giugno 2004 e dal titolo "La deportazione delle popolazioni civili delle vallate del Roia e del Bevera in Italia del nord (1944-1945)".

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  3. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  4. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7343155286627287180007 · WorldCat Identities (ENviaf-7343155286627287180007
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia