Marie (Alpi Marittime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marie
comune
Marie – Stemma
(dettagli)
Marie – Veduta
Panorama di Marie, vista da lontano, sul dirupo scosceso a strapiombo
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason région fr Provence-Alpes-Côte d'Azur.svg Provenza-Alpi-Costa Azzurra
DipartimentoArms of Nice.svg Alpi Marittime
ArrondissementNizza
CantoneSaint-Sauveur-sur-Tinée
Territorio
Coordinate44°02′N 7°08′E / 44.033333°N 7.133333°E44.033333; 7.133333 (Marie)Coordinate: 44°02′N 7°08′E / 44.033333°N 7.133333°E44.033333; 7.133333 (Marie)
Superficie16 km²
Abitanti85[1] (2009)
Densità5,31 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale06420
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE06080
Nome abitantiMariols (FR), Mariolesi (IT)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Marie
Marie

Marie (in italiano Maria, ormai desueto) è un comune francese di 85 abitanti situato nel dipartimento delle Alpi Marittime della regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra.
I suoi abitanti sono chiamati les Mariols in francese ed i Mariolesi in italiano.

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

In provenzale basso alpino e nella valle del fiume Tinea si dice Mariò, e gli abitanti devono esser chiamati Lui Mariol, poiché l'abate Paul Testoris, che scriveva nel 1935 nel dialetto del villaggio, parla di Morai, anagramma di Mariò, i cui abitanti sono detti Lui Moraiol.

In lingua italiana ed in dialetto nizzardo, secondo Georges Castellana, canonico di Nizza del XX secolo, si dice proprio Marìa.

Il comune è talvolta chiamato a torto Marie-sur-Tinée.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'epoca longobarda vi operarono i monaci della potente abbazia di San Colombano di Bobbio ed al suo ricco feudo reale ed imperiale monastico[2][3][4], cui dipese l'abbazia di San Dalmazzo di Pedona.

Il comune di Maria[5] fin dal 1388 ha seguito, con la contea di Nizza le vicende storiche prima della Contea di Savoia e del Ducato di Savoia, e poi dopo il Congresso di Vienna, dal 1815 al 1860, le sorti del Regno di Piemonte-Sardegna, per essere poi annesso nel 1860 alla Francia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  3. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  4. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918
  5. ^ ^ Guglielmo Stefani, Dizionario generale geografico-statistico degli Stati sardi, Torino, Pomba, 1855, pp. 670, 671.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia