Aurano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aurano
comune
Aurano – Veduta
Panorama di Aurano da Intragna
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaCoA of Verbano-Cusio-Ossola.svg Verbano-Cusio-Ossola
Amministrazione
SindacoDavide Molinari (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate46°00′01.37″N 8°35′17.59″E / 46.00038°N 8.58822°E46.00038; 8.58822 (Aurano)Coordinate: 46°00′01.37″N 8°35′17.59″E / 46.00038°N 8.58822°E46.00038; 8.58822 (Aurano)
Altitudine683 m s.l.m.
Superficie21,16 km²
Abitanti102[1] (30-4-2020)
Densità4,82 ab./km²
FrazioniAlpe Piaggia, Alpe Segletta, Scareno, La Selva
Comuni confinantiCannero Riviera, Intragna, Miazzina, Oggebbio, Premeno, Trarego Viggiona, Valle Cannobina
Altre informazioni
Cod. postale28812
Prefisso0323
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT103005
Cod. catastaleA497
TargaVB
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 3 192 GG[2]
Nome abitantiauranesi
Patronosan Matteo
Giorno festivo21 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Aurano
Aurano
Aurano – Mappa
Posizione di Aurano nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola
Sito istituzionale

Aurano (Vran in lombardo) è un comune italiano di 102 abitanti[1] della provincia del Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte. Fa parte dell'unione montana di comuni Valgrande e del Lago di Mergozzo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è situato nel Verbano, nella Valle Intrasca superiore; parte del suo territorio è compresa nel Parco Nazionale della Val Grande, dove ricadono alcune vette auranesi, quali il Monte Zeda (2.156 m.s.l.m.), il Pizzo Marona (2.051 m.s.l.m.), la Cima Cugnacorta (1.894 m.s.l.m.) e il Monte Vadà (1.836 m.s.l.m.).

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del Parco Nazionale Val Grande (nati con l’istituzione del Sesia-ValGrande Geopark), sono stati allestiti alcuni sentieri geologici, fra cui quello denominato La nascita di un continente, che si snoda quasi interamente nel territorio comunale di Aurano, fra Piancavallo (comune di Oggebbio) e il Monte Vadà: l'itinerario ha lo scopo di spiegare il processo di formazione della crosta continentale. Il sentiero presenta dei pannelli illustrativi, distribuiti su 7 step più uno introduttivo posto al Belvedere di Piancavallo e si snoda sulla Strada Cadorna. Le litologie che affiorano appartengono tutte all'unità litotettonica della Serie dei Laghi, dove affiorano Ortogneiss (Piancavallo e Monte Vadà, quest'ultimi occhiadini), Scisti dei Laghi (Pian d'Arla), Anfiboliti e Paragneiss (gneiss minuti e cenerigneiss).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome potrebbe derivare da un prediale in -anus dal nome personale romano Laberius o derivare direttamente dal nome Laberianus, da cui nel tempo è caduta la "i"[3]

Memoria del passato sono i monumenti di pregio presenti nell'abitato del comune e nella sua frazione Scareno, oltre che la consistenza e la quantità degli alpeggi disseminati nell'intero territorio comunale. La storia di Aurano è legata strettamente alle vicende di Intra, poi frazione di Verbania, dalla cui pieve di San Vittore dipendeva fin dal tempo del Medioevo come territorio della Dagagna di San Martino, feudo della famiglia Moriggia.

Prova di questo secolare legame sono anche gli Statuta Burgi Intri, Pallantie, et Vallis Intraschae, le leggi promulgate da Gian Galeazzo Visconti nel 1393 con evidente riferimento ad un'unica comunità comprendente sia il vicino borgo di Pallanza, Intra e l'intera Valle Intrasca.

Come il vicino comune di Intragna, nel corso del XX secolo Aurano ha conosciuto un drastico spopolamento. Nel 1861 il paese contava 1093 abitanti, perlopiù dediti alla pastorizia. La popolazione, attratta dalle più redditizie attività del fondovalle è andata riducendosi fino al punto di superare appena il limite delle 100 persone.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il centro storico di Scareno, frazione di Aurano

Nucleo del borgo, abbarbicato su di un ripido sperone roccioso, si trova la settecentesca parrocchiale di San Matteo, costruita sui resti di un precedente luogo di culto, demolito nel 1712. Dalla prima metà del XVIII secolo è anche il campanile, mentre risale ai primi dell'Ottocento la datazione delle cappelle laterali, del presbiterio e del coro. Un pronao a tre arcate ne disegna con forti toni la facciata; mentre sul sagrato, adiacente alla chiesa, il ricorrente elemento della colonna sormontata da una croce ricorda come, anche Aurano, sia stato colpito dalle grandi pestilenze del XVII secolo.

Nella frazione Scareno si trova la chiesa di San Michele, connubio tra l'essenzialità delle linee costruttive tipica dell'architettura montana e la ricchezza della decorazione interna.

Un terzo edificio di culto, il piccolo oratorio della Madonna del Rosario sorge a Piaggia, tipico maggengo prealpino, ha conservato praticamente immutata l'originaria architettura. Questo piccolo alpeggio è raggiungibile da Scareno soltanto a piedi, seguendo l'antica mulattiera.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Interessante meta turistica è la capanna Pian Vadà, all'interno del Parco della Val Grande, posta a 1711 m s.l.m. con 20 posti letto[5] raggiungibile da Piancavallone.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Ugo Pampalone centro Sindaco [6]
14 giugno 1999 8 giugno 2009 Loredana Brizio lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Davide Molinari lista civica Sindaco [6]
25 maggio 2014 27 maggio 2019 Davide Molinari lista civica Alpes Sindaco [6]
27 maggio 2019 in carica Davide Molinari lista civica Uniti per cambiare Sindaco [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2020.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  3. ^ Alda Rossebastiano, Aurano, in Giuiliano Gasca Queirazza et al. (a cura di), Dizionario di toponomastica — Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, Utet, 1990, p. 47.
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Capanna Pian Vadà
  6. ^ a b c d e http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]