Massiola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Massiola
comune
Massiola – Stemma Massiola – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaCoA of Verbano-Cusio-Ossola.svg Verbano-Cusio-Ossola
Amministrazione
SindacoRenzo Albertini (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate45°54′44″N 8°19′14″E / 45.912222°N 8.320556°E45.912222; 8.320556 (Massiola)
Altitudine772 m s.l.m.
Superficie8,06 km²
Abitanti116[1] (31-12-2021)
Densità14,39 ab./km²
FrazioniMarmo, Ovasca
Comuni confinantiAnzola d'Ossola, Pieve Vergonte, Valstrona
Altre informazioni
Cod. postale28895
Prefisso0323
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT103043
Cod. catastaleF048
TargaVB
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 308 GG[3]
Nome abitantimassiolesi
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Massiola
Massiola
Massiola – Mappa
Posizione di Massiola nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola
Sito istituzionale

Massiola (Maciòla in piemontese e in dialetto ossolano) è un comune italiano di 116 abitanti[1] della provincia del Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

L'abitato di Massiola, è localizzata in media Valle Strona, a Nord dello Strona. L'elevazione massima del comune è la Cima Scaravini (2119 m s.l.m.), vetta che condivide con la confinante Anzola d'Ossola; l'elevazione minima, invece, è in località Marmo, frazione posta sulla Strada Provinciale. Massiola dista 10 km da Omegna, 25 km da Verbania e 50 km da Domodossola. L'unica via d'accesso alla località è situata a Piana di Fornero, frazione di Valstrona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Massiola deve il suo nome all'antica denominazione Massigliola, ovvero piccola masseria. Come riportato nel "Dizionario geografico" di Goffredo Casalis, gli abitati di Massiola e di Marmo, condividono gli sviluppi storici dell'intera valle: la lavorazione del legno, in special modo dei Cazzulj (ovvero dei cucchiai di legno, e l'estrazione del marmo, da cui prende il nome la località. È un comune autonomo dal 1955 (prima era inglobato nel territorio di Valstrona). Lo stemma e il gonfalone del comune di Massiola sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 13 gennaio 2003.[4]

«Partito: il primo, di azzurro, alla torre coperta di argento, murata di nero, munita in alto della bifora dello stesso, priva di porta; il secondo, di argento, all'ippocastano, sradicato, con la chioma di verde, con il tronco e le radici al naturale; al capo d'oro, caricato del falco al naturale, in atto di volare verso il lembo sinistro, con la testa in profilo, con la coda posta in sbarra. Ornamenti esteriori da Comune.»

Nell'ottobre 2020, a seguito di una forte ondata di maltempo, che ha imperversato in tutto il Cusio, il comune viene colpito da una grossa frana, che divide in due l'abitato e danneggia pesantemente l'unica via d'accesso, facendo restare isolata Massiola per numerose ore.[5]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Luigi Vitali - Sindaco [7]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Luigi Vitali lista civica Sindaco [7]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Renzo Albertini lista civica Sindaco [7]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Angelo Vitali lista civica Sindaco [7]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Angelo Vitali lista civica Sindaco [7]
27 maggio 2019 in carica Renzo Albertini lista civica Sindaco [7]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità montana Due Laghi, Cusio Mottarone e Val Strona, soppressa nel 2012. Ora fa parte dell'unione montana della Valle Strona e delle Quarne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Massiola (Verbano-Cusio-Ossola) D.P.R. 13.01.2003 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  5. ^ Drammatica nottata nel Vco, frane, smottamenti, allagamenti: primo sommario bilancio, su sdnovarese.it. URL consultato il 3 ottobre 2020.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ a b c d e f http://amministratori.interno.it/

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte