Quarna Sotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quarna Sotto
comune
Quarna Sotto – Stemma Quarna Sotto – Bandiera
Quarna Sotto – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaCoA of Verbano-Cusio-Ossola.svg Verbano-Cusio-Ossola
Amministrazione
SindacoPaolo Gromme (lista civica) dal 05/06/2016
Territorio
Coordinate45°52′N 8°21′E / 45.866667°N 8.35°E45.866667; 8.35 (Quarna Sotto)Coordinate: 45°52′N 8°21′E / 45.866667°N 8.35°E45.866667; 8.35 (Quarna Sotto)
Altitudine802 m s.l.m.
Superficie16,05 km²
Abitanti393[1] (30-4-2018)
Densità24,49 ab./km²
Comuni confinantiNonio, Omegna, Quarna Sopra, Valstrona, Varallo (VC)
Altre informazioni
Cod. postale28896
Prefisso0323
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT103059
Cod. catastaleH107
TargaVB
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiquarnesi
Patronosan Nicolao
Giorno festivo6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Quarna Sotto
Quarna Sotto
Quarna Sotto – Mappa
Posizione di Quarna Sotto nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola
Sito istituzionale
Quarnas 26.10.2013 13-34-05.JPG

Quarna Sotto (Quarnà 'd Sota in piemontese, Quarna de Sot in lombardo) è un comune italiano di 393 abitanti nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola situato sulle montagne soprastanti la città di Omegna. È detto "Paese della musica" per la secolare produzione di strumenti musicali a fiato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchiale

L'abitato si raccoglie intorno alla chiesa parrocchiale di San Nicolao ampliata nel XVIII secolo sulle fondamenta di un altro edificio sacro preesistente ma di datazione non chiara. All'interno spicca l'altare maggiore in marmi policromi, notevole anche l'organo aggiunto successivamente nel 1837 in sostituzione di quello originario, opera del varesino Luigi Maroni Biroldi.

Su via Varallo, che conduce agli alpeggi, si trova il seicentesco Oratorio del Saliente che fu affrescato all'inizio del XIX secolo da Giovanni Avondo.

Luoghi naturali[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970 fu terminata la strada carrozzabile che porta all'alpe Camasca, il più vasto e bell'alpeggio di Quarna Sotto. Esso è la sede dei festeggiamenti di San Rocco, le cui origini derivano dalla festa di Sant'Egidio, organizzata nei primi anni del Novecento da Egidio Rampone, titolare della prestigiosa fabbrica di strumenti a fiato, per celebrare il suo onomastico. La festa fu poi spostata al 16 agosto e ancora oggi è un appuntamento sentito dai quarnesi.

L'alpe Camasca fu anche sede del primo (e maggiore) lancio armi e munizioni da parte di quadrimotori statunitensi (18 gennaio 1945), la località fu scelta in quanto sede stabile, fin dal 1943, di un gruppo di partigiani. Nel 1944 tutte le baite dell'alpe furono date alle fiamme decretando la fine delle tradizionali attività di coltivazione e allevamento dell'alpeggio dove, fino a quell'epoca, gran parte della popolazione di Quarna Sotto trascorreva i mesi estivi. Attualmente l'alpe è percorsa da numerosi sentieri per escursioni tra le quali la salita alla Massa del Turlo[2] e al Monte Croce.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima metà del XIX secolo, su iniziativa di alcuni artigiani che avevano appreso il mestiere a Milano, prese avvio a Quarna Sotto la produzione di strumenti a fiato. Nel 1818 venne fondata la ditta Agostino Rampone, che nel 1910 assunse il nome di "Ditte Riunite Agostino Rampone e Giovan Battista Cazzani", poi Rampone & Cazzani, tuttora in attività[3]. Attualmente condotta dalla famiglia Zolla, discendente del ramo Rampone, opera in un'unica sede a Quarna Sotto e, rifacendosi all'antica tradizione, si dedica alla costruzione a mano di strumenti musicali[4].

Nel paese è attivo il corpo musicale "Comm. Egidio Rampone", nato nel 1906 sulla scia della già esistenti "Società Filarmonica" di Quarna Sopra e del corpo musicale "S. Cecilia" di Omegna. Da allora, è sempre presente nei momenti di svago e della vita celebrativa della comunità, oltre che essere un'espressione di cultura. Ha inoltre contribuito alla crescita della sensibilità musicale della popolazione, in particolare con l'istituzione nel 1986 della scuola di musica intitolata al maestro Giovanni Rampone, che ancora oggi si impegna a formare i ragazzi nell'età della scuola primaria e media, insegnando l'uso di uno strumento musicale e impartendo le nozioni teoriche del linguaggio musicale[5].

Dal 1980, il paese ospita la rassegna musicale "Quarna, un paese per la musica", che ogni anno porta tra le vie quarnesi la musica dal vivo di artisti di fama internazionale e meno noti, e offre eventi di musica jazz, classica, bandistica, contemporanea.

Museo[modifica | modifica wikitesto]

È possibile visitare il "Museo Etnografico e dello Strumento Musicale a Fiato" dedicato all'argomento, in cui sono esposti strumenti musicali e vengono illustrate le tecniche artigianali di costruzione.

Il "buen ritiro" di Carlo Casanova[modifica | modifica wikitesto]

Quarna Sotto fu il "buen ritiro" del pittore acquafortista Carlo Casanova, che scoprì nella primavera del 1903; da allora l'artista trascorse molti giorni nella natura bucolica del paese, dipingendo "en plein air" tra i boschi, gli alpeggi e le amate betulle. Soggiornò a lungo nella località il Post, sulla montagna Cerei che sovrasta il lago d'Orta.

Sfollato con la famiglia da Milano nel 1942, elesse Quarna a proprio domicilio, acquistando una casa rurale in località Pradera da un cavatore di granito locale. Ristrutturata l'abitazione, vi visse sino alla primavera del 1950 quando spirò, al fianco della moglie Bianca Riva, poetessa, e delle figlie Fioranna e Luisella. Nella stessa casa di via Rampone, vive oggi il nipote del pittore. Le opere di Carlo Casanova si trovano nei musei di Milano, Firenze, Roma e Venezia, ma anche all'estero, tra cui Londra, Liegi, Buenos Aires, Lima, New York e Tokio, portando le nel mondo le immagini di Quarna. L'artista è sepolto con la moglie e le figlie nel locale camposanto.

La tomba di Enrico Cecchetti[modifica | modifica wikitesto]

Per desiderio del nipote prof. Giorgio Cecchetti, fondatore ed ex Presidente del locale "Museo etnografico e dello strumento musicale a fiato", riposano nel piccolo cimitero di Quarna Sotto situato all'ingresso del paese, le spoglie di Enrico Cecchetti, celebre coreografo italiano del Novecento. La tomba è meta di ballerini, coreografi e studiosi della danza che giungono da ogni parte del mondo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Quarna Sotto è raggiunta dalla Strada Provinciale 51 detta "delle Quarne".

L'autolinea Omegna-Quarna la collega con Omegna.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2 maggio 1997 14 maggio 2001 Marco Rampone lista civica Sindaco [7]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Romano Coppi lista civica Sindaco [7]
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Giovanni Forni lista civica Sindaco [7]
16 maggio 2011 6 giugno 2016 Matteo Ceresa Sindaco [7]
6 giugno 2016 in carica Paolo Gromme lista civica: Quarna Sindaco [7]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità montana Due Laghi, Cusio Mottarone e Val Strona.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Quarna: una tradizione musicale, Luigi Dresti (1993)
  • Noi delle Quarne, dal '26 ad oggi, Innocenzo Trentani (1996)
  • La scala del Bugér & altre leggende quarnesi, Natale Ciocca Vasino (1999)
  • Una memoria lunga novant'anni, Luigi Rondolini (2001, Interlinea Edizioni)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2018.
  2. ^ Massa del Turlo, Stefano Torri, itinerario sul sito www.torriste.it Archiviato il 9 ottobre 2010 in Internet Archive. (consultato nel maggio 2010)
  3. ^ Un passato glorioso - R1 Jazz - Sassofoni artigianali Rampone e Cazzani, su www.ramponecazzani.com. URL consultato il 26 aprile 2019.
  4. ^ Storia presente - R1 Jazz - Sassofoni artigianali Rampone e Cazzani, su www.ramponecazzani.com. URL consultato il 26 aprile 2019.
  5. ^ Corpo Musicale "Comm. Egidio Rampone", su Comune di Quarna Sotto. URL consultato il 26 aprile 2019.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ a b c d e http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247835025 · WorldCat Identities (EN247835025
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte