Remo Remotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« La situazione edipica con questa giovane e bella madre poteva fare di me quello che si chiama un frocio perso, o peggio ancora «un frocio da pisciatoio». Mi sono salvato grazie alla mia passione per le donne e sono diventato invece un Casanova. Secondo gli psicoanalisti è la stessa cosa, secondo me invece sono due cose ben diverse »
(Remo Remotti, Diario segreto di un sopravvissuto, p.11)
Remo Remotti con Nanni Moretti in Bianca (1984)

Remo Remotti (Roma, 16 novembre 1924) è un umorista, poeta e attore italiano, nonché pittore, scrittore, scultore, cantante e drammaturgo.

Ha lavorato, tra gli altri, con Francis Ford Coppola, Marco Bellocchio, Nanni Moretti, Ettore Scola, i fratelli Taviani, Werner Masten, Peter Ustinov, Nanni Loy, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Antonello Salis e Carlo Verdone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Roma nel 1924, rimane orfano di padre a 12 anni, si laurea in legge e si trasferisce in Perù dove scopre il mondo dell'arte frequentando corsi serali. Rientrato in Italia trova lavoro a Milano e nel 1960 si sposa con Maria Luisa Loy, sorella del regista Nanni Loy. Frequenta l'ambiente artistico milanese ed espone i suoi quadri in gallerie private. Nel 1968 si trasferisce in Germania, dove era già stato per qualche tempo nel 1964 come assistente di Emilio Vedova, e vi rimane fino al 1971.

Successivamente torna a vivere in Italia e inizia il suo lavoro nel mondo dello spettacolo con Marco Bellocchio, Renato Mambor, Rodolfo Roberti, Nanni Moretti, Carlo Mazzacurati, Egidio Erodico e altri. Ha scritto e messo in scena quattro suoi pezzi teatrali. Nel 2001 è tra gli interpreti della serie televisiva Casa famiglia. Inoltre, ha recitato in Stiamo bene insieme, Quei due sopra il Varano, I Cesaroni, Il Papa buono, Un medico in famiglia ed è apparso nella trasmissione televisiva Chi ha incastrato Peter Pan?.

Ha preso parte a numerosi cortometraggi ed è stato premiato due volte come migliore attore. La prima con il regista Claudio Proietti e la seconda al XV festival di Trevignano 2009. Dagli anni duemila si cimenta in spettacoli dal vivo accompagnato da amici artisti quali Paolo Zanardi, gli Elettrofandango, Andrea Evangelisti e il presentatore Vladimiro.

Festeggia i suoi novant'anni esponendo i suoi quadri e sculture nella mostra "Ho rubato la marmellata" presso la galleria De Crescenzo & Viesti di Roma. Sue opere sono presenti alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma.

Influenze nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Remo Remotti ha partecipato a tre canzoni dell'album: Ancora Noi... Ancora Oi! del gruppo Oi! romano Automatica Aggregazione uscito nel 2010. Più precisamente ha recitato alcuni versi nella prima, nella seconda, e nell'ultima traccia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Sesso da ospizio. Coniglio, 2008.
  • Diario segreto di un sopravvissuto. Einaudi, 2006.
  • Sto per diventare quasi famoso. Nobus, 2006.
  • Diventiamo angeli: le memorie di un matto di successo. DeriveApprodi, 2001.
  • Memorie di un maniaco sessuale di sinistra. Noubs.
  • Donne etc.. Noubs.
  • Ho rubato la marmellata. Parole Gelata.
  • Una mina nella memoria - Lettera a Antonio Papasso, 1986

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le teche Rai
  • Gli attori Gremese editore Roma 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]