Province illiriche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Province illiriche
Imperial Coat of Arms of France (1804-1815).svg Flag of France.svg
(dettagli) (dettagli)
Informazioni generali
Nome ufficiale Provinces illyriennes
Nome completo Province illiriche
Capoluogo Lubiana
Dipendente da Francia Francia
Suddiviso in 11 dipartimenti (1809-1811)
7 intendenze (1811-1814)
Evoluzione storica
Inizio 1809 con Auguste Marmont
Vincenzo Dandolo
Causa Trattato di Schönbrunn
Fine 1814
Causa occupazione da parte dell'Impero d'Austria
Mappa geografica
Italia 1810.jpg
L’impero francese con le Province illiriche nel 1811.
Il confine tra Regno d’Italia e le Province illiriche scorreva lungo l’Isonzo dalla foce alle sorgenti.

Le Province illiriche (in francese: Provinces illyriennes) furono un'unità amministrativa francese dell'epoca napoleonica, creata con l'unione dei territori ceduti dall'Impero Austriaco e dal Regno Italico napoleonico all' Impero Francese per effetto del trattato di Schönbrunn (1809).

Le Province illiriche, istituite con capitale Lubiana, comprendevano tutta la Dalmazia, l'Istria, il litorale croato (coi territori del "confine militare" detto Krajina), la Carniola, la contea di Gorizia e Gradisca, Trieste e parte della Carinzia e del Tirolo (la Val Pusteria orientale). Vennero sciolte nel 1813, quando furono rioccupate dall'Austria.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio delle Province Illiriche venne creato per effetto del decreto del 14 ottobre 1809, quando l'Impero d'Austria fu costretto a cedere la Carinzia, la Carniola, la Croazia a sud-est del fiume Sava, Gorizia e Trieste all'Impero Francese, a seguito della battaglia di Wagram e del conseguente trattato di pace di Schönbrunn.
Il nuovo confine con il Regno d’Italia ora scorreva lungo il fiume Isonzo, dalla foce alle sorgenti.

Tutti questi territori strappati all'Austria, unitamente a quelli dell'ex Repubblica di Ragusa (occupata dalla Francia dal 1808) e della Dalmazia ed Istria già venete (incorporate nel Regno d'Italia napoleonico dal 1805), andarono a confluire nella nuova unità amministrativa delle Province Illiriche, che nel nome riprendeva l'antica Illiria o provincia romana dell'Illyricum.

Il governatorato fu amministrato dal generale francese Auguste Marmont, e per la parte civile da Vincenzo Dandolo, già provveditore generale di Dalmazia.

Nell'agosto 1813, l'Austria dichiarò guerra alla Francia e le truppe austriache, comandate dal generale Franz Tomassich, invasero le Province illiriche; al contempo si registrarono defezioni da parte delle truppe croate, slovene, giuliane e dalmate arruolate nell'esercito francese. A Ragusa un'insurrezione cacciò i francesi dalla città nella speranza di ricostituire l'antica repubblica, ma la città fu occupata dalle truppe austriache il 20 settembre 1813. Zara si arrese il 6 dicembre, dopo un assedio di 34 giorni, mentre Cattaro fu occupata da forze montenegrine che resistettero fino all'11 giugno 1814, data in cui il principe del Montenegro cedette il territorio agli austriaci. Le navi britanniche si ritirarono dalle isole della costa dalmata solo nel luglio 1815, dopo la battaglia di Waterloo.

Il Congresso di Vienna del 1815 confermò la sovranità austriaca sulle Province Illiriche, che non furono più ricostituite. Il nome fu però ripreso nel Regno d'Illiria, un'unità amministrativa dell'Impero d'Austria che sopravvisse sino al 1849.

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Le Province illiriche furono annesse dalla Francia ed organizzate a partire dal 25 dicembre 1809 sulla falsariga dei dipartimenti francesi, ma la loro dipartimentalizzazione non fu mai terminata e così rimasero delle "intendenze" (intendances). A capo di ciascuna delle 11 intendenze stava un governatore generale.

Dal 1809 al 1811 i dipartimenti furono 11:

Nome Capoluogo
Adelsberg
(Postumia)
Adelsberg (Postumia)
Bouches-du-Cattaro[1]
(Bocche di Cattaro)
Cattaro
Croatie
(Croazia)
Karlstadt (Karlovac)
Dalmatie
(Dalmazia)
Zara
Fiume Fiume
Gorice
(Gorizia)
Gorizia
Laybach[2]
(Lubiana)
Laybach (Lubiana)
Neustadt
(Novo Mesto)
Neustadt (Novo Mesto)
Raguse
(Ragusa)
Ragusa
Trieste Trieste
Willach[3]
(Villaco)
Willach (Villaco)

Il 15 aprile 1811, le Province Illiriche furono riorganizzate e suddivise in 7 intendenze o "sottodelegazioni" (subdélégations):

Nome Capoluogo Sottoprefetture Note
Carinthie
(Carinzia)
Willach (Villaco) Lienz formata da Willach
Carniole
(Carniola)
Laybach (Lubiana) Adelsberg (Postumia), Kraimbourg (Kranj), Neustadt (Novo Mesto) formata da Adelsberg, Laybach e Neustadt
Croatie civile
(Croazia civile)
Karlstadt (Karlovac) Fiume, Lussinpiccolo (capoluogo dal 16.01.1812) formata da Fiume e da una parte della Croatie
Croatie militaire
(Croazia militare)
Segna formata da una parte della Croatie
Istrie
(Istria)
Trieste Gorizia, Capodistria, Rovigno formata da Trieste e Gorice
Dalmatie
(Dalmazia)
Zara Spalato, Lesina, Sebenico, Macarsca formata dalla Dalmatie
Raguse
(Ragusa)
Ragusa formata dalle Bouches-du-Cattaro e da Raguse

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Denominazione non corretta, probabile errata traduzione dell'equivalente italiano. Non essendo Cattaro un fiume, bensì una città, il dipartimento si sarebbe dovuto chiamare Bouches-de-Cattaro.
  2. ^ Antico toponimo in tedesco, la versione attuale sarebbe Laibach.
  3. ^ Antico toponimo in tedesco: il nome attuale è Villach.