Pokémon Colosseum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Pokémon Colosseum
PokemonColosseum.jpg
Sviluppo Genius Sonority
Pubblicazione Nintendo
Data di pubblicazione Giappone 21 novembre 2003
Stati Uniti 22 marzo 2004
Europa 14 maggio 2004
Genere Videogioco di ruolo
Tema Pokémon
Modalità di gioco Giocatore singolo e Multiplayer
Piattaforma Nintendo GameCube
Requisiti di sistema ESRB: Tutti
PEGI: 3+
USK: Libero per tutti
OFLC: G

Pokémon Colosseum (ポケモンコロシアム Pokemon Koroshiamu?) è il primo videogioco dedicato ai Pokémon pubblicato per Nintendo GameCube. Sebbene sia basato su Pokémon Stadium (per Nintendo 64), possiede una trama simile a quella presente nei titoli disponibili per console portatili. Viene distribuito in Europa a partire dal 7 maggio 2004 ed il suo seguito è Pokémon XD: Tempesta Oscura. Pokémon Colosseum è compatibile con i videogiochi della terza generazione Pokémon Rubino e Zaffiro, Pokémon Smeraldo e Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia.

Sebbene in copertina appaiano Kyogre e Groudon, i due Pokémon leggendari non sono catturabili nel corso del gioco.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Colosseum è ambientato nella regione di Auros. Il protagonista, dopo aver fatto saltare in aria il covo del Team Clepto (Team Snagem) e avendo rubato la Cleptatrice (Snag Machine), uno strumento in grado di sottrarre i Pokémon Ombra agli avversari, decide di purificare tutti i Pokémon della regione e parte all'avventura in compagnia di un personaggio femminile.

Nel videogioco non è possibile incontrare Pokémon selvatici.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Screenshot del gioco

È il primo titolo in 3D della serie di videogiochi di ruolo Pokémon. Compatibile con Pokémon Rubino e Zaffiro, permette di trasferire Pokémon leggendari come Ho-Oh, Entei, Raikou e Suicune nei videogiochi della terza generazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]