Olav V di Norvegia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olav V di Norvegia
Re Olav nel 1957.
Re Olav nel 1957.
Re di Norvegia
Stemma
In carica 21 settembre 1957 - 17 gennaio 1991
Predecessore Haakon VII
Successore Harald V
Nome completo Alexander Edward Christian Fredrik
Nascita Sandringham, 2 luglio 1903
Morte Oslo, 17 gennaio 1991
Luogo di sepoltura Fortezza di Akershus, Oslo
Casa reale Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Padre Haakon VII
Madre Maud di Sassonia-Coburgo-Gotha
Consorte Marta di Svezia
Figli Ragnhild
Astrid
Harald

Olav V, nome completo Alexander Edward Christian Fredrik, nato Principe di Danimarca (Sandringham, 2 luglio 1903Oslo, 17 gennaio 1991), fu re di Norvegia dal 1957 al 1991.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Olav V di Norvegia a tre anni nel 1906.

Nato ad Appleton House, a Flitcham, Sandringham, Norfolk, Regno Unito, Olav era figlio di Haakon VII e della principessa Maud di Sassonia-Coburgo-Gotha. Furono suoi nonni paterni il re Federico VIII di Danimarca e la regina Luisa di Svezia, mentre quelli materni il re Edoardo VII del Regno Unito e la regina Alessandra di Danimarca. Olav era pronipote del re Cristiano IX sia attraverso il padre che la madre e pronipote della regina Vittoria soltanto tramite la madre. Era cugino di primo grado dunque di Edoardo VIII e Giorgio VI del Regno Unito e cugino di secondo grado delle granduchesse e dello zarevich di Russia (assassinati durante il massacro di Ekateninburg), degli infanti di Spagna (figli del re Alfonso XIII), di Alessandro I di Jugoslavia e Paolo I di Grecia. Era primo cugino del re Federico IX di Danimarca.

Nato con il nome Alexander, assunse il nome di Olav quando suo padre divenne Re di Norvegia nel 1905, divenendo tra l'altro il primo erede al trono norvegese a crescere in Norvegia sin dai tempi del medioevo.

Dopo essersi diplomato presso l'Accademia Militare Norvegese nel 1924, venne inviato a studiare giurisprudenza ed economia al Balliol College di Oxford. Durante gli anni '30, inoltre, egli prestò servizio come cadetto della marina norvegese a bordo della dragamine Olav Tryggvason.[1] Nel medesimo periodo colse l'occasione per distinguersi come grande sportivo nella sua specialità, il salto con gli sci, vincendo anche una medaglia d'oro alle olimpiadi estive del 1928 ad Amsterdam, ma rimanendo un attivo sportivo per il resto della sua vita.

Il 21 marzo 1929 sposò la principessa Marta di Svezia dalla quale ebbe un figlio, Harald, e due figlie, Ragnhild e Astrid.

La Seconda Guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Il principe ereditario Olav (a destra) col padre Haakon VII nella foresta norvegese durante la Seconda guerra mondiale

Come principe ereditario, Olav aveva ricevuto un'ampia educazione militare ed aveva partecipato a gran parte delle operazioni militari sul territorio norvegese e per tale motivo era uno dei più noti ufficiali militari del paese ed era rispettato sia dagli alleati che dai suoi stessi uomini per le sue conoscenze in materia e per le spiccate doti al comando. Durante una visita negli Stati Uniti prima dell'inizio della guerra, iniziò un'amicizia col presidente statunitense Franklin D. Roosevelt che tornò molto utile durante il secondo conflitto mondiale.

Durante la guerra, Olav rimase al fianco del padre nel resistere all'occupazione nazista della Norvegia, divenendo un valido consigliere di stato sia in ambito militare che in ambito civile. Quando il governo norvegese decise di recarsi in esilio per assicurare la prosecuzione del governo, egli si offrì di rimanere al fianco del popolo norvegese, ma la sua proposta venne declinata in quanto la sua posizione eccessivamente vulnerabile lo avrebbe esposto al rischio di compromettere un domani la successione al trono di Norvegia. Egli seguì dunque il padre nel Regno Unito dove continuò ad essere un personaggio chiave del governo di stato.

Olav compì ad ogni modo diverse visite in Norvegia a fianco delle truppe alleate, oltre che nel Regno Unito, in Canada e negli Stati Uniti. Nel 1944 venne nominato Capo della Difesa della Norvegia e dopo la guerra si preoccupò del disarmo delle truppe occupanti tedesche, ottenendo riconoscimenti internazionali per l'opera svolta nella guerra contro Hitler.

Il regno[modifica | modifica sorgente]

Olav V di Norvegia

Il principe ereditario divenne re di Norvegia alla morte del padre il 21 settembre 1957 e salì al trono col nome di Olav V, regnando col soprannome di "Re del popolo" per la sua grande popolarità. Egli introdusse subito dei tratti non convenzionali come il guidare personalmente la sua automobile sulle strade pubbliche. Durante la crisi energetica del 1973 la guida venne vietata in certi weekends e re Olav chiese ai norvegesi invece di dedicarsi agli sport nazionali come ad esempio lo sci, preferendo dare l'esempio. Per raggiungere le piste migliori, non era raro vederlo in tuta da sci utilizzare la metropolitana Holmenkollbanen portando gli sci a spalla come uno sportivo amatoriale.[2] Per le sue abilità atletiche, Olav V ottenne la medaglia Holmenkollen nel 1968. Quando successivamente gli venne chiesto come fosse possibile per lui viaggiare liberamente in mezzo alla gente senza guardie del corpo, egli rispose che aveva "quattro milioni di guardie del corpo", ovvero tutta la popolazione norvegese.

Il suo interesse nell'ambito militare era soddisfatto dal suo ruolo di comandante in capo delle forze norvegesi oltre ad altri titoli cerimoniali come ad esempio quello di Colonnello in capo dei Green Howards (Alexandra, Princess of Wales's Yorkshire Regiment), ricevuto da sua nonna, la regina Alessandra.

Il re amava anche rappresentare personalmente il governo norvegese all'estero, raggiungendo spesso mete poco agibili all'epoca come l'Etiopia ove ebbe un incontro particolare con Hailé Selassié.

Nel luglio del 1975 re Olav V ebbe l'onore di aprire il 14º Jamboree mondiale dello scautismo con la presenza di 17.259 scout provenienti da 94 paesi differenti.

Malattia e morte[modifica | modifica sorgente]

I sarcofagi di Olav V e della moglie presso il mausoleo reale della fortezza di Akershus

Durante l'estate del 1990, il re iniziò a soffrire di problemi di salute, ma si riprese poco dopo il Natale di quello stesso anno. Il 17 gennaio 1991, mentre risiedeva alla Kongsseteren a Oslo, le sue condizioni peggiorarono nuovamente e morì quella stessa sera per infarto miocardico. Secondo un'intervista rilasciata dal figlio e successore Harald V e come si evince anche dalla biografia scritta da Jo Benkow, che era all'epoca presidente del parlamento norvegese, una delle possibilità della morte del re Olav V è da ricercarsi nel trauma psicologico che gli causò lo scoppio della Guerra del Golfo che iniziò il giorno della sua morte.

La scomparsa di Olav V fu molto sentita dal popolo norvegese che la sera successiva alla sua morte si prodigò con migliaia di candele e lumini per tutta la città a segnare l'importanza dell'evento, oltre alle centinaia di lettere e cartoline che pervennero al palazzo reale e che ancora oggi sono diligentemente conservate presso l'Archivio Nazionale.

Olav V e la moglie Marta sono sepolti in un sarcofago nel mausoleo reale presso la Fortezza di Akershus.

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Olav di Glücksburg
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Vela Sailing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria 6 metri
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Nel 1928 partecipò alla IX Olimpiade, vincendo una medaglia d'oro nella vela.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]


Albero genealogico[modifica | modifica sorgente]

Olav V di Norvegia Padre:
Haakon VII di Norvegia
Nonno paterno:
Federico VIII di Danimarca
Bisnonno paterno:
Cristiano IX di Danimarca
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonna paterna:
Luisa Carolina d'Assia-Kassel
Bisnonna paterna:
Luisa d'Assia-Kassel
Trisnonno paterno:
Guglielmo d'Assia-Kassel
Trisnonna paterna:
Luisa Carlotta di Danimarca
Nonna paterna:
Luisa di Svezia
Bisnonno paterno:
Carlo XV di Svezia
Trisnonno paterno:
Oscar I di Svezia
Trisnonna paterna:
Giuseppina di Leuchtenberg
Bisnonna paterna:
Luisa dei Paesi Bassi
Trisnonno paterno:
Federico d'Orange-Nassau
Trisnonna paterna:
Luisa di Prussia
Madre:
Maud di Sassonia-Coburgo-Gotha
Nonno materno:
Edoardo VII del Regno Unito
Bisnonno materno:
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonno materno:
Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonna materna:
Luisa di Sassonia-Gotha-Altenburg
Bisnonna materna:
Vittoria del Regno Unito
Trisnonno materno:
Edoardo Augusto di Hannover
Trisnonna materna:
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Nonna materna:
Alessandra di Danimarca
Bisnonno materno:
Cristiano IX di Danimarca
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Trisnonna materna:
Luisa Carolina d'Assia-Kassel
Bisnonna materna:
Luisa d'Assia-Kassel
Trisnonno materno:
Guglielmo d'Assia-Kassel
Trisnonna materna:
Luisa Carlotta di Danimarca

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze norvegesi[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce con Collare dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Gran Croce con Collare dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav
Gran Maestro dell'Ordine Reale Norvegese al Merito - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine Reale Norvegese al Merito
Sovrano dell'Ordine Famigliare Reale di Re Olav V - nastrino per uniforme ordinaria Sovrano dell'Ordine Famigliare Reale di Re Olav V
Croce di Guerra norvegese - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Guerra norvegese
Medaglia d'oro al merito civile norvegese - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito civile norvegese
Medaglia di Sant'Olav - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di Sant'Olav
Medaglia di guerra - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di guerra
Medaglia della difesa del 1940-1945 con rosetta - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della difesa del 1940-1945 con rosetta
Medaglia per il servizio nella difesa con alloro - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il servizio nella difesa con alloro
Medaglia dell'Incoronazione di Haakon VII - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Haakon VII
— 22 luglio 1906
Medaglia del giubileo d'argento di Haakon VII - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'argento di Haakon VII
— 18 novembre 1930
Medaglia del giubileo d'oro di Haakon VII - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'oro di Haakon VII
— 18 novembre 1955
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Haakon VII - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Haakon VII
— 3 agosto 1942

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Collare dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina)
Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)
— 1966
Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo (Belgio)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Rosa (Impero del Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Rosa (Impero del Brasile)
Collare dell'Ordine al Merito (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine al Merito (Cile)
Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Danimarca)
— 1921
Gran Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine del Dannebrog (Danimarca)
— 11 settembre 1958
Cavaliere dell'Ordine di Salomone (Etiopia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Salomone (Etiopia)
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Croix de guerre 1939-1945 (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1939-1945 (Francia)
Médaille militaire (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Médaille militaire (Francia)
Collare dell'Ordine del Crisantemo (Giappone) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine del Crisantemo (Giappone)
Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della Corona (Impero d'Iran) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della Corona (Impero d'Iran)
Medaglia commemorativa per il 2500º anniversario dell'impero persiano (Impero d'Iran) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il 2500º anniversario dell'impero persiano (Impero d'Iran)
— 14 ottobre 1971[3]
Cavaliere di Gran Croce decorato con Collare dell'Ordine del Falcone (Islanda) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato con Collare dell'Ordine del Falcone (Islanda)
Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Italia)
— 21 giugno 1965[4]
Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della grande stella di Iugoslavia (Iugoslavia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Stella dell'Ordine della grande stella di Iugoslavia (Iugoslavia)
Cavaliere dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau (Lussemburgo)
Collare dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi)
Medaglia dell'Incoronazione di Giuliana dei Paesi Bassi (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Giuliana dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
— 4 settembre 1948
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Benedetto d'Aviz (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Benedetto d'Aviz (Portogallo)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Salvatore (Regno di Grecia)
Cavaliere di Gran Croce con spade dell'Ordine di Giorgio I (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con spade dell'Ordine di Giorgio I (Regno di Grecia)
Collana dell'Ordine di San Giorgio e San Costantino (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Collana dell'Ordine di San Giorgio e San Costantino (Regno di Grecia)
Croce di guerra greca del 1940 (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra greca del 1940 (Regno di Grecia)
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera (Regno Unito)
Cavaliere dell'Ordine del Cardo (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Cardo (Regno Unito)
— 1962
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
Royal Victorian Chain (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Royal Victorian Chain (Regno Unito)
— 1955
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)
Medaglia del giubileo d'argento di Giorgio V (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'argento di Giorgio V (Regno Unito)
— 1935
Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Giorgio VI (Regno Unito)
Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Incoronazione di Elisabetta II (Regno Unito)
Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca) - nastrino per uniforme ordinaria Classe speciale della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca (Repubblica Federale Tedesca)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia (Sassonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Ernestina di Sassonia (Sassonia)
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro (Spagna)
— 28 marzo 1984[5]
Collare dell'Ordine di Carlo III (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine di Carlo III (Spagna)
— 12 aprile 1982[6]
Commendatore Capo della Legion of Merit (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Capo della Legion of Merit (Stati Uniti)
— 1945
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Gustavo V di Svezia (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Gustavo V di Svezia (Svezia)
— 1928
Medaglia commemorativa per il novantesimo genetliaco di Gustavo V di Svezia (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il novantesimo genetliaco di Gustavo V di Svezia (Svezia)
— 21 maggio 1948
Cavaliere di Gran Cordone dell'Ordine di Chula Chom Klao (Thailandia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Cordone dell'Ordine di Chula Chom Klao (Thailandia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Indipendenza (Tunisia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Indipendenza (Tunisia)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bratli 1995, p. 93
  2. ^ Articolo da NRK sul re
  3. ^ Badraie
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  5. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  6. ^ Bollettino Ufficiale di Stato

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re di Norvegia Successore Royal Standard of Norway.svg
Haakon VII 1957 - 1991 Harald V
Predecessore Capo della Difesa di Norvegia Successore Flag of Norway.svg
Wilhelm von Tangen Hansteen 1944 - 1945 Otto Ruge

Controllo di autorità VIAF: 267331259 LCCN: n83120850