Ordine della Casata ernestina di Sassonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine della Casata ernestina di Sassonia
Herzoglich Sachsen-Ernestinischer Hausorden
Sachsen-Ernestinischer Hausorden.png
Medaglia dell'ordine della Casata ernestina di Sassonia
Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1911-1920).svg Flagge Herzogtum Sachsen-Coburg-Gotha (1826-1911).svg
Sassonia-Coburgo-Gotha, Sassonia-Meiningen, Sassonia-Altenburg
Tipologia Ordine cavalleresco statale
Status cessato
Istituzione Coburgo, 25 dicembre 1833
Primo capo Federico di Sassonia-Altenburg
Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bernardo II di Sassonia-Meiningen
Cessazione Coburgo, 1918
Ultimo capo Ernesto II di Sassonia-Altenburg
Carlo Edoardo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bernardo III di Sassonia-Meiningen
Gradi Cavaliere di gran croce
Commendatore di I classe
Commendatore di II classe
Cavaliere di I classe
Cavaliere di II classe
Precedenza
Ordine più alto -
Ordine più basso -
D-SAX Sachsen-Ernestinischer Hausorden BAR.svg
Nastro dell'ordine

L' ordine della Casata ernestina di Sassonia fu un ordine comune agli stati di Sassonia della regione della Turingia, comprendente i ducati di Sassonia-Coburgo-Gotha e Sassonia-Meiningen, i quali erano entrambi retti da membri del ramo ernestino della dinastia dei Wettin di Sassonia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ernesto II di Sassonia-Altenburg. Si noti, trasversalmente, la fascia dell'ordine della Casata ernestina di Sassonia.

Durante la ridistribuzione delle eredità della linea ernestina della casata di Wettin, l'ordine commemorativo di questa casata venne fondato il 25 dicembre 1833 di comune accordo tra i capi reggenti dei vari ducati della Turingia, ovvero Federico di Sassonia-Altenburg, Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha e Bernardo II di Sassonia-Meiningen. Questa onorificenza si distingueva per essere una medaglia abbinata alla casata e non allo stato e per tanto venne concessa in maniera paritaria dai tre duchi per ricompensare quanti si fossero distinti a favore dello stato.

Dedicatario dell'ordine, indirettamente, fu Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg, antenato comune ai tre duchi, dal quale si originarono tutte le divisioni da cui derivarono quindi gli stati stessi che erano retti dalla linea ernestina.

L'onorificenza era suddivisa in cinque classi di benemerenza:

  • Cavaliere gran croce (9 membri)
  • Commendatore di I classe (12 membri)
  • Commendatore di II classe (18 membri)
  • Cavaliere di I classe (36 membri)
  • Cavaliere di II classe

Dal computo dei membri aventi la gran croce erano però esclusi tutti i principi della casata regnante che avessero raggiunto i 18 anni di età.

Le tre concessioni ed i tre grandi maestri dell'ordine erano sempre in contatto e come tale dovevano registrare agli altri membri la concessione di un dato grado dell'ordine, per il quale esisteva un solo archivio di riferimento, unitario per i tre ducati ernestini. Per l'approvazione della nomina di un candidato, pertanto, perlomeno 2 duchi su 3 dovevano essere d'accordo sulla nomina.

Insegne[modifica | modifica sorgente]

La medaglia dell'ordine della Casata ernestina di Sassonia consisteva in una croce di Malta smaltata di bianco, pomata e bordata d'oro, con leoni passanti all'altezza degli angoli delle braccia della croce. Sul diritto, il medaglione centrale alla croce, mostrava un ritratto di Ernesto I (dedicatario dell'ordine) in oro rivolto verso sinistra, circondato da un anello smaltato di blu recante in oro la scritta "Fideliter et constanter" ("Più fedelmente e più costantemente"). Attorno alla fascia blu, si trovava un'ulteriore fascia costituita da una corona d'alloro smaltata di verde. Sul retro del medaglione si trovava lo stemma di Sassonia con l'iscrizione della data di fondazione in oro e la stessa corona d'alloro smaltata di verde del diritto.

La medaglia era sostenuta al nastro tramite una corona reale dorata.

Verso il 1864, per differenziare le differenti concessioni dell'ordine da parte dei diversi stati, venne applicata sul braccio superiore una letterea indicante l'iniziale del monarca che l'aveva concessa ("F" per Federico di Sassonia-Altenburg, "E" per Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha e "B" per Bernardo II di Sassonia-Meiningen).

La placca dell'ordine rappresentava nel medaglione lo stemma di Sassonia, circondato da una raggera d'argento e dal motto dell'ordine.

Il conferimento della gran croce, inoltre, apportava il titolo nobiliare ereditario a chi non ne disponeva e consentiva a chi lo avesse già, di avanzare al grado successivo (da cavaliere a barone, da barone a conte e così via).

Il nastro dell'ordine era cremisi con una striscia verde scuro su ciascun lato.

La collana dell'ordine, concessa in particolari esempi di benemerenza, consisteva in un collare d'oro che alternava alle croci dell'ordine la lettera "E" accompagnata da leoni e dallo stemma della Sassonia.

Nastri
D-SAX Sachsen-Ernestinischer Hausorden BAR.svg
Nastro ordinario
D-SAX Sachsen-Ernestinischer Hausorden sword-S BAR.svg
Commendatore/Cavaliere di II classe con spade
D-SAX Sachsen-Ernestinischer Hausorden sword-G BAR.svg
Commendatore/Cavaliere di I classe con spade

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gustav Adolph Ackermann, Ordensbuch sämmtlicher in Europa blühender und erloschener Orden und Ehrenzeichen, Annaberg 1855
  • Václav Měřička, Orden und Auszeichnungen, Prag 1969
  • Jörg Nimmergut, Orden und Ehrenzeichen von 1800 bis 1945, München 1979
  • Kurt Stümpfl, Ritter des Ernestinischen Hausordens, Privatdruck, Wien 1979