Ordine del Leone di Zähringen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine del Leone di Zähringen
Orden vom Zähringer Löwen
Grote ster en juweel van de Orde van de Zahringer Loewe grootlint.jpg
Insegne del Leone di Zähringen
Flagge Großherzogtum Baden (1891–1918).svg
Granducato di Baden
Tipologia Ordine cavalleresco statale
Status cessato
Istituzione Karlsruhe, 26 dicembre 1812
Primo capo Carlo II di Baden
Cessazione Karlsruhe, 1918
Ultimo capo Federico II di Baden
Gradi Cavaliere di Gran Croce
Commendatore di I classe
Commendatore di II classe
Cavaliere di I classe
Cavaliere di II classe
Precedenza
Ordine più alto Ordine di Bertoldo I
Ordine più basso -
Lion.of.Zahringen.Order.gif
Nastro dell'ordine

L'Ordine del Leone di Zähringen (in tedesco Orden vom Zähringer Löwen) fu un ordine cavalleresco fondato nel 1812 nell'ambito del Granducato di Baden.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Ordine venne fondato il 26 dicembre 1812 del Granduca Carlo II di Baden, in memoria dei Duchi di Zähringen dai quali discendeva.

L'Ordine disponeva di cinque classi di benemerenza:

  • Cavaliere di Gran Croce
  • Commendatore di I Classe
  • Commendatore di II Classe
  • Cavaliere di I Classe
  • Cavaliere di II Classe

Insegne[modifica | modifica sorgente]

Le insegne dell'ordine consistevano in una croce greca smaltata di verde bordata d'oro, ove tra un braccio e l'altro si trovano delle decorazioni in oro. Il medaglione centrale, bordato d'oro a sfondo bianco, riporta lo stemma degli Zähringer, attorno al quale si trova il motto dell'Ordine "FÜR EHRE UND WAHRHEIT" ("Per onore e verità"). Sul retro, si trova il leone, simbolo degli Zähringer, su sfondo smaltato di rosso.

Il nastro dell'ordine è verde con una banda giallo-arancio su ciascun lato.

Per speciali riconoscimenti, la medaglia poteva essere corredata da una corona d'alloro e dal 1866 vi furono aggiunte anche due spade incrociate dietro la croce per la concessione dell'onorificenza ai militari. La corona d'alloro, inoltre, portava anche l'iniziale "L", la quale decadde a partire dalla riforma dello statuto del 1866.

In casi eccezionali, la medaglia venne anche concessa con diamanti e pietre preziose. Essi erano:

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]