Mutasarrifato di Gerusalemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mutasarrifato di Gerusalemme
Mutasarrifato di Gerusalemme – Bandiera
Mutasarrifato di Gerusalemme - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Kudüs-i Şerif Mutasarrıflığı
Nome ufficiale متصرفية القدس الشريف
Lingue ufficiali turco ottomano
Lingue parlate turco ottomano, arabo, ebraico
Capitale Gerusalemme
Dipendente da Impero ottomano
Politica
Forma di Stato Vilayet
Forma di governo Vilayet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di Stato Sultani ottomani
Nascita 1874
Fine 1917
Causa Conquista britannica
Territorio e popolazione
Bacino geografico Palestina
Massima estensione 12.486 km2 nel 1862
Popolazione 298.653 nel 1897
Economia
Commerci con Impero ottomano
Religione e società
Religioni preminenti Islam, Ebraismo
Religione di Stato Islam
Religioni minoritarie Cristianesimo
Evoluzione storica
Preceduto da Ottoman flag.svg Vilayet di Siria
Succeduto da No flag.svg Occupied Enemy Territory Administration

Il Mutasarrifato di Gerusalemme (in turco: Kudüs-i Şerif Mutasarrıflığı), fu un governatorato dell'Impero ottomano, nell'area dell'attuale Palestina, con capitale Gerusalemme. Il distretto comprendeva oltre a Gerusalemme altre città principali nell'area come Gaza, Jaffa, Hebron, Betlemme e Beersheba. Assieme al Sanjak di Nablus ed al Sankak di Acri, esso formava la regione comunemente chiamata "Siria meridionale" durante l'ultimo periodo di governo ottomano.

Lo status politico del Mutasarrifato di Gerusalemme era unico nel suo genere dal momento che la provincia era sotto la diretta autorità di Istanbul. Gli abitanti venivano identificati innanzitutto su base religiosa, ma il distretto manteneva forti legami anche con molte potenze europee che infatti instillarono nella popolazione locale l'idea di stato indipendente.

I villaggi del distretto erano normalmente abitati da contadini mentre le città più grandi erano abitate da mercanti, artigiani, proprietari terrieri e banchieri. L'élite era composta dai sacerdoti, dai ricchi proprietari terrieri e dagli impiegati statali d'alto rango.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'area amministrativa in precedenza alla creazione del mutasarrifato era un sanjak del Vilayet di Siria (creato nel 1864, dopo le riforme Tanzimat). Sul finire del XIX wecolo, l'idea che la Palestina o Mutasarrifato di Gerusalemme potesse formare da solo uno stato divenne ideale comune della classe araba istruita.

Nel 1907 l'ufficiale turco Najib Azuri propose l'elevazione del mutassarifato allo status di vilayet al Parlamento ottomano. L'area venne conquistata dalle forze alleate nel 1917 durante la Prima guerra mondiale e divenne poi parte del Mandato britannico in Palestina.

Divisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

I kaza del mutasarrifato erano:[1]

  1. Kaza di Kudüs
  2. Kaza di Yafa
  3. Kaza di Birü's Seb'a
  4. Kaza of Gazze
  5. Kaza di Halilü'r Rahman

Note[modifica | modifica sorgente]