Eyalet di Adrianopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eyalet di Adrianopoli
Eyalet di Adrianopoli – Bandiera
Eyalet di Adrianopoli - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Eyalet-i Edirne
Lingue ufficiali turco ottomano
Lingue parlate turco ottomano, greco
Capitale Edirne
Dipendente da Impero ottomano
Politica
Forma di Stato Eyalet
Forma di governo Eyalet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di Stato Sultani ottomani
Nascita 1826
Fine 1864
Territorio e popolazione
Bacino geografico Grecia
Popolazione 1.200.000 nel 1844
Economia
Commerci con Impero ottomano
Religione e società
Religioni preminenti Islam, Cristianesimo ortodosso greco
Religione di Stato Islam
Religioni minoritarie Cristianesimo ortodosso greco, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of the Ottoman Empire (1453-1517).svg Eyalet di Rumelia
Flag of the Ottoman Empire (1453-1517).svg Eyalet di Silistra
Succeduto da Ottoman flag.svg Vilayet di Adrianopoli

L'Eyalet di Adrianopoli o Eyalet di Edirne (in turco: Edirne Eyaleti) fu un eyalet dell'Impero ottomano, nell'area della Grecia.

Il territorio venne costituito da parti degli eyalet di Silistra e Rumelia nel 1826 e persistette sino alle riforme di metà secolo che imposero la creazione del Vilayet di Adrianopoli.

Divisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

I sanjak dell'Eyalet di Adrianopoli a metà Ottocento erano:[1]

  1. Sanjak di Nevahi (con capitale Çatalca)
  2. Sanjak di Tekirdağ (Rodosto)
  3. Sanjak di Gelibolu (Gallipoli)
  4. Sanjak di Edirne (Adrianopoli)
  5. Sanjak di Philibe (Plovdiv)
  6. Sanjak di Slimia (İslimye o Selimnia)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) James Henry Skene, The three eras of Ottoman history, a political essay on the late reforms of Turkey, considered principally as affecting her position in the event of a war taking place, Chapman and Hall, 1851, p. 75.