Eyalet di Erzurum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eyalet di Erzurum
Eyalet di Erzurum – Bandiera
Eyalet di Erzurum - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Erzurum Eyaleti
Lingue ufficiali turco ottomano
Lingue parlate turco ottomano, arabo
Capitale Erzurum
Dipendente da Impero ottomano
Politica
Forma di Stato Eyalet
Forma di governo Eyalet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di Stato Sultani ottomani
Nascita 1521
Fine 1864
Territorio e popolazione
Bacino geografico Mesopotamia
Massima estensione 29.690 km2 nel XIX secolo
Economia
Commerci con Impero ottomano
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Religione di Stato Islam
Religioni minoritarie Cristianesimo, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto da Safavid Flag.png Dinastia dei Safavidi
Succeduto da Ottoman flag.svg Vilayet di Erzurum

L'Eyalet di Erzurum fu un eyalet dell'Impero ottomano, nell'area della Mesopotamia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del XVII secolo, l'eyalet venne fiaccato da una serie di rivolte come quella di Abaza guidata dal governatore della provincia Abaza Mehmed Pasha, combinata con le Rivolte dei Jelali (moschettieri provinciali) che perdurarono sino al 1628.

Divisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Sanjak dell'Eyalet di Erzurum nel XVII secolo:[1]
  1. Sanjak di Kara-hisar (Şebinkarahisar)
  2. Sanjak di Keifi
  3. Sanjak di Pasin
  4. Sanjak di Ispir
  5. Sanjak di Khanis
  6. Sanjak di Malazgir
  7. Sanjak di Tekman
  8. Sanjak di Kuziijan
  9. Sanjak di Turtum
  10. Sanjak di Lejengerd
  11. Sanjak di Mamar
  12. Sanjak di Erzerum, sede del pascià
I sanjak nel XIX secolo:[2]
  1. Sanjak di Erzerum
  2. Sanjak di Kamakh
  3. Sanjak di Maden
  4. Sanjak di Erzincan
  5. Sanjak di Şebinkarahisar
  6. Sanjak di Gümüşhane

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Evliya Çelebi e Joseph von Hammer-Purgstall, Narrative of Travels in Europe, Asia, and Africa in the Seventeenth Century, Oriental Translation Fund, 1834, p. 90.
  2. ^ (EN) The Penny Cyclopædia of the Society for the Diffusion of Useful Knowledge, C. Knight, 1843, p. 393. — by George Long, Society for the Diffusion of Useful Knowledge