Vilayet di Aleppo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vilayet di Aleppo
Vilayet di Aleppo – Bandiera
Vilayet di Aleppo - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Vilâyet-i Haleb
Nome ufficiale ولاية حلب
Lingue ufficiali turco ottomano
Lingue parlate turco ottomano, arabo
Capitale Aleppo
Dipendente da Impero ottomano
Politica
Forma di Stato Vilayet
Forma di governo Vilayet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di Stato Sultani ottomani
Nascita 1864
Fine 1918
Territorio e popolazione
Bacino geografico Palestina
Massima estensione 78.490 km2 nel XIX secolo
Popolazione 1.500.000 nel 1911
Economia
Commerci con Impero ottomano
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Religione di Stato Islam
Religioni minoritarie Cristianesimo, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto da Ottoman flag.svg Eyalet di Adana
Ottoman flag.svg Eyalet di Aleppo
Ottoman flag.svg Eyalet di Dulkadir
Succeduto da No flag.svg Occupied Enemy Territory Administration

Il Vilayet di Aleppo (in turco: Vilâyet-i Haleb), fu un vilayet dell'Impero ottomano, nell'area dell'attuale città di Aleppo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Grazie alla sua posizione strategica sulle vie di commercio tra Anatolia e Asia, Aleppo crebbe facilmente come una delle più prospere aree commerciali in epoca ottomana, seconda solo alla capitale Costantinopoli. Ad ogni modo, l'economia di Aleppo venne fortemente compromessa dall'apertura del Canale di Suez nel 1869 e dalla ripresa di Damasco come importante centro commerciale nell'area.

Alla fine della Prima guerra mondiale, il Trattato di Sèvres rese gran parte della provincia di Aleppo parte della nuova nazione di Siria, mentre la Cilicia venne promessa in protettorato alla Francia per divenire lo stato armeno. Ad ogni modo, Kemal Ataturk riuscì ad annettere gran parte della provincia di Aleppo e della Cilicia alla Turchia nell'ambito della sua guerra d'indipendenza. I residenti arabi della provincia (così come i curdi) supportarono i turchi in questa guerra contro le potenze straniere, con personaggi di spicco come Ibrahim Hanano che coordinò i passaggi direttamente con Ataturk. Il risultato, infine, si rivelò però disastroso.

Divisioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

I sanjak del Vilayet di Aleppo nel XIX secolo erano:

  1. Sanjak di Aleppo (nel 1908 il kaza di Ayıntab divenne sanjak ed ottenne i kaza di Pazarcık da quello di Maraş)
  2. Sanjak di Urfa
  3. Sanjak di Marash

Note[modifica | modifica sorgente]