Libero de Libero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Libero de Libero (Fondi, 21 maggio 1903Roma, 3 luglio 1981) è stato un poeta, critico d'arte e narratore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua produzione poetica è ora raccolta in Scempio e lusinga (1950-1956), Arnoldo Mondadori Editore 1972; Di brace in brace (1956-1970. Premio Viareggio 1971 nella sezione poesia[1] ), Mondadori 1971; Circostanze (1971-1975) Mondadori, 1976. Nel 1994 è uscito Borrador, Diario 1933-1955, Nuova ERI Edizioni Rai.

Ha scritto le sceneggiature dei film Non c'è pace tra gli ulivi e Giorni d'amore, entrambi diretti da Giuseppe De Santis.

Nel 2002 è stata pubblicata, dal docente e scrittore Giuseppe Lupo, la prima monografia su Libero de Libero Poesia come pittura, De Libero e la cultura romana (1930-1940).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Albo d'oro del Premio Viareggio-Rèpaci

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]