L'acchiappasogni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il film del 2003, vedi L'acchiappasogni (film).
L'acchiappasogni
Titolo originale Dreamcatcher
Autore Stephen King
1ª ed. originale 2001
Genere romanzo
Sottogenere horror
Lingua originale inglese

L'acchiappasogni (Dreamcatcher) è un romanzo horror scritto da Stephen King e pubblicato nel 2001. È stato adattato per il cinema nel 2003. Nel libro, Jonesy, un professore di storia, fu coinvolto in un incidente automobilistico simile a quello subito dallo stesso King nel 1999. Il manoscritto richiese sei mesi per il completamento.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato nell'immaginaria città di Derry, il libro racconta la storia di quattro amici (Henry, Beav, Jonesy e Pete) le cui vite cambiano quando salvano Douglas "Duddits" Cavell, un ragazzo con la sindrome di Down, da un gruppo di bulli. "Duddits" in cambio regalerà loro dei poteri particolari, come la telepatia o trovare qualsiasi cosa che si vuole (in seguito chiameranno questo potere "vedere la riga"). I quattro amici, ora uomini con vite separate, si incontrano per l'annuale gita di caccia nella loro casa,chiamata da loro "Hall in the Hole", e si trovano di fronte ad un'invasione aliena e ad un colonnello ossessivo e psicopatico, in altre parole pazzo. Finché Jonesy viene intrappolato dentro il suo stesso corpo, ormai comandato da Mr Gray, uno degli invasori alieni.

La storia inizia subito con due vicende separate: Jonesy e Beav che si trovano nell'Hall in the Hole, e quella di Henry e Pete che ritornano dal mercato. Jonesy trova un tizio nel bosco, Mc Carthy, che chiede disperatamente aiuto, e lo ospita in casa. Quando quest'ultimo muore, facendo fuoriuscire dal suo interstino una strana creatura somigliante a una donnola, che ammazza Beav e lo stesso Mc Carthy. A questo punto Jonesy incontra Mr Gray.

Henry e Pete, tornando all'Hall in the Hole in macchina, fanno un incidente per scansare una donna che si trova stranamente immobile e ingiocchiata in strada. Anch'essa tiene nel suo intestino la creatura chiamata "byrum", ma i due amici non lo sanno. Pete riesce ad ucciderla, ma viene infettato da un virus, i quali portatori sono gli invasori alieni, chiamato "byrus" o "fungo di Ripley", e in seguito, Pete, verrà anche portato


La cosa che ha infettato questo individuo, gli animali, ed una donna che incontreranno più tardi, è un macro-virus. Gli scienziati dell'esercito lo hanno soprannominato "Il Ripley", nome preso dalla protagonista del film Alien del 1979. Gli amici scoprono che l'infezione del parassita è legata alla presenza nello stomaco di un alieno simile ad un verme, soprannominato dai quattro amici "donnola di merda", che passa il periodo di incubazione nel corpo umano per poi uscire attraverso il retto. Le donnole sono inviate come emissari di una specie aliena che, pur in via di estinzione, ha deciso di riprodursi tramite esse, cercando un umano come ospite ideale per perpetuarsi.

Durante la storia due degli amici vengono uccisi, e Jonesy soffre di allucinazioni create da un alieno che Jonesy chiama "Mr.Gray". L'intero gruppo di protagonisti inizia una lotta per impedire a Mr.Gray di portare a termine il suo piano di infezione su larga scala. Oltre a questo problema devono vedersela anche con Kurtz, un colonnello dell'esercito deciso a sedare l'infezione nel modo più sicuro possibile, ovvero sterminando le persone che "potrebbero" essere venute a contatto col virus. Per vincere la battaglia hanno bisogno di Duddits, ora cresciuto anche se è rimasto un eterno bambino, che sta morendo per colpa di una malattia degenerativa.

Similitudini con altre opere[modifica | modifica wikitesto]

La città Derry è la stessa dove King ha ambientato il romanzo IT. Sempre nel libro il protagonista, passando a Derry nota un monumento alla memoria dei bambini uccisi, firmato con affetto dai "Perdenti" ma, imbrattato da una scritta di vernice rossa che dice: "PENNYWISE VIVE!", autocitazione del romanzo dello stesso IT. Inoltre, nel libro viene menzionata la notizia che, anni prima, uno psicopatico travestito da clown aveva fatto una strage di bambini.

Nel romanzo, durante una sorta di flashback riguardo l'incidente di uno dei protagonisti, viene fatta, da parte dell'autore, una menzione riguardo al fatto che non sia possibile, in alcun modo, tornare in dietro nel tempo per cambiare le cose, come ad esempio, impedire l'assassinio di JFK uccidendo Lee Harvey Oswald. Tale argomento sarà poi il tema del romanzo 22/11/'63, scritto dallo stesso King dieci anni dopo.

Numeri ISBN[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4743225-1
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura