Ivan Cattaneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivan Cattaneo
Nazionalità Italia Italia
Genere Ska
Pop rock
Disco
Periodo di attività 1975 – in attività
Album pubblicati 19
Studio 11
Live 0
Raccolte 8
Sito web

Ivan Cattaneo (Bergamo, 18 marzo 1953) è un artista, cantautore e pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e adolescenza[modifica | modifica sorgente]

Sino all'età di 18 anni vive a Pianico, caratteristico paesino in provincia di Bergamo situato accanto al lago d'Iseo. A quindici anni partecipa al Festival degli sconosciuti di Ariccia. Mentre frequenta il liceo artistico impara a suonare la chitarra, studia musica e incomincia a suonare in alcuni gruppi locali di Blues, tutti appassionati di Frank Zappa e John Mayall.

Gli anni settanta e i primi successi[modifica | modifica sorgente]

Viene esonerato dal servizio militare per la sua "stravaganza"[1][2]. Conosce Nanni Ricordi, che lo farà entrare nell'etichetta indipendente Ultima Spiaggia, per la quale incide nel 1975 il suo primo album: UOAEI. Nel 1976 è al Festival del proletariato giovanile di Parco Lambro a Milano al fianco di Mario Mieli per rivendicare i diritti degli omosessuali.

Nel 1977 incide Primo secondo e frutta (Ivan compreso), album ironico e a tratti demenziale, che contiene il suo primo successo: Maria Batman. Cattaneo inventa la teoria del TATTOUDITOVISTAOLFATTOGUSTO (T.U.V.O.G), scrivendo un libro con questo titolo allegato all'LP. Al disco partecipa anche l'esordiente arrangiatore Roberto Colombo.

Inventa il personaggio punk di una giovanissima Anna Oxa a Festival di Sanremo del 1978[3] che ne decreta l'immediato successo, ed è padrino e collaboratore dei primi gruppi punk-rock della scena italica del periodo (Revolver, Elektroshock), nonché, nei primi anni ottanta, del lancio di cantante come Down Mitchell, Patrizia Di Malta del Gruppo Italiano e Diana Est. Nel 1979 incide Superivan, in collaborazione con Colombo e con la Premiata Forneria Marconi.

L'alba degli anni ottanta e l'era di Polisex[modifica | modifica sorgente]

Nel 1980 Ivan conclude il rapporto con la casa discografica Ultima Spiaggia, ponendo dunque fine al periodo delle etichette alternative, ed incide per l'etichetta CGD l'album Urlo. A regalargli il primo grande successo è il singolo Polisex, destinato a diventare il suo brano più popolare di sempre. Polisex diventa presto una sorta di inno dei cosiddetti alternativi nella Milano degli anni ottanta, molto trasmesso da tutte le radio e ben accolto anche dalla critica.

Gli anni del revival[modifica | modifica sorgente]

Nel 1981 Cattaneo realizza quello che definirà un lavoro di "archeologia moderna", riprendendo e riarrangiando alcuni fra i più grandi successi italiani e internazionali degli anni sessanta. Da questo progetto archeologico nasce così l'album 2060 Italian Graffiati, che contiene celebri canzoni come Nessuno mi può giudicare e Una zebra a pois. Il disco, lanciato nella trasmissione tv "Mister Fantasy" della quale Ivan è ospite fisso, ha un successo inaspettato e vende ben 475 000 copie.[4]

Parallelamente all'attività di revival, continua la sua carriera di cantautore incidendo canzoni proprie su Ivan il terribile del 1982. Cattaneo ritorna sui suoi passi e, dopo aver creato a Rimini con Caterina Caselli e Red Ronnie la discoteca "Bandiera Gialla", nel 1983 incide un nuovo album di cover, Bandiera gialla appunto. Il nuovo album di revival dell'artista bergamasco contiene pezzi rivisitati come Bang Bang, Io ho in mente te, Ho difeso il mio amore e La bambolina che fa no no.

Il temporaneo ritiro[modifica | modifica sorgente]

Nonostante il successo ottenuto con i due album di revival, Ivan sente di non poter esprimere la sua arte e di esser diventato solo un interprete di vecchi successi; l'artista infatti si rende conto di essersi troppo allontanato dalla sua idea originaria di cantautore. Decide dunque di rompere con la casa discografica e, amareggiato e deluso dal mondo della discografia e della televisione, si ritira dalla carriera musicale. Come ultimo vincolo impostogli dalla CGD, Cattaneo pubblica nel 1986 un ultimo album di revival dal titolo Vietato ai minori.

Dal 1987 diventa vegetariano[5]. A seguito del suo ritiro dal panorama musicale, Cattaneo si dedica alla pittura, presentando nel 1989 la mostra 100 Gioconde Haiku, che sarà esposta in tutta Italia, anche in varie discoteche della penisola.

Ritorno sulla scena musicale e progetti paralleli[modifica | modifica sorgente]

Sei anni dopo Vietato ai minori, finalmente nel 1992 pubblica un nuovo album di inediti: Il cuore è nudo...e i pesci cantano, album che già anticipa la corrente del Drum & Bass, legato alle tematiche New Age, che parla del rapporto fra l'artista e il maestro indiano Osho.

Nel 1994 si mette al lavoro per dar vita ad un ambizioso progetto artistico comprendente musica, danza, poesia e arte dal titolo 'ZOOcietà DUEOOO', presentato solo in anteprima nel febbraio del 2001 ma che concretamente non ha ancora (2009) visto la luce. Nella seconda metà degli anni novanta Cattaneo alternerà la sua attività di cantante e musicista a quella di pittore e artista multimediale.

Nel 1996 pubblica il singolo dance Love is love con lo pseudonimo di Cut Ivan. Nel 1999 partecipa come attore protagonista al film d'avanguardia italo-polacco KK Kairos & Kronos - Il tempo delle emozioni diretto da Dario Maria Gulli, con Johnson Righeira e Alessandra Di Sanzo; si tratta di un cult-movie dedicato ai cantanti che hanno ottenuto un forte successo negli anni ottanta. Il film viene presentato al BresciaMusicArt il 2 giugno 2000 ed arriva fra i finalisti del contest americano New York Film Festival

Il nuovo secolo e i progetti televisivi[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 inaugura una nuova mostra d'arte: Se dico…seduco? nella quale gli effetti visuali dei quadri si miscelano ad effetti digitali. Nello stesso anno partecipa al musical "Joseph e la strabiliante tunica dei sogni" nella versione italiana, in cui interpreta il faraone rock alla Elvis Presley. Conduce anche un programma di intrattenimento radiofonico su Radio Kiss Kiss. Nel 2003, in occasione del rilancio dell'amica Giuni Russo tramite il Festival di Sanremo, Ivan realizza per lei i videoclips relativi ai due singoli estratti dall'album: "Morirò d'amore" e "Una rosa è una rosa".

Nel 2004 partecipa al reality show Music Farm, sostituendo Scialpi. L'anno dopo sarà conduttore del day-time, nonché opinionista della Music Farm (seconda edizione), e successivamente della terza. Nel 2007 accetta l'invito a far parte, a metà percorso, del reality "L'isola dei famosi", con una fugace partecipazione.

Luna presente: il ritorno discografico[modifica | modifica sorgente]

Dopo ben tredici anni di silenzio discografico, il 21 ottobre 2005 l'artista bergamasco pubblica il suo nuovo album Luna presente, con dodici brani interamente composti da lui, di cui due classici rivisitati (Polisex e Crudele), prodotto da Roberto Cacciapaglia e Roy Tarrant. Il disco è dedicato alla luna ed ai suoi dodici "mari metafisici". Grazie a questo album Ivan si rimpadronisce della sua identità di cantautore e con l'occasione festeggia i suoi trent'anni di carriera artistica.

2010-2013: attività 'Live', cover, musical e canzone d'autore[modifica | modifica sorgente]

Il 13 marzo 2010 Ivan Cattaneo è stato ospite con la sua band all'interno della rassegna LiveMe in piazza Duomo a Milano, come special guest dell'evento assieme ad Alberto Camerini. L'evento, condotto da Red Ronnie e promosso dal comune di Milano, ha ospitato varie band e solisti emergenti, offrendo una promozione della nuova musica italiana[6]

In aprile 2010 l'artista, su etichetta indipendente Azzurra Music, ha pubblicato un nuovo album dedicato ai più celebri brani degli anni ottanta, col titolo 80 e basta!. L'album contiene cover di alcuni brani molto noti, quali: Figli delle stelle di Alan Sorrenti, Ci stiamo sbagliando di Luca Carboni, Kobra di Donatella Rettore, Tomorrow di Amanda Lear, "Tenax" di Diana Est, I maschi di Gianna Nannini e Amore disperato di Nada. A completare l'opera non mancano le sue celebri cover Una zebra a pois di Mina, Un ragazzo di strada de I Corvi e Il geghegè di Rita Pavone, nonché il suo successo Polisex.

Contemporaneamente l'artista è impegnato nella stesura finale di un libro in cui ha raccolto proprie massime ed aforismi ed in un nuovo progetto multimediale che ancora una volta riunisce vari linguaggi artistici come la pittura, la musica, i video e la poesia. A novembre 2010 è entrato nel cast del musical 'Jesus Christ Superstar' nel suo quarantennale, nei panni di un insolito e trasgressivo 'Erode'.

Come autore ha firmato il brano 'Abbaio alla luna', inciso da Al Bano nel nuovo cd 'Amanda è libera' pubblicato dalla Azzurra Music in occasione della partecipazione del noto interprete pugliese al Festival di Sanremo 2011. Nel 2011 la Warner Music Italia dedica a Ivan un cofanetto di 5 cd contenente i 5 album che Ivan aveva inciso per la CGD ("Urlo", "Duemila60 Italian Graffiati", "Ivan il terribile", "Bandiera gialla", "Vietato ai minori") nella fortunata serie di pubblicazioni discografiche 'Original Album Series'.

A fine agosto dello stesso anno, la Sony Music gli dedica il digipack A qualcuno piace Ivan! contenente la ristampa in cd dei suoi primi tre album incisi per l'Ultima Spiaggia ed i singoli incisi per la stessa, fra il 1976 ed il 1978. Il 25 settembre 2013 partecipa al concerto per festeggiare i cinquant'anni di carriera di Gian Pieretti, che si tiene all'Auditorium di Mortara (dove il cantautore risiede) un concerto a cui partecipano molti musicisti tra cui Viola Valentino, Ricky Gianco, Marco Bonino, Mario Tessuto, Paky Canzi, Donatello, i Camaleonti ed Elisabetta Viviani, oltre allo stesso Pieretti[7].

Pittura[modifica | modifica sorgente]

Come pittore per le sue opere propone anche immagini elaborate al computer e trasferite su tela, alle quali poi aggiunge materiale pittorico e polimaterico. La serietà dell'impegno e la qualità dei risultati raggiunti hanno indotto il noto critico d'arte e giornalista Fortunato Orazio Signorello a svolgere un accorto lavoro di promotion della sua produzione e ad inserire l'artista in alcuni prestigiosi annuari (nell'ottobre del 2004 lo inserisce, per la prima volta, nell'Annuario d'arte moderna. Artisti contemporanei; pubblicazione annuale, edita dalla casa editrice romana Acca in... Arte Editrice in cui sono presenti i più grandi maestri dell'arte: Picasso, Klee, Dalì, Afro, Mirò, Ghagall, Capogrossi, Burri, Fontana, Guttuso, Morandi, De Chirico, Paladino, Schifano...) e dizionari d'arte contemporanea.

Per Signorello l'originalità compositiva di Cattaneo "rappresenta, in linea con le sue scelte provocatorie, il suo modo spiazzante di dar vita, in uno straordinario gioco di sovrapposizioni e simbiotici accostamenti ipercromatici, a un tipo di arte nuova e pluripercettiva scaturita da una maggior crescita interiore...". Per Fortunato Orazio Signorello - che dal 2004 fa parte, dopo esserlo stato nel 1999 della Biennale internazionale dell'arte contemporanea di Firenze, del comitato scientifico dell'International Contemporary Art of Andalusia (Malaga) e della Biennal Exhibition of Visual Art (New York) - la produzione recente dell'artista "evidenzia, oltre a una continua intenzione di sovvertimento di canoni più o meno prestabiliti, la passione di Cattaneo, anticipatore della comunicazione multimediale, per le scritte caustiche e pungenti; che sono, accoppiate ai suoi soggetti, una sorta di denuncia sulla condizione e sulle contraddizioni dell'uomo contemporaneo...”.[8]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Studio[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • 1975 - Darling / Pomodori da Marte (Ultima spiaggia / RCA)
  • 1976 - L'elefante è capovolto? / Farfalle (Ultima spiaggia / RCA)
  • 1977 - La segretaria ha colpito ancora / Maria-Batman (Ultima spiaggia ZBS-7028 distribuzione RCA Italiana)
  • 1978 - Tabù / Agitare prima dell'uso! (Ultima spiaggia / RCA)
  • 1979 - Boys & boys / Su (Ultima spiaggia / RCA)
  • 1980 - Pupa / Polisex (CGD)
  • 1984 - Quando tramonta il sol (CGD)
  • 1985 - Dancin Number / To be in love with you (con i Dadavox) (CGD)
  • 1986 - Neolatina Dancemix / La ragazza di Ipanema / Neolatina Disco Mix (CGD)
  • 1996 - Love is love (sotto il nome di Cut Ivan) (Trendy Factory Records/ Zac Music)
  • 2005 - L'aria - mare della serenità (Recording Arts/ Ducale) (singolo promozionale)
  • 2010 - Tenax (Azzurra Music)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito ufficiale - Biografia
  2. ^ Intervista fatta da Enzo Tortora a Cipria
  3. ^ Dal punk casereccio all'etno pop patriottico Anna Oxa si rinnova
  4. ^ Sito ufficiale - Biografia
  5. ^ Intervista a Ivan Cattaneo sul vegetarismo
  6. ^ 13/03/2010: IVAN IN CONCERTO A PIAZZA DUOMO, MILANO di Ivan Cattaneo su Myspace
  7. ^ Gian Pieretti: «Io, quel ribelle che tirava pietre a Sanremo» - Cronaca - La Provincia Pavese
  8. ^ http://www.art.e-zine.it/Artisti.asp?cmd=view&ID=559

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]