Harland and Wolff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harland and Wolff
Stato Regno Unito Regno Unito
Tipo Private Limited Company
Fondazione 1861 a Belfast
Gruppo Fred. Olsen Energy
Settore Cantieri navali
Ingegneria civile
Ingegneria navale
Fonti rinnovabili
Dipendenti 500
Sito web www.harland-wolff.com

Harland and Wolff Heavy Industries è un’industria cantieristica navale di Belfast in Irlanda del Nord (Regno Unito).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il cantiere fu fondato nel 1861 e da allora ha costruito ininterrottamente ogni tipo di nave. La nave più famosa varata da Harland and Wolff è senza dubbio il Titanic. Il maggiore campo di attività per l’azienda nord irlandese è oggi la riparazione e la conversione di navi e la loro progettazione. Harland and Wolff ha a Belfast il più grande bacino di carenaggio al mondo. Nel 1936 entrò nel settore aeronautico creando la filiale Short and Harland Limited che produsse gli aerei Short Stirling durante il secondo conflitto mondiale. Durante la guerra furono costruite 6 portaerei, 2 incrociatori e 131 altri tipi di nave e ne furono riparate circa 22.000. Furono anche prodotti carri armati e pezzi d’artiglieria. La forza lavoro raggiunse le 35.000 unità. Il cantiere fu pesantemente bombardato dalla Luftwaffe che causò notevoli danni. Il declino della richiesta di navi passeggeri a partire dagli anni 50 sommato alla concorrenza giapponese segnò il declino dell’industria cantieristica britannica. L’ultimo transatlantico varato da Harland and Wolff fu il RMS Canberra nel 1960. Viste le gravi difficoltà del settore l’azienda fu nazionalizzata nel 1960. Nel 1989 è stata ceduta dal governo ad una cordata composta dai dipendenti e dal magnate della cantieristica norvegese Fred Olsen. La forza lavoro è scesa a 3000 dipendenti.

Per la maggior parte della sua storia gli operai di Harland and Wolff sono stati quasi esclusivamente protestanti ed i cantieri sono stati fortemente associati all'Ordine di Orange. I pochi cattolici che lavoravano ai cantieri hanno regolarmente subito discriminazioni e talvolta violenze. Recentemente viste le difficoltà del suo settore di attività principale l’azienda ha cercato di allargare il suo campo di attività concentrandosi sulla progettazione d’ingegneria strutturale (costruendo anche ponti in Irlanda ed in Gran Bretagna) e sulla riparazione di navi e sulla costruzione di piattaforme off shore. Il panorama di Belfast è ancora oggi dominato dalle famose gru gemelle “Samson” e “Goliath” dei cantieri Harland and Wolff.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]