Benjamin Guggenheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benjamin Guggenheim

Benjamin Guggenheim (Filadelfia, 26 ottobre 1865Oceano Atlantico, 15 aprile 1912) è stato un imprenditore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu il padre di Peggy Guggenheim (fondatrice della Peggy Guggenheim Collection di Venezia) e il fratello di Solomon R. Guggenheim, appassionato d'arte e fondatore della Solomon R. Guggenheim Foundation. Quinto figlio del magnate minerario Meyer Guggenheim - di origini ebraica e svizzera - sposò la figlia di un noto banchiere di New York, dalla quale ebbe la figlia Peggy. Dal padre ereditò una corposa fortuna finanziaria senza però distinguersi in alcuna importante attività imprenditoriale.

Nel 1912, dopo un soggiorno nella sua casa di Parigi, decise di tornare in America a bordo del transatlantico Lusitania accompagnato dalla sua amante (una cantante francese di nome Pauline Aubert), dal suo cameriere personale, Victor Giglio e dal suo autista, Reneé Pernot. Ma un guasto alla nave lo obbligò a optare per il Titanic, imbarcandosi a Cherbourg il 10 aprile e trovando la morte cinque giorni dopo nel naufragio dovuto all'urto contro un iceberg. In quell'occasione, Benjamin passò alla storia per una famosa affermazione, ripresa in tutta la filmografia inerente al naufragio: "Ho indossato l'abito migliore e sono pronto ad andare a fondo da gentiluomo.". Egli morì da vero gentleman, lasciando posto a donne e bambini sulle scialuppe, e attendendo il momento estremo in smoking, bevendo champagne.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • In una parodia di Leo Ortolani, in cui si accenna alla vicenda del Titanic, il protagonista Rat Man gli mostra un'immagine del Guggenheim Museum di New York, chiedendogli: "Cosa pensa di una costruzione in suo onore con questa forma architettonica?". "Caro mio" è la risposta "piuttosto che sopportare la vista di un simile orrore preferirei affondare con tutto il Titanic!".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Titanic: Triumph and Tragedy, by John P. Eaton and Charles A. Haas, W. W. Newton & Company, 2nd edition 1995 ISBN 0-393-03697-9
  • A Night to Remember, by Walter Lord, ed. Nathaniel Hilbreck, Owl Books, rep. 2004, ISBN 0-8050-7764-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie