Granducato di Berg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma di Berg, consistente in un leone rosso con una coda biforcuta e con lingua, corona e unghie blu
Mappa dei ducati di Jülich, Cleves e Berg circa 1477

Berg fu uno stato medioevale dell'attuale Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania. Esso era collocato tra i fiumi Reno, Ruhr e Sieg. Attualmente questo territorio dà il nome alla regione, che viene definita Bergisches Land.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Contea di Berg, emerse nel 1101 come uno stato in affidamento alla linea cadetta della dinastia degli Ezzoni i quali trassero i suoi confini dall'antico Regno di Lotaringia, ed in breve tempo, lo fecero divenire la principale potenza della regione. Nel 1160 il territorio venne diviso in due porzioni, una di esse successivamente divenne la Contea della Marca, che ritornò alla linea titolare solo nel XVI secolo. Nel 1280 la corte venne spostata dal Castello di Burg alla città di Düsseldorf. Il più importante esponente dei primi reggenti di Berg fu Engelberto II di Berg che venne assassinato il 7 novembre 1225. Il Conte di Berg fu uno dei vincitori della Battaglia di Worringen del 1288.

La potenza di Berg si espanse notevolmente nel XIV secolo. La Contea di Jülich venne unita a quella di Berg nel 1348. Nel 1380 i conti di Berg vennero elevati al rango ducale e creati duchi di Jülich-Berg.

Problemi in successione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1509, il Duca Giovanni III di Cleves fece un matrimonio strategico con Maria von Geldern, figlia di Guglielmo VIII di Jülich-Berg, la quale divenne quindi erede degli stati paterni: Jülich, Berg e la Contea di Ravensberg, che per via della legge salica del Sacro Romano Impero la obbligò a cedere i propri titoli al marito. Con la morte del padre, nel 1521, i duchi di Jülich-Berg si estinsero, e il loro stato passò sotto il dominio di Giovanni III, Duca di Cleves assieme ai suoi territori di famiglia, la Contea della Marca e il Ducato di Cleves (Kleve) in unione personale. Come risultato di questa unione, gran parte dell'attuale provincia della Renania Settentrionale-Vestfalia (eccetto gli stati ecclesiastici dell'Arcivescovato di Colonia e del Vescovato di Münster) venne retto dai duchi di Jülich-Berg-Kleve-Mark.

Ad ogni modo, la nuova famiglia ducale si estinse nel 1609, alla morte dell'ultimo duca, malato di mente, il che portò ad una guerra di successione sui suoi possedimenti. Il risultati di questi contrasti furono la spartizione del ducato, avvenuta nel 1614: Jülich e Berg vennero annessi alla Cotnea Palatina di Neuburg, che si era convertita al cattolicesimo, mentre Cleves e Mark passarono all'Elettore di Brandeburgo. All'estinzione della dinastia regnante principale del Palatinato nel 1685, la linea di Neuburg ereditò l'Elettorato e generalmente mantenne Düsseldorf come propria capitale sin quando l'Elettore Palatino non ereditò l'intera Baviera nel 1777.

La rivoluzione francese ed il Granducato di Berg[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Granducato di Berg (1806-1813).
Il Granducato di Berg, parte della Confederazione del Reno

L'annessione francese di Jülich nel corso della Rivoluzione Francese separò i due ducati, e nel 1803 Berg venne separata dagli altri territori bavaresi e venne affidato alla linea minore dei Wittelsbach. Nel 1806, nella riorganizzazione della Germania dovuta alla fine del Sacro Romano Impero, Berg divenne Granducato sotto il governo del cognato di Napoleone Bonaparte, Gioacchino Murat. Il nuovo stemma combinava infatti il tradizionale leone rosso di Berg del Ducato di Cleves con i bastoni da Maresciallo di Francia di Murat.

Nel 1809, un anno dopo che Murat era stato promosso al Regno di Napoli, il nipote di Napoleone, il Principe Napoleone Luigi Bonaparte (18041831, figlio maggiore del fratello di Napoleone, Luigi Bonaparte, Re d'Olanda) divenne Granduca di Berg, e il territorio venne amministrato da burocrati francesi. Il Granducato ebbe ad ogni modo vita breve e terminò la propria esistenza con il crollo dell'impero napoleonico nel 1813.

Provincia di Jülich-Cleves-Berg[modifica | modifica sorgente]

Nel 1815, dopo il Congresso di Vienna, Berg venne incorporato nella Provincia di Prussia del Regno di Prussia come Provincia di Jülich-Cleves-Berg. Nel 1822 esso venne unito al Granducato del Basso Reno per formare la Provincia del Reno.

Reggenti di Berg[modifica | modifica sorgente]

Conti di Berg (prima del 1077-1380)[modifica | modifica sorgente]

Casa degli Ezzoni[modifica | modifica sorgente]

Casa di Berg[modifica | modifica sorgente]

Casa di Limburg[modifica | modifica sorgente]

Casa di Jülich-Heimbach[modifica | modifica sorgente]

in unione con Ravensberg

Duchi di Berg (1380-1806)[modifica | modifica sorgente]

House of Jülich-Heimbach[modifica | modifica sorgente]

in unione con Ravensberg (eccetto dal 1389 al 1437) e sino al 1423 in unione con il Ducato di Jülich

Casa di Mark[modifica | modifica sorgente]

dal 1521 parte del Ducato di Jülich-Cleves-Berg

Casa di Wittelsbach[modifica | modifica sorgente]

in unione con Jülich e Palatinato-Neuburg, sin dal 1690 con l'Elettorato Palatino, dal 1777 con la Baviera

Granduchi di Berg (1806-1813)[modifica | modifica sorgente]

Casa di Bonaparte[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]