Daniele Conti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore, vedi Daniele Conti (1962).
Daniele Conti
Daniele Conti 2012.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Cagliari Cagliari
Carriera
Giovanili
Roma Roma
Squadre di club1
1996-1999 Roma Roma 5 (1)
1999- Cagliari Cagliari 407 (46)
Nazionale
1999-2000 Italia Italia U-21 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 febbraio 2014
« La mia Nazionale è stata sempre il Cagliari. Sono legato troppo a questa maglia e il resto non mi interessa. »
(Daniele Conti in risposta alle mancate convocazioni in Nazionale.[1])

Daniele Conti (Nettuno, 9 gennaio 1979) è un calciatore italiano, centrocampista e capitano del Cagliari.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

È un centrocampista che agisce prevalentemente come centrale davanti alla difesa,[2] dotato di buona tecnica e visione di gioco capace di rendersi pericoloso in area avversaria con incursioni sulle palle inattive.[3] In particolare, è uno specialista sui calci di punizione: è infatti il terzo giocatore italiano ancora in attività ad aver segnato più reti su palla da fermo, alle spalle di Francesco Totti e Andrea Pirlo.[3][4][5]

Daniele con il padre Bruno nel 1991

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi con la Roma[modifica | modifica sorgente]

Figlio d'arte (suo padre Bruno è stato per anni bandiera della Roma e della Nazionale) e fratello del calciatore Andrea, ha iniziato a giocare nella Roma.[2] Fa il suo esordio in maglia giallorossa a 17 anni, il 24 novembre 1996 in un Roma-Parma, sotto la guida di Carlos Bianchi. In tre stagioni colleziona 5 presenze in campionato e una in Coppa Italia, riuscendo a segnare anche un gol all'Olimpico, festeggiando sotto la Curva Sud, nella sua prima partita da titolare contro il Perugia,[6] segnando di testa su cross di Dmitrij Aleničev.[7] In quella stessa partita verrà espulso per eccesso di esultanza.[7]

Cagliari[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 1999 viene ceduto in comproprietà al Cagliari,[8] che a fine stagione rileva per intero il cartellino del giocatore[9] per 1.250.000.000 di lire.[10] L'esordio in maglia rossoblu avviene il 29 agosto dello stesso anno nella partita contro la Lazio.

Nel Cagliari ha un inizio stentato, non riesce a esprimere il suo potenziale e in alcuni casi si trova in conflitto con degli allenatori,[9] specialmente nel suo primo periodo nella squadra isolana, oltre a essere contestato dai suoi stessi tifosi per le sue cattive prestazioni.[11] La sua avventura a Cagliari comincia con una retrocessione e spesso pesano sulle spalle del ventenne Daniele i paragoni con il padre.[9] Nonostante ciò riesce a meritarsi una convocazione nella Nazionale Under-21.[12]

Dalla Serie B riesce a tornare nel campionato di Serie A dopo quattro anni.[10] Nella stagione 2007-2008 ottiene la salvezza con la squadra sarda. Un suo gol al 95' di Cagliari-Napoli ha dato la vittoria ai sardi (sotto di un gol fino al 93').[13] Nella stagione 2008-2009 va in gol all'Olimpico di Roma contro la sua ex squadra.[10] Si ripeterà anche nella partita di andata del campionato 2009-2010 giocata a Cagliari.[14] Al termine della stagione il giocatore prolunga il suo contratto fino al 2013.[10]

Nella stagione 2010-2011, con il ritiro di Diego López diviene il capitano del Cagliari[15] e segna il suo primo goal stagionale in campionato nuovamente contro la Roma, prima di uscire per infortunio a seguito di un intervento del difensore giallorosso Nicolas Burdisso, che gli causerà una ferita all'altezza del ginocchio suturata con 30 punti.[16]

Alla vigilia della trasferta col Chievo del 3 ottobre 2010, viene messo fuori rosa dall'allenatore del Cagliari Pierpaolo Bisoli insieme al vicecapitano Alessandro Agostini. Bisoli dichiara: «Conti e Agostini non fanno più parte del progetto.» La società appoggia pienamente l'operato del tecnico.[17] Il 7 ottobre 2010 la diatriba si risolve a seguito di colloqui chiarificatori tra il tecnico Bisoli e i giocatori sospesi, i quali rientrano in squadra.[18]

Nella partita Cagliari-Udinese della stagione 2011-2012, con 328 presenze, eguaglia il record di presenze in campionato con la maglia rossoblu detenuto da Mario Brugnera.[19] Nel gennaio 2013 rinnova il contratto con il Cagliari fino al 2014.[20] Il 1º febbraio 2013, in occasione della partita contro la Roma, raggiunge le 400 presenze assolute tra Campionato e Coppa Italia con il club sardo.[21] Il 24 febbraio 2013, durante la partita Cagliari-Torino (4-3) realizza la sua prima doppietta in Serie A.[22] In occasione della partita Cagliari-Udinese del 27 aprile 2013, raggiunge le 407 presenze assolute in maglia rossoblù, eguagliando il record appartenuto a Mario Brugnera.[23] Al termine della stagione viene premiato dai tecnici e allenatori della Serie A (AIAC) con il riconoscimento "Leader in campo" perché meglio di tutti è stato capace di trasmettere ai compagni le direttive degli allenatori durante la stagione.[24]

In occasione della partita Cagliari-Inter del 29 settembre 2013 (valida per il campionato 2013-2014) raggiunge le 290 presenze in Serie A con la maglia del Cagliari, superando Gigi Riva e portandosi a 21 lunghezze dal primatista Nené.[25] Il 10 novembre marca la sua 300ª presenza in Serie A nella partita Cagliari-Torino, segnando due gol su calcio di punizione, che gli permettono di realizzare la sua seconda doppietta nella massima serie italiana.[26] Il 16 novembre riceve il premio USSI 2013 per il record di presenze con la maglia del Cagliari, 396 tra i campionati di Serie A e B.[27]. Il 12 Aprile 2014, Daniele Conti raggiungeva Nené anche nella classifica relativa al numero di presenze in serie A con la maglia del Cagliari: 311 partite[28].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 30 marzo 2014.[29]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1996-1997 Italia Roma A 1 0 CI 0 0 CU 0 0 - - 1 0
1997-1998 A 0 0 CI 0 0 - - - - 0 0
1998-1999 A 4 1 CI 1 0 CU 0 0 - - 5 1
Totale Roma 5 1 1 0 0 0 - - 6 1
1999-2000 Italia Cagliari A 9 1 CI 1 0 - - - - 10 1
2000-2001 B 24 6 CI 3 0 - - - - 27 6
2001-2002 B 32 2 CI 2 0 - - - - 34 2
2002-2003 B 12 0 CI 0 0 - - - - 12 0
2003-2004 B 33 0 CI 1 0 - - - - 34 0
2004-2005 A 30 0 CI 7 2 - - - - 37 2
2005-2006 A 30 3 CI 4 0 - - - - 34 3
2006-2007 A 30 3 CI 3 0 - - - - 33 3
2007-2008 A 32 5 CI 1 0 - - - - 33 5
2008-2009 A 31 5 CI 1 0 - - - - 32 5
2009-2010 A 32 5 CI 1 0 - - - - 33 5
2010-2011 A 29 5 CI 0 0 - - - - 29 5
2011-2012 A 32 4 CI 2 1 - - - - 34 5
2012-2013 A 29 3 CI 0 0 - - - - 29 3
2013-2014 A 25 4 CI 1 0 - - - - 26 4
Totale Cagliari 410 46 27 3 - - - - 437 49
Totale carriera 415 47 28 3 0 0 - - 443 50

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cagliari-Siena: le interviste dei rossoblu, soccermagazine.it. URL consultato il 1º novembre 2012.
  2. ^ a b Manlio Gasparotto, Conti si scopre cannoniere «Merito di questo Cagliari» in La Gazzetta dello Sport, 07 febbraio 2001, p. 16. URL consultato il 7 novembre 2010.
  3. ^ a b SERIE A, ECCO TUTTI I CECCHINI. I rigoristi e gli specialisti da fermo in Sport Mediaset, 6 settembre 2011. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  4. ^ Statistiche OPTA Sports Italia in OPTA Sports, 10 novembre 2013. URL consultato il 16 novembre 2013.
  5. ^ Conti a un passo da Platini in Blog Cagliari 1920, 15 novembre 2013. URL consultato il 16 novembre 2013.
  6. ^ Gaetano Imparato, Conti, quando una famiglia fa gol in La Gazzetta dello Sport, 7 dicembre 1998, p. 15. URL consultato il 7 novembre 2010.
  7. ^ a b E' sempre Totti il nome della Roma, corriere.it, 6 dicembre 1998. URL consultato il 27 marzo 2013.
  8. ^ Mirko Graziano, Gaucci gela l' Atletico Madrid Per Rapaic chiede 35 miliardi in La Gazzetta dello Sport, 15 luglio 1999, p. 5. URL consultato il 7 novembre 2010.
  9. ^ a b c Guglielmo Longhi, Tra Daniele Conti e il Cagliari c'è un cognome da cancellare in La Gazzetta dello Sport, 25 gennaio 2001, p. 17. URL consultato il 7 novembre 2010.
  10. ^ a b c d Mario Frongia, Conti a posto con il rinnovo Cagliari a vita in La Gazzetta dello Sport, 4 dicembre 2009, p. 16. URL consultato l'8 novembre 2010.
  11. ^ Matteo Sechi, Lode a te Daniele Conti, come è bello invecchiare in SardegnaSport.com, 12 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  12. ^ Fabio Licari, Novità nella Under 21: con il debuttante Daniele Conti c'è anche Magro, straniero strappato alla Svizzera in La Gazzetta dello Sport, 2 ottobre 1999, p. 7. URL consultato il 7 novembre 2010.
  13. ^ Riccardo Pratesi, Ribaltone nel recupero Il Cagliari beffa il Napoli in La Gazzetta dello Sport, 27 gennaio 2008. URL consultato l'8 novembre 2010.
  14. ^ "Ho reso triste papà". E Bruno conferma: "Non mi vuole bene" in Sky Sport, 6 gennaio 2010. URL consultato l'8 novembre 2010.
  15. ^ Daniele chiude i Conti col Cagliari in L'Unione sarda, 23 luglio 2010. URL consultato l'8 novembre 2010.
  16. ^ Cagliari, Conti non è grave Previsti 20 giorni di stop in Corriere dello Sport - Stadio, 12 settembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2010.
  17. ^ Cagliari, esclusi Conti e Agostini in L'Unione Sarda, 03 ottobre 2010. URL consultato il 07-11-2010.
  18. ^ Pace fatta nel Cagliari tra Bisoli, Conti e Agostini in Tuttosport, 7 ottobre 2010. URL consultato il 07 novembre 2010.
  19. ^ Il capitano nella storia del Cagliari: "Sono emozionanto, grazie a tutti i tifosi" in L'Unione Sarda, 25 settembre 2011. URL consultato il 25 settembre 2011.
  20. ^ Cagliari, Conti rinnova fino al 2014 in La Repubblica, 3 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  21. ^ 400 presenze per il capitano in La Nuova Sardegna, 2 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  22. ^ Prima doppietta in Serie A per il capitano del Cagliari Daniele Conti: "La dedico a mio figlio Bruno, sono commosso", goal.com, 24 febbraio 2013. URL consultato il 24 febbraio 2013.
  23. ^ Conti 407 volte rossoblù: eguagliato il record di Brugnera, tuttocagliari.net, 27 aprile 2013. URL consultato il 29 aprile 2013.
  24. ^ Conti premiato dai tecnici Serie A "Incarna le qualità di un leader" in L'Unione Sarda, 25 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  25. ^ Conti, contro l'Inter il Capitano supera Riva e punta Nené, cagliarinews24.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 29 settembre 2013.
  26. ^ Serie A: Cagliari-Torino 2-1, è doppietta di Conti in TGcom, 10 novembre 2013. URL consultato il 10 novembre 2013.
  27. ^ Conti, premio per il record di presenze col Cagliari, corrieredellosport.it, 16 novembre 2013. URL consultato il 17 novembre 2013.
  28. ^ Conti raggiunge Nené in La Nuova Sardegna, 12 Aprile 2014. URL consultato il 16 Aprile 2014.
  29. ^ Daniele Conti in La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 29 settembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]