Cucina finlandese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il kalakukko, pasticcio di pane di segale, carne di maiale e pesce, così diffuso da essere considerato il piatto nazionale della Finlandia[1].

La cucina finlandese (suomalainen keittiö) è l'espressione dell'arte culinaria sviluppata in Finlandia. Tale cucina non è caratterizzata da una grande varietà di piatti ed ingredienti, in parte a causa del clima rigido che non permette la coltivazione della maggior parte dei prodotti agricoli. Tra i piatti tradizionali si ricordano il karjalanpiirakka, il kalakukko, il ruisreikäleipä, il mämmi e la pulla.

In tempi recenti, la Finlandia si è aperta molto più che in passato anche alle culture culinarie straniere, creando così dei piatti che risultano una fusione tra la tradizione tipica finlandese e la cultura culinaria estera, specialmente italiana e francese.

Abitudini alimentari[modifica | modifica sorgente]

I finlandesi hanno delle abitudini alimentari che seguono la tradizione scandinava. Vi sono cinque pasti principali.

  • Aamupala, ovvero la colazione. Essa consiste sia in alimenti dolci come lo yogurt e frutta, sia in alimenti salati come il pane di segale e il kinkku, una sorta di prosciutto.
  • Lounas, ovvero il pranzo. Consiste prevalentemente in piatti e alimenti salati quali carne, pesce, zuppe e, oggigiorno, anche pasta e talvolta pizza. Spesso le famiglie che abitano in campagna amano pranzare all’aperto organizzando dei barbecue.
  • Välipala, ovvero lo spuntino. Lo spuntino corrisponde quasi alla colazione, anche se generalmente le porzioni sono ridotte. Si consuma anche porridge (puuro in finlandese) nelle sue varianti (marjapuuro, suklaapuuro). Molto particolari sono anche le “zuppe” di frutti di bosco (marjakiisseli) e le zuppe di latte (maitokiisseli), ovvero latte bollito con farina, zucchero e vaniglia in modo da renderlo più denso e aromatico. Molto spesso si sostituisce lo spuntino con un caffè o tè accompagnato da qualche dolce a porzione.
  • Illallinen, ovvero la cena, di solito costituita da pochi piatti e simile al pranzo.
  • Iltapala, ovvero lo “spuntino della cena”, che consiste in uno snack dopo-cena generalmente leggero.

Tradizionalmente in Finlandia si pasteggia con latte o con birra (laddove i commensali siano maggiorenni). L’acqua viene usata solo nei ristoranti, così come altre bevande quali cola, aranciata e limonata. Nei pasti principali, ovvero il pranzo e la cena, si usa mettere al centro tavola un piatto con varie verdure crude affettate (cetrioli, pomodori, peperoni...) con cui accompagnare il pasto.

Ingredienti e prodotti[modifica | modifica sorgente]

Come già accennato sopra, la Finlandia è una zona dal clima rigido soprattutto nella stagione invernale; questo fattore rende proibitiva la coltivazione di moltissimi prodotti. Questo comporta che la cucina finlandese sia povera di prodotti tipici e quasi del tutto priva di eccellenze agroalimentari. Tuttavia vi sono dei prodotti molto presenti nelle abitudini alimentari dei finlandesi che vale la pena osservare.

In Finlandia vengono prodotti burro e latte di altissima qualità. Sovente si usa il burro al posto dell’olio per rosolare i cibi. Si consuma molto yoghurt e viili, ovvero latte cagliato di consistenza gelatinosa (presente anche nell’alimentazione di altri paesi oltre alla Finlandia).

I finlandesi inoltre consumano una grande varietà di frutta e verdura, la maggior parte della quale viene però importata dall’estero. Molto popolari sono i frutti di bosco e le bacche, molto amate dai finlandesi. In Finlandia vi è una particolare bacca chiamata lakka, ovvero camemoro, dal sapore acidulo: questa bacca viene sia consumata a crudo, sia utilizzata per alcuni prodotti quali il lakkalikööri (liquore di lakka), marmellate, gelati e miele di fiori di camemoro.

La tradizione alimentare finlandese vanta anche molteplici tipi di pane, la maggior parte dei quali costituiti da farina di segala (come il ruisreikäleipä) o farine di altri cereali.

Per quanto riguarda la carne, comunemente i finlandesi consumano prevalentemente carne di manzo. In Finlandia vi sono ottime salsicce, molto simili a wurstel: spesso i finlandesi le lasciano cuocere sulle pietre roventi avvolte da carta argentata e consumate durante la sauna. Si consumano anche altri animali quali la lepre, la renna (affumicata) e l'alce, anche se queste ultime carni sono generalmente più care.

Molto particolare è l'utilizzo dello xilitolo come dolcificante: lo xilitolo viene infatti ricavato dalle betulle ed è meno calorico e non dannoso alla salute.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Finlandia: cultura e tradizioni da Sapere.it