Bufo marinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rospo delle canne
Bufo marinus 1.jpg
Bufo marinus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Bufonidae
Genere Bufo
Specie B. marinus
Nomenclatura binomiale
Bufo marinus
Linneus, 1758
Sinonimi

Rhinella marina

Il rospo delle canne (Bufo marinus Linnaeus, 1758) è un anfibio della famiglia dei Bufonidi, ritenuto una delle specie di anuri più infestanti del mondo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lungo in media da 10 a 15 centimetri, può raggiungere anche dimensioni più considerevoli: il più grande esemplare descritto pesava 2.65 kg e misurava 38 cm.

Le ghiandole paratiroidi del B. marinus secernono una tossina (bufotossina) che può avere effetti letali su molte altre specie di animali.

Areale[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione di Bufo marinus.
In blu le zone di cui è nativo, in rosso quelle dove è stato introdotto.

È nativo del Nuovo Mondo, diffuso in un'area che va dal Texas meridionale sino all'Amazzonia e al Perù sud-orientale.

È stato introdotto, con intenti di lotta biologica, in vari paesi del mondo, con risultati non sempre brillanti.

L'espansione del rospo delle canne in Australia

In particolare la sua introduzione in Australia, dove si pensava di utilizzarlo nella lotta contro alcune specie di insetti infestanti, ha avuto un impatto fortemente negativo sulla biodiversità. La sua rapida moltiplicazione ha portato infatti ad una drammatica riduzione del numero di diverse specie di roditori, anuri e rettili, con cui compete per il cibo e che spesso preda, ed ha avuto ricadute sulla intera catena alimentare, riducendo anche il numero di predatori a causa dell'effetto letale della bufotossina per molti di essi. È inserita nell'elenco delle 100 tra le specie invasive più dannose al mondo.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Solís, F., Ibáñez, R., Hammerson, G., Hedges, B., Diesmos, A., Matsui, M., Hero, J.-M., Richards, S., Coloma, L.A., Ron, S., La Marca, E., Hardy, J. & Powell, R. 2004, Bufo marinus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi