Gryllidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gryllidae
Gryllus campestris 3.jpg
Gryllus campestris
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Polyneoptera
Sezione Orthopteroidea
Ordine Orthoptera
Sottordine Ensifera
Superfamiglia Grylloidea
Famiglia Gryllidae
Bolívar, 1878
Sottofamiglie

I Grillidi (Gryllidae Bolívar, 1878) sono una famiglia di insetti ortotteri del sottordine Ensifera. Sono i grilli propriamente detti, al di là del fatto che il termine comune grilli, venga applicato ad una vasta lista di ortotteri.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Comprende insetti dal corpo leggermente appiattito, testa grande e globosa e antenne sottili, lunghe almeno come il corpo. I grilli hanno spesso una colorazione poco vivace, in prevalenza nera o bruna. Nelle specie munite di ali, queste sono tenute a riposo appiattite sul corpo; i maschi le strofinano fra loro per produrre il loro canto. L'apice dell'addome reca un paio di cerci posteriori. Nelle femmine l'ovopositore è cilindrico o a sciabola.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti sottofamiglie:

Specie presenti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia sono presenti le seguenti specie [1]

I grilli nella cultura[modifica | modifica wikitesto]

I grilli hanno una forte incidenza nell'immaginario popolare, dalla Festa del grillo, ai modi di dire, indovinala grillo, ai personaggi fiabeschi, il Grillo Parlante, al comico Beppe Grillo che ha giocato sul suo cognome indicante chi si prodiga a dare consigli rimanendo inascoltato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Stoch, Family Gryllidae in Checklist of the Italian fauna online version 2.0, 2003. URL consultato il 9 ottobre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi