Alessandro Sgrigna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Sgrigna
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Cittadella Cittadella
Carriera
Giovanili
1995-1996
1997-1998
Lodigiani Lodigiani
Inter Inter
Squadre di club1
1996-1997 Lodigiani Lodigiani 16 (2)
1997-1998 Inter Inter 0 (0)
1998-1999 Lodigiani Lodigiani 31 (8)
1999-2000 Vicenza Vicenza 3 (0)
2000 Verona Verona 0 (0)
2000-2001 Pistoiese Pistoiese 5 (0)
2001 Reggiana Reggiana 10 (0)[1]
2001-2003 Vicenza Vicenza 26 (1)
2003-2005 Cittadella Cittadella 66 (25)
2005-2007 Vicenza Vicenza 46 (4)
2007 Bari Bari 20 (4)
2007-2008 Triestina Triestina 35 (7)
2008-2010 Vicenza Vicenza 73 (23)
2010-2013 Torino Torino 79 (15)
2013 Verona Verona 17 (3)
2013-2014 Carpi Carpi 33 (6)
2014- Cittadella Cittadella 2 (2)
Nazionale
1995
1998
1997-1999
Italia Italia U-16
Italia Italia U-17
Italia Italia U-18
1 (0)
1 (0)
15 (7)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Argento Grecia 1995
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 settembre 2014

Alessandro Sgrigna (Roma, 24 aprile 1980) è un calciatore italiano, attaccante del Cittadella.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Spesso impiegato come esterno offensivo, sia a sinistra che a destra, ha più volte ricoperto il ruolo di trequartista, di seconda punta e, nel Vicenza, anche di attaccante centrale. Grazie alla sua notevole versatilità e tecnica, è da considerarsi un vero e proprio jolly offensivo.[2][3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lodigiani e la stagione all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili della Lodigiani, dopo aver debuttato in Nazionale Under-16 esordisce nel calcio professionistico nel 1996 a 16 anni, in Serie C1, nella stagione 1996-1997. L'allenatore Maurizio Viscidi gli concede 16 presenze nelle quali segna 2 gol, uno dei quali l'11 gennaio 1997 in Lodigiani-Savoia (5-1)[4].

L'11 luglio viene acquistato dall'Inter per 600 milioni di lire ed entra a far parte della Primavera nerazzurra[5], guadagnando alcune convocazioni in prima squadra senza tuttavia giocare nemmeno un minuto. In questa stagione ottiene una convocazione in Nazionale Under-17.

Il 27 giugno 1998 i nerazzurri lo rimandano in prestito alla Lodigiani[6] dove trova un posto da titolare con mister Guido Attardi in coppia con Luca Toni. Il 19 settembre realizza un gol su azione personale in Lodigiani-Savoia (1-1)[7]. In totale realizza 8 gol in 31 gare in stagione, entrando in pianta stabile in Nazionale Under-18.

Vicenza e i vari prestiti[modifica | modifica wikitesto]

Tornato alla base, in estate viene ceduto in comparteciazione al Vicenza[8], con cui debutta in Serie B il 13 febbraio 2000 in Vicenza-Ternana (0-0), subentrando all'84' a Marco Schenardi. In totale raccoglie tre presenze nel campionato che i biancorossi concludono al primo posto.

Nel mercato estivo il Vicenza riscatta l'altra metà del suo cartellino e lo gira, di nuovo in comprartecipazione, all'Hellas Verona, dove non trova spazio e quindi il 27 ottobre le due società lo mandano in prestito alla Pistoiese[9], in Serie B. Esordisce con gli arancioni il 19 novembre in Pistoiese-Pescara (1-0) sostituendo al 60' Francesco Baiano; sotto la guida dell'allenatore Giuseppe Pillon gioca cinque spezzoni di partita. Il 30 gennaio 2001 passa in prestito alla Reggiana[10], in Serie C1, con cui esordisce il 4 febbraio in Varese-Reggiana (1-3). La stagione si conclude con una salvezza ottenuta ai play-out e 10 gare disputate con gli emiliani.

Nel luglio 2001 ritorna per l'intero valore del cartellino al Vicenza, dove, sotto la guida dei mister Eugenio Fascetti prima e Adelio Moro poi, gioca 24 incontri andando a segno una volta, il 28 aprile 2002 in Vicenza-Salernitana (3-1)[11]. La stagione termina senza la promozione.

La stagione successiva, con il nuovo tecnico Andrea Mandorlini, mette insieme 2 presenze in campionato segnando un gol invece in Coppa Italia il 18 dicembre 2002 in Bologna-Vicenza (0-2)[12]. Il 27 gennaio 2003 passa in prestito al Cittadella[13], in Serie C1.

Cittadella e ancora Vicenza[modifica | modifica wikitesto]

L'allenatore Rolando Maran lo fa subito esordire con la maglia del Cittadella il 2 febbraio in Lumezzane-Cittadella (0-0), rilevando al 58' Joachim De Gasperi. Segna invece la sua prima marcatura il 9 marzo in Cittadella-Carrarese (3-1)[14], alla quale seguono una doppietta il 30 marzo in AlbinoLeffe-Cittadella (2-4)[15].

Con 9 presenze e 4 reti contribuisce a una stagione che finisce con un settimo posto a quattro punti dai play-off.

Il 25 giugno il club padovano ne acquista la compartecipazione confermandolo così in rosa anche per la stagione 2003-2004[16]. La sua prima metà di stagione è caratterizzata da una serie di infortuni e di un'operazione alle tonsille[17]. Il 14 dicembre sigla una doppietta in Cittadella-Novara (3-1).[18] La compartecipazione con il Vicenza viene rinnovata anche per la stagione successiva[19].

Fa quindi il suo ritorno al Vicenza, con 4 gol in 33 apparizioni. L'inizio della stagione 2006-2007, è caratterizzato da numerosi infortuni che ne limitano le prestazioni.[senza fonte]

A gennaio 2007 passa quindi al Bari dove ritrova il tecnico Maran che lo aveva allenato ai tempi del Cittadella. Tuttavia, dopo l'esonero del tecnico trentino e l'arrivo di Giuseppe Materazzi, trova sempre meno spazio, disputando comunque 20 incontri con 4 gol.

Nel luglio del 2007, dopo essere rientrato a Vicenza, passa in prestito alla Triestina, dove ritrova nuovamente Maran, neo allenatore della squadra alabardata. A gennaio della stessa stagione, la Triestina acquista la metà del giocatore dal Vicenza in cambio della metà del giocatore alabardato Emiliano Testini. Dopo aver segnato 7 reti nella seconda parte della stagione, nell'estate 2008 fa nuovamente ritorno alla corte dei berici.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2010 passa a titolo definitivo al Torino[20], nello scambio che porta Elvis Abbruscato al Vicenza[21]. L'allenatore Franco Lerda lo schiera spesso nell'atipico ruolo di esterno[22] e l'11 settembre 2010, in occasione della trasferta dei granata a Modena contro il Sassuolo, mette a segno il suo primo gol in maglia granata, permettendo al Torino di imporsi per 2-1. Dopo un digiuno di reti di quasi cinque mesi, torna al gol il 7 maggio 2011, nel 2-2 in trasferta contro il Siena[23]. Il 29 maggio la squadra granata viene sconfitta dal Padova, terminando la stagione senza disputare i play-off.

Nella stagione 2011-2012, dopo un incontro chiarificatore con il neoallenatore Giampiero Ventura, ritrova il suo naturale ruolo di attaccante[24] e viene inserito come una delle quattro punte della rosa, insieme a Rolando Bianchi, Osarimen Ebagua e Mirko Antenucci. Segna la sua prima rete dell'anno il 4 settembre 2011 contro il Varese (2-0 il risultato finale), con un potente tiro da fuori area[25]. Il 10 dicembre 2011 segna una doppietta nel 4-2 casalingo contro il Pescara[26]

Confermato anche per la stagione successiva, che segna il ritorno in Serie A della squadra, è l'autore del primo gol stagionale della squadra, che conduce alla vittoria per 4-2 in Coppa Italia contro il Lecce[27]. Il 1º settembre, alla seconda giornata di campionato contro il Pescara, debutta in Serie A, a 32 anni, e realizza anche il suo primo gol in massima serie su assist di Rolando Bianchi[28]. Nella prima parte di stagione si ritaglia un ruolo di spalla del capitano granata, avvicendandosi con gli altri due attaccanti Riccardo Meggiorini e Gianluca Sansone.

Hellas Verona e Carpi[modifica | modifica wikitesto]

L'8 gennaio 2013 passa a titolo definitivo all'Hellas Verona[29], in Serie B, insieme al compagno Alessandro Agostini. Con il club scaligero firma un contratto di due anni, fino al 2014[30]. Il 24 marzo 2013 segna il suo primo gol con la maglia della squadra veronese nella partita casalinga vinta contro il Crotone, mettendo a segna il gol partita del 3-2. Dopo 17 presenze e 3 gol e la conquista della Serie A, il 30 agosto seguente passa in prestito al Carpi in Serie B.[31]

Ritorno a Cittadella[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 giugno 2014 torna al Cittadella in Serie B dopo dieci stagioni. Il 1º settembre 2014 nella 1ª giornata di campionato (Modena-Cittadella) segna su punizione il primo goal della sua seconda esperienza in granata.[32]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 ottiene 4 presenze in Nazionale Under-21 di B: il 9 gennaio 2002, nella partita contro la Pro Patria vinta per 2-1[33], il 27 gennaio contro la Romania Under-21 (0-0)[34], il 27 febbraio nella sconfitta per 1-0 contro il Legnano[35] e il 23 marzo in occasione della vittoria per 1-0 contro una selezione di stranieri della Serie B[36].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 26 giugno 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Camp Pres Reti Camp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1996-1997 Italia Lodigiani C1 16 2 CI-C 0 0 - - - - - - 16 2
1997-1998 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
1998-1999 Italia Lodigiani C1 31 8 CI-C 0 0 - - - - - - 31 8
Totale Lodigiani 47 10 0 0 - - - - 47 10
1999-2000 Italia Vicenza B 3 0 CI 0 0 - - - - - - 3 0
2000-gen. 2001 Italia Pistoiese B 5 0 CI - - - - - - - - 5 0
gen.-giu. 2001 Italia Reggiana C1 10+1[37] 0 CI-C - - - - - - - - 11 0
2001-2002 Italia Vicenza B 24 1 CI 1 0 - - - - - - 25 1
2002-gen. 2003 B 2 0 CI 3 1 - - - - - - 5 1
gen.-giu. 2003 Italia Cittadella C1 9 4 CI+CI-C - - - - - - - - 9 4
2003-2004 C1 26 11 CI-C 2 0 - - - - - - 28 11
2004-2005 C1 31 10 CI-C 7 3 - - - - - - 38 13
2005-2006 Italia Vicenza B 33 4 CI 0 0 - - - - - - 23 0
2006-gen. 2007 B 13 0 CI 1 0 - - - - - - 14 0
gen.-giu. 2007 Italia Bari B 20 4 CI - - - - - - - - 20 4
2007-2008 Italia Triestina B 35 7 CI 3 0 - - - - - - 38 7
2008-2009 Italia Vicenza B 36 10 CI 2 1 - - - - - - 38 11
2009-2010 B 37 13 CI 1 0 - - - - - - 38 13
ago. 2010 B - - CI 1 1 - - - - - - 1 1
Totale Vicenza 148 28 11 3 - - - - 159 31
ago. 2010-2011 Italia Torino B 35 6 CI 0 0 - - - - - - 35 6
2011-2012 B 32 8 CI 1 0 - - - - - - 33 8
2012-gen. 2013 A 11 1 CI 2 1 - - - - - - 13 2
Totale Torino 79 15 3 1 - - - - 82 16
gen.-giu. 2013 Italia Verona B 17 3 CI - - - - - - - - 17 3
2013-2014 Italia Carpi B 33 6 CI - - - - - - - - 33 6
2014-2015 Italia Cittadella B 1 1 CI 0 0 - - - - - - 1 1
Totale Cittadella 66 25 10 4 - - - - 76 29
Totale carriera 458+1 98 27 8 0 0 - - 486 106

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Vicenza: 1999-2000
Hellas Verona: 2012-2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 11 (0) se si comprendono anche i playout della Serie C1
  2. ^ Sgrigna esterno? Ale può giocare ovunque, Toronews.net, 27 aprile 2011. URL consultato il 3 ottobre 2011.
  3. ^ Alessandro Sgrigna, Transfermarkt.it, 3 ottobre 2011. URL consultato il 3 ottobre 2011.
  4. ^ Tiro a segno della Lodigiani contro un Savoia disastroso, La Gazzetta dello Sport, 12 gennaio 1997. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  5. ^ Bologna: Dall' Igna sicuro, Fish quasi, La Gazzetta dello Sport, 12 luglio 1997. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  6. ^ Clagluna riparte dall'Ancona, La Gazzetta dello Sport, 28 giugno 1998. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  7. ^ Un Savoia d' assalto tiene in scacco la Lodigiani, La Gazzetta dello Sport, 20 settembre 1998. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  8. ^ Moratti Atletico: incontro per Jugovic - Simao, firma di troppo tra Inter e Barca, La Gazzetta dello Sport, 18 maggio 1999. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  9. ^ Mancini e Sgrigna alla Pistoiese, Il Tirreno, 28 ottobre 2000. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  10. ^ Ceduto in prestito alla Reggiana Alessandro Sgrigna, Il Tirreno, 31 gennaio 2001. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  11. ^ Vicenza, prova d' orgoglio contro la Salernitana, La Gazzetta dello Sport, 29 aprile 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  12. ^ Bologna, l' amaro nella coda, La Gazzetta dello Sport, 19 dicembre 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  13. ^ Cittadella-Sgrigna è fatta, La Gazzetta dello Sport, 28 gennaio 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  14. ^ Naufragio della Carrarese a Cittadella, Il Tirreno, 10 marzo 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  15. ^ Cittadella corsaro a Leffe, Il Tirreno, 31 marzo 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  16. ^ Sgrigna al Cittadella, La Gazzetta dello Sport, 26 giugno 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  17. ^ Il Cittadella ha già cancellato lo stop di Pistoia, Il Mattino di Padova, 4 novembre 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  18. ^ Sgrigna abbatte il Novara, La Gazzetta dello Sport, 15 dicembre 2003. URL consultato il 5 gennaio 2011.
  19. ^ Gli altri club per ora rimangono alla finestra, Il Mattino di Padova, 1º luglio 2004. URL consultato il 7 gennaio 2011.
  20. ^ Sgrigna al Toro, TorinoFc.it, 19 agosto 2010. URL consultato il 24 luglio 2011.
  21. ^ Ufficiale: Sgrigna al Toro, scambio con Abbruscato, Tuttosport.com, 19 agosto 2010. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  22. ^ Sgrigna: "L'anno scorso ero giù di morale. Ora...", Torinogranata.it, 6 settembre 2011. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  23. ^ Siena-Torino 2-2, Torinofc.it, 7 maggio 2011. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  24. ^ Torino, Ventura: "Apprezzo la schiettezza di Sgrigna", Tuttomercatoweb.com, 12 agosto 2011. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  25. ^ Torino bello e capolista: Varese sconfitto 2-0, Tuttosport.com, 4 settembre 2011. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  26. ^ Torino vs Pescara 4-2, Torinofc.it, 10 dicembre 2011. URL consultato il 3 gennaio 2012.
  27. ^ Torino-Lecce 4-2, Torinofc.it, 18 agosto 2012. URL consultato il 1º settembre 2012.
  28. ^ Torino-Pescara 3- 0, Torinofc.it, 1º settembre 2012. URL consultato il 1º settembre 2012.
  29. ^ Ufficiale: Sgrigna e Agostini in gialloblù, Hellasverona.it, 8 gennaio 2013. URL consultato l'8 gennaio 2013.
  30. ^ Esclusiva TMW - Verona: Sgrigna fino al 2014, Tuttomercatoweb.com, 8 gennaio 2013. URL consultato l'8 gennaio 2013.
  31. ^ COLPO SGRIGNA, carpifc1909.it, 30 agosto 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  32. ^ Alessandro Sgrigna torna a Cittadella, ascittadella.it, 26 giugno 2014. URL consultato il 30 giugno 2014.
  33. ^ L' Under 21 di B debutta con una vittoria, La Gazzetta dello Sport, 10 gennaio 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  34. ^ Under di serie B, un ritorno senza reti Marini soddisfatto: «Bene la difesa», La Gazzetta dello Sport, 28 gennaio 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  35. ^ Brutta figura per l' Under 21 di B battuta a Legnano senza reagire, La Gazzetta dello Sport, 28 febbraio 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  36. ^ Nell' Under di Marini brilla D' Agostino, La Gazzetta dello Sport, 24 marzo 2002. URL consultato il 4 gennaio 2011.
  37. ^ Play-out.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]