We Can Work It Out

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
We Can Work It Out / Day Tripper
Artista The Beatles
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1965(UK)
6 dicembre 1965 (USA)
3 gennaio 1966 (ITA)
Durata 2:15
Album di provenienza Past Masters vol. 2
Dischi 1
Tracce 2
Genere Pop rock
Folk rock
Etichetta Parlophone (UK)
Capitol (USA)
Produttore George Martin
Registrazione Abbey Road - 20 ottobre 1965
Formati 7"
The Beatles - cronologia
Singolo precedente
(1965)
Singolo successivo
(1966)

We Can Work It Out è un brano musicale scritto da Paul McCartney e John Lennon e pubblicato dai Beatles come "secondo lato A" del singolo Day Tripper.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu registrata in studio il 20 ottobre 1965 e distribuita in disco ai primi di dicembre dello stesso anno.

È considerata una delle migliori testimonianze della vena compositiva a due della firma Lennon-McCartney. I due musicisti scrissero assieme parole e musica, ma McCartney - che si sarebbe ispirato per ideare il testo alla conclusione della sua relazione sentimentale con la girl-friend dell'epoca Jane Asher - si dedicò particolarmente alla parte corale. Fu composta prevalentemente da McCartney, anche se John lo coadiuvò nella stesura del testo e compose la parte centrale:"Life is very short".
Il testo della canzone evidenziò la contrapposizione di due scuole di pensiero: una, quella di McCartney, prevalentemente fondata sull'ottimismo e sulla spensieratezza, l'altra, quella di Lennon tendente all'approfondimento.

Articolato su un placido ritmo di ballata acustica, il brano delinea sul piano del testo una visione complessivamente ottimistica e la morale che si potrebbe trarre è che, comunque vada, comunque una storia d'amore finisca, ce la si può sempre fare.

Il brano presenta delle disarmoniche parti 'sperimentali' a 3/4 "...fighting, my friend" nel tempo di 4/4.

Classifiche e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il disco ottenne una ottima accoglienza su entrambi i lati dell'Atlantico, raggiungendo la prima posizione negli Stati Uniti d'America per ben tre settimane (USA#1), in alternanza con "The Sounds of Silence" di Simon and Garfunkel.
Ottimo fu il successo in madrepatria con una salda posizione di testa in classifica per cinque settimane (GB#1), sull'onda della cerimonia di investitura a Buckingham Palace ed in Olanda per sette settimane.
In Canada ed Irlanda arriva primo ed in Germania secondo. In Italia il disco scalò le chart fino a raggiungere al massimo il settimo posto (IT#7), stazionando per circa undici settimane all'interno delle classifiche.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

We Can Work It Out è stata riproposta in versione hard rock dai Deep Purple, sull'album The Book of Taliesyn.

Una cover interessantissima è stata proposta nel 1970 da Stevie Wonder, così come l'ottima versione dei Tesla nel live acustico Five Man Acoustical Jam.

Da non dimenticare anche la versione proposta dalla cantante Noa.

Altra cover di successo furono quelle di Petula Clark ,dei Four Seasons e dei Big Time Rush

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock